Ricerca

lunedì 16 gennaio


Google e VMware portano le applicazioni desktop tradizionali sulla nuvola

di Michele Nasi (13/02/2014)

DaaS e acronimo di Desktop as a Service. Si tratta di un approccio che permette di accedere ad applicazioni desktop di tipo tradizionale attraverso "la nuvola". I servizi DaaS vogliono essere sinonimo di indipendenza, semplicità e riduzione dei costi colmando quel divario che sino ad oggi esisteva fra il cloud e le applicazioni desktop.

Assume quindi particolare interesse l'accordo che Google e VMware hanno appena annunciato. Le due società hanno infatti stretto un'intesa per portare VMware Horizon DaaS sui sistemi Chrome OS di Google. L'obiettivo è quello di rendere i possessori di macchine basate su Chrome OS (Chromebook) in grado di utilizzare applicazioni desktop attraverso la cloud ed accedere ai dati da esse gestiti.

Nonostante in Italia Chrome OS ed i Chromebook non abbiano riscosso un grande successo (vedere Google ci prova ancora: il nuovo Chromebook Samsung e la pagina di presentazione), Google afferma che negli Stati Uniti gli stessi dispositivi rappresenterebbero oggi il 21% delle vendite dei notebook destinati alle imprese.
I Chromebook, lo ricordiamo, sono sistemi basati sul sistema operativo Chrome OS studiati per poggiare pressoché esclusivamente sul cloud, sui servizi online di Google ed in generale sulle applicazioni fruibili online. Non è quindi possibile "installare" applicazioni tradizionali ma si può unicamente usare quelle disponibili "in the cloud".
Sebbene la disponibilità della connessione Internet sia requisito indispensabile per usare un Chromebook, molte delle app sono pensate per lavorare anche in modalità offline ed effettuare la sincronizzazione dei dati non appena il collegamento di rete torna ad essere attivo (qui alcune informazioni aggiuntive).

Facendo leva sull'accordo con VMware, Google vuol portare avanti la tesi di un Chromebook come sistema versatile, capace di interagire ora anche con le applicazioni desktop classiche. La società cerca di cogliere anche le opportunità di business derivanti dal ritiro del supporto di Windows XP da parte di Microsoft (Windows XP dopo aprile 2014: come mettere in sicurezza il sistema operativo) e presenta i Chromebook come strumenti economici per abbandonare Windows XP negli ambienti di lavoro ed eseguire le applicazioni legacy poggiando sulla piattaforma VMware Horizon DaaS.

Articolo seguente: Google affitta l'Hangar One per i progetti legati alla robotica?
Articolo precedente: App Android su Windows: Microsoft ci starebbe pensando
6327 letture
Ultimi commenti
Nessun lettore ha inviato un commento.
Vuoi essere il primo? Clicca su Inserisci il tuo commento!


Leggi tutti i commenti

Commenta anche su Facebook
Link alla home page de IlSoftware.it

P.IVA: 02472210547 | Copyright © 2001 - 2017

PRIVACY | INFORMATIVA ESTESA COOKIES | Info legali | Pubblicità | Contatti | Storia | Supporta | Credits

Segui i nostri Feed RSS de IlSoftware.it Segui i nostri Feed RSS