mercoledì 24 febbraio 2016 di Michele Nasi 2128 Letture

FTC, router ASUS soggetti a controllo per i prossimi 20 anni

Esattamente due anni fa migliaia di utenti, possessori di router ASUS, si ritrovarono - memorizzato nel dispositivo - un file di testo che, più o meno, recitava così: "Il tuo router ASUS (e i tuoi documenti) sono accessibili da chiunque nel mondo abbia a disposizione una connessione Internet".

Il messaggio conteneva anche le istruzioni per risolvere il problema di sicurezza, presente di default nel firmware originale di ASUS.

FTC, router ASUS soggetti a controllo per i prossimi 20 anni

La Federal Trade Commission (FTC) statunitense ha assunto una decisione finale obbligando ASUS a condividere, per i prossimi 20 anni, il suo programma per la gestione e la distribuzione degli aggiornamenti di sicurezza destinati ai router. Tale programma sarà periodicamente soggetto ad analisi e verifica da parte di soggetti terzi incaricati dalla stessa FTC.
La decisione della FTC è motivata nel testo del provvedimento appena pubblicato a questo indirizzo.


Un mese dopo il problema rilevato sui router ASUS su scala planetaria, i ricercatori scoprirono che ben 300.000 router a marchio D-Link, Micronet, Tenda, TP-Link ed altri ancora erano stati oggetto d'attacco.
Negli articoli DNS modificati sul router e redirect verso pagine malevole: come risolvere e DNS router, come verificare le impostazioni abbiamo spiegato come rilevare potenziali problemi e come risolverli.

L'accaduto fungerà da monito per tutti i produttori di router: ormai sempre più nell'era dell'Internet delle Cose (IoT), è infatti indispensabile che i router rappresentino una buona linea di difesa per i dispositivi client utilizzati nell'ambito della rete locale.