Ricerca

lunedì 22 dicembre


Installare Android su PC Windows con Genymotion

Installare Android su PC Windows con Genymotion

di Michele Nasi (16/07/2013)


Il sistema operativo Android non è in grado di funzionare solamente sui dispositivi mobili quali smartphone e tablet ma può essere avviato anche da un normale computer Windows, Linux o Mac OS X. Mettendo da parte gli emulatori, che generalmente non offrono prestazioni all'altezza della situazione, per installare ed eseguire Android su PC Windows ci si può orientare su un'eccellente soluzione qual è Genymotion.

L'applicazione, per il momento distribuita a titolo completamente gratuito, si interfaccia con Oracle VirtualBox consentendo di eseguire le più recenti versioni di Android da una macchina virtuale.

Installando Android in Virtualbox si avrà la possibilità di interagire con uno smartphone od un tablet “virtuale” direttamente da Windows (oppure Mac OS X così come da una distribuzione Linux).

Genymotion nasce dalle ceneri del progetto AndroVM che avevamo già recensito a suo tempo (Android su Windows e sugli altri sistemi operativi con AndroVM). Rispetto ad AndroVM, Genymotion – prodotto dall'omonima software house francese, che ha recentemente aperto degli uffici anche a San Francisco – si presenta come un prodotto più solido che integra la risoluzione di molteplici bug.

Per utilizzare Genymotion non è neppure indispensabile che sul sistema in uso sia presente VirtualBox dal momento che il programma ne offre l'installazione automatica. Per procedere all'installazione contemporanea di Genymotion e di VirtualBox è necessario scaricare il pacchetto Windows 32/64 bits (with VirtualBox) scaricabile da questa pagina previa registrazione.
Coloro che utilizzassero già VirtualBox (è consigliabile assicurarsi di averne installata l'ultima versione; vedere questa scheda per il download gratuito) possono fare riferimento alla medesima pagina per scaricare le versioni di Genymotion sprovviste del pacchetto di Oracle (sezione Other platforms and versions).

Non è necessario importare la macchina virtuale Android per eseguirla in VirtualBox: Genymotion si farà carico di scaricarla dai server dalla società transalpina e di aggiungerla nel software per la virtualizzazione di Oracle.

All'avvio di Genymotion, il programma richiederà di aggiungere una nuova macchina virtuale Android. Per iniziare si dovrà fare clic sul pulsante Yes.
È interessante tenere presente che nel caso in cui si utilizzasse già AndroVM, Genymotion visualizzerà in elenco, nella finestra principale, le macchine virtuale precedentemente gestite con tale software.
Per aggiungere un nuovo dispositivo virtuale Android, bisognerà dapprima inserire le credenziali utilizzate al momento della registrazione sul sito di Genymotion:

Dopo aver spuntato la casella Remember me e fatto clic su Connect, Genymotion mostrerà - nel riquadro Virtual device available from the Genymotion Cloud - la lista delle immagini dei dispositivi virtuali che possono essere scaricate ed eseguite.
Nel nostro caso abbiamo prelevato la macchina virtuale fatta derivare dalla versione di Android installata sul tablet Nexus 7 di Google.

L'indicazione with Google Apps fa presente che il pacchetto della macchina virtuale contiene anche le applicazioni installate di default da Google. Le versioni delle macchine virtuali che non contengono la dizione with Google Apps, non permettono l'utilizzo diretto dell'applicazione Google Play. Suggeriamo quindi di orientarsi sul pacchetto che ospita anche le Google Apps.

Tutte le macchine virtuali offerte da Genymotion sono già "rooted": ciò significa che è possibile utilizzare l'account di root per effettuare qualunque tipo di operazione.

La finestra seguente permetterà di avviare il download della macchina virtuale Android dai server di Genymotion:

Come passo finale si dovrà assegnare un nome alla macchina virtuale (è possibile accettare quello proposto in modo predefinito):

Tornati alla finestra principale di Genymotion, per avviare il dispositivo virtuale Android dovrebbe essere sufficiente fare clic sul pulsante Play:

Per evitare la comparsa del messaggio che informa circa l'assenza, sul sistema, del tool ADB, suggeriamo di fare clic su Menu quindi su Settings:

Nella schermata successiva, suggeriamo di disattivare la casella When a virtual device starts, connect it automatically to ADB:

ADB (Android Debug Bridge) è uno strumento che gli sviluppatori Android ben conoscono: esso consente di avviare operazioni di debugging, dialogare con la macchina virtuale, copiare file da e verso la stessa e così via. ADB è un componente dell'Android SDK (vedere l'articolo Sviluppare applicazioni Android con AppYet e MIT App Inventor) purtuttavia, per dispensare gli utenti dall'effettuare il download e l'installazione di un corposo pacchetto di sviluppo, suggeriamo di prelevare lo strumento cliccando qui.
ADB non è strettamente necessario per eseguire la macchina virtuale Android ma potrebbe essere utile, più avanti, per effettuarvi alcuni interventi (ne parleremo a chiusura dell'articolo).

Dopo aver fatto clic su Play, Genymotion dialogherà con il file VBoxManage.exe di VirtualBox ed avvierà il caricamento della macchina virtuale Android.
Generalmente tutto dovrebbe funzionare senza problemi: dopo alcuni istanti la macchina Android verrà caricata e farà mostra di sé a video:

Qualora Genymotion dovesse visualizzare il messaggio "Unable to start Genymotion virtual device. Unable to initialize OpenGL renderer library. Check if your video card support OpenGL 2.0 (...)", suggeriamo di aggiornare immediatamente i driver della scheda video facendo riferimento al sito web del produttore.

Articolo seguente: Sincronizzare file e cartelle tra più pc
Articolo precedente: Collegarsi ad una rete Wi-Fi pubblica o non protetta: come proteggere i propri dati
59228 letture
Ultimi commenti
inviato da AccettoreQ > pubblicato il 06/06/2014 22:04:30
Salve, le versioni che installo io nonostante ci sia scritto "google" nel nome non presentano google play. Come posso risolvere?
inviato da JeanPaul > pubblicato il 24/08/2013 07:35:24
Non riesco a far vedere i plugin di Flash player ai browser. Ho provato con quello standard (Chrome credo) e con Dolphin, mettendo 'Attiva plugin' = sempre attivo. Firefox non parte neanche. Ho provato Photon, Puffin e Boat, che sono dichiarati con incorporate le funzionalità del flash player, non partono. Ho in stallato AIR di Adobe per lanciare apk in AIR, ma non funzionano. Ho provato anche alcuni applicativi che dicono di poter eseguire i file swf, anche questi non fungono. Dove sbaglio? Conclusione: per provare applicazioni AIR o Flash devo comprarmi uno smartphone? e se poi non fungono neanche lì. Grazie per qualsiasi aiuto!
inviato da JeanPaul > pubblicato il 22/08/2013 17:31:53
sorry avevo sbagliato ip (168 invece di 162) :(
inviato da JeanPaul > pubblicato il 22/08/2013 11:41:02
Ciao Bella guida, e Geny funge bene. Lo vorrei utilizzare per provare le applicazioni scritte in actionscript e dovrei caricare il flash player e/o i runtime di AIR, ma pur seguendo letteralmente non riesco a utilizzare adb, la connessione mi da: c:\adb-tools>adb connect 198.168.56.101 * daemon not running. starting it now on port 5037 * * daemon started successfully * unable to connect to 198.168.56.101:5555 Ho provato a smanettare sulle schede di rete della macchina virtuale, ma nessun risultato. il ping su 198.168.56.101 funzione. Mi sai aiutare?
inviato da Fio > pubblicato il 21/07/2013 21:05:41
Ho testato le macchine di Genymotion ma confesso che AndroVM lo preferisco di gran lunga. Genymotion non mi permette di cambiare lingua, non si adatta allo schermo del pc anche in modalità schermo intero, unica differenza in meglio che ho notato è il passaggio del mouse all'host senza premere ctrl... pochino... Sarà che il primo amore non si scorda mai ma mi tengo AndroVM bello personalizzato, con tutte le app speculari all'HP Slate.
inviato da Michele Nasi > pubblicato il 19/07/2013 19:28:28
Sì che è possibile. Basta che specifichi il proxy nei settings di Genymotion. Non devi assolutamente modificare la prima scheda virtuale in Virtualbox che deve rimanere, come spiegato nell'articolo, "Host-only". La seconda scheda può essere impostata come "Scheda con bridge".
inviato da VolMax > pubblicato il 19/07/2013 15:58:27
Vorrei utilizzare Genymotion in una rete aziendale che utilizza un proxy e per il quale il sistema host è windows 7 64 bit. Domanda è possibile? Io ho provato a modificare le schede di rete ma non sono riuscito... tra le tante prove ho lasciato una sola scheda di tipo "Scheda con bridge" (seleziona la scheda della macchina host) ed opzione Modalità promiscua: Permetti tutto. :x Help Help Help :confuso:


Leggi tutti i commenti

Commenta anche su Facebook

Automazione intuitiva, tutto in un click

Scopri come, grazie a una nuova generazione di soluzioni per il controllo, la safety e il motion, è possibile ottimizzare le prestazioni delle macchine e ottenere vantaggi in termini di efficienza e redditività.

Partecipa al webinar di Schneider Electric, clicca qui.
Sapere conviene: tutto il 3D in un pacchetto

Per diffondere il più possibile la conoscenza della stampa 3D, nel modo più semplice ed economico per tutti, in modo che possa essere un vero fattore di crescita, 3D Printing Creative, la prima rivista in Italia dedicata alla stampa 3D, ha creato un pacchetto speciale.

Per maggiori informazioni clicca qui.
Link alla home page de IlSoftware.it

P.IVA: 02472210547 | Copyright © 2001 - 2014

Pubblicità | Contatti | Informazioni legali | Cookies | Storia | Supporta | Credits

Segui i nostri Feed RSS de IlSoftware.it Segui i nostri Feed RSS