Ricerca

venerdì 28 novembre


Guida all'installazione di Windows XP

Guida all'installazione di Windows XP

di Michele Nasi (27/01/2004)


Eccoci giunti alla terza modalità di installazione di Windows XP, quella che solitamente crea più problemi all'utente.
Supponiamo che vi siate assemblati il vostro nuovo personal computer oppure che abbiate installato un nuovo disco fisso, ancora da partizionare e formattare o, ancora, che sentiate l'esigenza di distruggere interamente il contenuto del vostro hard disk in modo da provvedere ad una reinstallazione completa, da zero, dell'intero sistema.
In questi casi, l'installazione di Windows XP deve essere necessariamente avviata da ambiente DOS oppure da CD ROM. La differenza rispetto ai casi precedenti consiste nel fatto che, in questo caso, non abbiamo a disposizione un sistema operativo, già installato, dal quale sia possibile invocare la procedura di setup del sistema operativo.

Prima di procedere è comunque bene verificare essenzialmente tre punti: 1) se l'hardware richieda driver particolari (SCSI e RAID innanzitutto) e nel caso tenerli pronti; 2) che nella configurazione del BIOS siano attivate tutte le interfacce utilizzate IDE, USB, seriali, parallela, eventuali adattatori SCSI e grafico integrati) e il sistema ACPI
di controllo dell'energia e della configurazione (se compatibile con Windows XP); 3) che la sequenza delle periferiche di boot nel BIOS inizi dal floppy, seguito dal drive CD ROM/DVD e quindi dal disco IDE (o SCSI).
La verifica della sequenza di boot impostata da BIOS è un passo di fondamentale importanza: riavviate il personal computer, quindi, alla prima schermata premete ripetutamente il tasto CANC (DEL) sulla tastiera. Comparirà così a video il menù che vi consentirà di regolare le impostazioni del BIOS.
In quest'area non effettuate mai modifiche senza conoscerne significato e conseguenze: potreste trovarvi nell'impossibilità di avviare il personal computer o peggio, potreste correre il rischio di danneggiare i dati memorizzati sui dischi fissi. Facciamo riferimento al BIOS Award (il più diffuso). Una volta premuto il tasto CANC (DEL) sulla tastiera, servitevi dei tasti freccia per portarvi sulla voce Advanced BIOS Features quindi premete Invio.
A questo punto, all'interno del nuovo menù che apparirà a video, portatevi in corrispondenza della voce Boot Sequence quindi utilizzate i tasti PagSu/PagGiù (Page up/Page down) per scorrere le varie possibilità offerte. Prima di effettuare modifiche, annotatevi l'impostazione scelta inizialmente: in caso di problemi potrete così agevolmente ripristinarla.
A questo punto regolate la voce Boot Sequence in modo che riporti Floppy, CD ROM, HDD-0 oppure Floppy, CD ROM, SCSI, a seconda che utilizziate dischi IDE o SCSI.
Al posto di un'unica voce Boot Sequence potreste trovarne tre differenti: First Boot Device, Second Boot Device e Third Boot Device (rispettivamente: "prima periferica di avvio", "seconda periferica di boot", "terza periferica di boot"). Regolate le tre opzioni affinché, la prima periferica di boot sia l'unità floppy, la seconda l'unità CD ROM, la terza il disco fisso IDE o SCSI.
Dopo aver effettuato le variazioni, premete il tasto ESC fino a tornare al menù principale, selezionate la voce Save and Exit Setup e premete il tasto Y ("Yes") per applicare le modifiche.

Inserite ora, subito, il CD ROM d'installazione di Windows XP. In fase di boot dovrebbe comparire la voce Premere un tasto per avviare da CD-ROM.... Premete Invio: dopo qualche istante di attesa dovrebbe avviarsi l'installazione di Windows XP (in caratteri DOS, su sfondo blu).
Se il disco fisso sul quale volete installare Windows XP è collegato ad un controller RAID/ATA in modalità RAID, o ad eventuali controller SCSI premete ripetutamente il tasto F6 sulla tastiera, immediatamente alla prima schermata blu. In questo modo avrete la possibilità di installare i driver del controller, indispensabili per il corretto riconoscimento dei dischi fissi.
Qualora, invece, facciate uso di normali dischi IDE restate in attesa.
Dopo la fase iniziale (vengono copiati in memoria RAM i file indispensabili per la gestione dell'installazione del sistema operativo), dovrete accettare la licenza d'uso Microsoft premendo il pulsante F8 sulla tastiera.

Se Windows 2000/XP risulterà già presente sul disco fisso, si presenterà la "console di ripristino del sistema". Per ripartizionare/formattare comunque il disco, sarà necessario premere il tasto ESC.
A questo punto, le operazioni da compiere ricalcano quelle illustrate in precedenza: otterremo, infatti, la lista dei dischi presenti, delle eventuali partizioni e dell'eventuale "spazio non partizionato" (ovvero non occupato da partizioni). La pressione del tasto C sulla tastiera consentirà, al solito, di creare una nuova partizione nello "spazio non partizionato" eventualmente presente su uno dei dischi fissi. Il tasto D permetterà, invece, di eliminare una partizione già presente (agite sempre con la massima cautela!).

Il "video" in formato Flash, visualizzabile cliccando qui o sull'immagine sotto riportata, illustrerà - in modo visuale - la creazione di una partizione NTFS nello spazio non partizionato. Si tenga presente, comunque, che se vi accingete a partizionare e formattare completamente il vostro disco fisso, la scelta migliore, come già sottolineato poco fa, consiste nel creare più partizioni (una o più per i sistemi operativi; una o più per la memorizzazione dei dati). La creazione/formattazione di più partizioni può essere effettuata servendovi, ripetutamente, del tasto C e specificando, successivamente, dimensioni da assegnare alla partizione e file system da adottare.

Gli utenti più smaliziati che volessero partizionare il disco fisso in modo autonomo, senza appoggiarsi alla procedura di installazione di Windows XP, possono utilizzare software come PowerQuest PartitionMagic (ved. questo nostro articolo in proposito) o l'utilità GDISK basata interamente su riga di comando DOS ed indicata solo ed esclusivamente ai lettori più esperti. Una breve guida su GDISK è consultabile in questa pagina mentre il software è scaricabile da qui. Ricordiamo che GDISK non supporta la formattazione di partizioni in NTFS. Pur elencandole e riconoscendole come tali non è in grado di formattarle con questo file system. Dopo aver creato le varie partizioni manualmente (da riga di comando DOS) si dovrà quindi necessariamente formattare quelle che interessano in NTFS servendosi della procedura di installazione di Windows XP.

Installazione di Windows XP da floppy disk

Il BIOS di tutti i sistemi più recenti permette l'avvio dell'installazione da CD ROM. Se tuttavia, ciò non fosse possibile si può comunque percorrere una strada alternativa: essa consiste nell'utilizzo di un floppy disk di boot.
La cosa migliore da fare è trovare un personal computer funzionante con Windows 98 SE e creare un dischetto di emergenza
(da Pannello di controllo, Installazione applicazioni). Questo dischetto permette di avviare il sistema da DOS e include diversi driver e utility che soddisfano la maggior parte delle necessità di boot, inclusi lettori CD ROM e dischi SCSI, anche piuttosto datati.
Se avete installato un controller SCSI abbastanza moderno (per esempio l'Adaptec 29160), occorre sostituire il driver
ASPI8U2.SYS del floppy con l'omonimo driver per DOS scaricato dal sito di Adaptec, altrimenti l'installazione di Windows XP verrà inizializzata ma, ad un certo punto, si bloccherà inevitabilmente segnalando errori di accesso al disco fisso.

In ogni caso, copiate all'interno del floppy disk di boot il file SMARTDRV.EXE che trovate nella cartella \WINDOWS\COMMAND di qualunque sistema Windows 9x/ME.

A questo punto, per installare Windows XP, riavviate il sistema con il floppy disk inserito, quindi, una volta terminata la procedura di boot, digitate al prompt dei comandi SMARTDRV seguito da Invio. L'esecuzione di SmartDrive sveltirà notevolmente la prima fase dell'installazione di Windows XP (copia dei file da CD ROM a disco fisso). Digitate, quindi, sempre al prompt di DOS, la lettera identificativa assegnata al lettore CD ROM (all'interno del quale avrete avuto cura di inserire il CD d'installazione di Windows XP). Ad esempio, qualora la lettera di unità assegnata al lettore CD fosse E:, digitate al prompt di MS DOS E: e premete il tasto Invio. Accedete alla cartella I386 presente sul CD (comando CD I386) e digitate WINNT seguito dalla pressione di Invio. Ricordatevi di estrarre il floppy disk prima del successivo riavvio!

Articolo seguente: Linguaggi di scripting lato client: JavaScript per esempi - Seconda puntata
Articolo precedente: Corso Java - Quarta lezione: package, tipi di dato, variabili e operatori
589477 letture
Ultimi commenti
inviato da jacopo > pubblicato il 18/12/2010 23:52:04
Citazione: ma volendo installare xp su un netbook con hard disk scsi come posso fare dato che non ha il floppy con cui caricarci i driver??
http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?id=5219
inviato da davide.rava > pubblicato il 18/12/2010 14:31:15
ma volendo installare xp su un netbook con hard disk scsi come posso fare dato che non ha il floppy con cui caricarci i driver?? naturalmente non fatemi comprare un drive floppy usb. grazie delle risposte
inviato da jacopo > pubblicato il 13/02/2010 02:20:25
Ne vedi una sola.
inviato da Deli89 > pubblicato il 11/02/2010 23:02:16
Ciao è molto utile questo articolo complimenti davvero! è scritto in modo molto chiaro! Ho un dubbio però che mi tedia! Se io sovrascrivo una partizione, rinstallandoci xp sopra, questa operazione mi consente di preservare dei documenti importanti salvati in una altra partizione chiamata D (es). perchè in D non c'è xp sopra. Fino a qui ci sono! Seleziono la partizione C dove vi era la versione di xp precedente, avvio l'installazione sempre nella stessa partizione C perchè è li, che voglio che rivenga installato il s.o. Questa operazione però porta degli inconvenienti? Mi spiego meglio, una volta rinstallato xp, nella schermata nera iniziale di caricamento vedrò 2 versioni di xp o si avvierà normalmente senza scegliere quale versione utilizzare? Nel caso se ne vedessero 2 installate, esiste un modo per eliminare quella in più e far caricare windows xp normalmente? Grazie molte, spero di essermi espresso in modo chiaro, aspetto fiducioso una vostra gentile risposta ciao
inviato da MarcoBuBu > pubblicato il 01/07/2009 19:11:05
Ma perchè non è possibile installare versioni precedenti di sistema operativo? Assie x eventuale risposta:))
inviato da frischo > pubblicato il 02/02/2009 09:09:01
ciao sto formattando il mio pentium 3 con xp sp2. quando eseguo boot da cd-rom mi parte bene ma quando finisce di istallare con la riga che visualizza la percentuale al 100% si riavvia normalmente ed è lì che non riesco ad andare avanti perché mi fa di nuovo la procedura boot da cd rom e mi fa sempre lo stesso giro nonostante io abbia messo boot da ide o scsi cosa devo fare??? l'hard disk funziona il disco xp anche quale potrebbe essere l'errore???? grazie a chi risponde!!!!!
inviato da Michele Nasi > pubblicato il 10/07/2008 12:36:18
Sì, l'articolo è vecchio comunque offre qualche indicazione per gli utenti meno esperti. Come sequenza di boot si può impostare il CD ROM prima dell'avvio da disco fisso. Eventualmente, come hai giustamente scritto, anche una periferica USB.
inviato da revolver-one > pubblicato il 10/07/2008 12:12:13
No problem, mi ero preoccupato in quanto come gia detto in un primo momento lo avevo visto.
Cosa ne pensa del mio personale commento??


Leggi tutti i commenti

Commenta anche su Facebook

Come lavorare senza ufficio con iPad e iPhone

In un white paper gratuito, una rassegna degli accessori, delle applicazioni e delle soluzioni che potrebbero completare al meglio la dotazione dei dispositivi Apple per dar vita a un ambiente lavorativo davvero completo.

Per ottenere il white paper clicca qui.
Sapere conviene: tutto il 3D in un pacchetto

Per diffondere il più possibile la conoscenza della stampa 3D, nel modo più semplice ed economico per tutti, in modo che possa essere un vero fattore di crescita, 3D Printing Creative, la prima rivista in Italia dedicata alla stampa 3D, ha creato un pacchetto speciale.

Per maggiori informazioni clicca qui.
Link alla home page de IlSoftware.it

P.IVA: 02472210547 | Copyright © 2001 - 2014

Pubblicità | Contatti | Informazioni legali | Cookies | Storia | Supporta | Credits

Segui i nostri Feed RSS de IlSoftware.it Segui i nostri Feed RSS