Ricerca

domenica 26 ottobre


Backup della chiavetta USB, anche automatico, con USB Image Tool

Backup della chiavetta USB, anche automatico, con USB Image Tool

di Michele Nasi (22/02/2013)


Per configurare il backup automatico di una chiavetta USB, è possibile sfruttare un semplice espediente. In primis, si dovrà copiare il file usbitcmd.exe (l'interfaccia a riga di comando di USB Image Tool) nell'unità USB e, nella stessa directory, memorizzare un apposito script VBS da noi realizzato.

Per prelevare tale script, bisognerà fare clic con il tasto destro del mouse su questo link, scegliere il comando Salva link con nome... quindi memorizzare il file nella directory radice della chiavetta USB, con il nome di backupusb.vbs.

Facendo doppio clic sul file backupusb.vbs apparirà la finestra seguente:

Qui è possibile indicare il nome del file all'interno del quale sarà memorizzato l'intero contenuto della chiavetta USB in uso. Dopo aver fatto clic sul pulsante OK, lo script confermerà la cartella in cui verrà memorizzato il file di backup ed il nome che gli verrà attribuito:

Per procedere è sufficiente cliccare su .
Per impostazione predefinita (il percorso della cartella è conservato all'interno dello script VBS), il file di backup verrà memorizzato nella cartella %userprofile%\Documenti.
Il backup verrà automaticamente effettuato in modalità Volume mode.

In questa fase è importantissimo attendere con pazienza l'ultimazione del backup della chiavetta USB. La chiavetta non dovrà essere disconnessa ed il personal computer non dovrà essere per nessun motivo riavviato fintanto che non apparirà il messaggio seguente:

Durante il backup, nel Task manager di Windows (Gestione attività Windows), rimarrà in esecuzione il processo usbitcmd.exe: ciò è del tutto normale.

Al termine del backup, il file usbitcmd.exe scomparirà automaticamente.

Per ripristinare un backup prodotto con lo script VBS, si potrà ricorrere alla GUI di USB Image Tool: basterà selezionare l'unità USB di destinazione, cliccare sul pulsante Restore e scegliere il file di backup in formato .IMZ o .IMA. Va ricordato che l'unità USB sulla quale viene richiesto il ripristino deve essere la stessa oppure disporre di una capienza adeguata (non tutte le chiavette USB da 2 o da 4 GB possono memorizzare lo stesso quantitativo di dati).

USB Image Tool
Download: alexpage.de
Compatibile con: Windows XP, Windows Vista, Windows 7
Licenza: Freeware


Il contenuto del file di backup in formato .IMA può essere "montato" sul disco fisso ricorrendo ad un'utilità come OSFMount, presentata in questo articolo.
Per procedere, dopo aver installato ed avviato il programma, è sufficiente cliccare sul pulsante Mount New quindi selezionare il file .IMA cliccando sull'apposito pulsante, evidenziato in figura:

Di default, OSFMount non visualizza i file con estensione .IMA. Prima di portarsi nella cartella contenente il backup, suggeriamo quindi di digitare *.ima nella casella Nome file e premere il tasto Invio.

Cliccando su OK, il file di backup della nostra unità USB, in formato .IMA, sarà "montato" – nel nostro caso – come disco fisso virtuale e ad esso sarà immediatamente assegnata la lettera identificativa di unità E::

Accedendo alla finestra Risorse del computer si potrà esaminare, in qualunque momento, il contenuto dell'archivio di backup precedentemente prodotto.

Nel caso in cui si avesse a disposizione un file con estensione .IMZ (archivio compresso), il file .IMA conservato al suo interno dovrà essere estratto servendosi di un programma come 7-Zip.


Per effettuare, sempre a partire da un semplice script VBS, il backup del contenuto di un'unità USB limitandosi ai soli file aggiunti e/o modificati, è possibile seguire le indicazioni a suo tempo riportate nell'articolo Nuova versione dello script per effettuare backup automatici.

Articolo seguente: Accedere alle cartelle condivise con Android: l'intera rete locale a portata di mano
Articolo precedente: Scaricare Visual Studio 2012: i link e la presentazione delle versioni Express
17128 letture
Ultimi commenti
inviato da JeanClaude > pubblicato il 18/03/2013 19:17:38
Egr Dr. Nasi, Da tempo ricevo le sue molto precise newsletter ma non ho mai commentato o richiesto pareri. Quindi come recita il detto "c'e' sempre una prima volta". Gradirei sapere se, facendo la copia di una chiavetta (es K) per inserirla in un'altra chiavetta (es Y), rimane qualche traccia nell'hardDisk del computer, perche' la chiavetta che devo copiare contiene 5/6 file con dati sensibili come password per accedere a siti bancari online. Dovrei proteggere con una password questi dati prima di farne una copia? Fin'ora ho fatto la copia di questi dati da una chiavetta all'altra con Tercopy che pero' non mi copia tutto. Questa preoccupazione riguarda anche l'uso quotidiano di Pendrive per accedere ai siti di banche online che normalmente faccio con la tastiera virtuale del programma Neo's SafeKey,trascinando le password cosi digitate nelle apposite caselle per evitare Keylogger, screenshot dello schermo e copia nella clipboard. Poiche' questo Safekey non permette di inserire l'URL del sito bancario oppure l'account di Gmail, uso la tastiera virtuale FreeVK per questi altri indirizzi ma non so se FreeVK permette la cattura dello schermo. Oppure faccio il copia-incolla e poi mi affretto a cancellare gli appunti (ho immesso nel menu Start il file clpbrd che si trova nella cartella System 32, cosi faccio prima a cancellare gli Appunti). Poi mi sono accorto che le password del copia-incolla erano anche nei Documenti recenti di Windows XP, nonostante avessi modificato la chiave del Registro. L'ultima domanda: posso eliminare la cartella Documenti recenti ed il file clpbrd ? Tutto questo per la pigrizia di non voler usare KeePass. Infatti uso l'interfaccia di KeePass solo per misurare il valore in bit delle password. Mi scuso per il disturbo e la ringrazio se vorra' chiarire i miei dubbi. JeanClaude < offshore25yracingteam@gmail.com >


Leggi tutti i commenti

Commenta anche su Facebook

Link alla home page de IlSoftware.it

P.IVA: 02472210547 | Copyright © 2001 - 2014

Pubblicità | Contatti | Informazioni legali | Cookies | Storia | Supporta | Credits

Segui i nostri Feed RSS de IlSoftware.it Segui i nostri Feed RSS