Ricerca

sabato 25 giugno


Riavviare in modalità provvisoria Windows 8.1, Windows 8 e Windows 7

di Michele Nasi (03/03/2014)

Tutti i sistemi operativi Windows antecedenti a Windows 8 potevano essere comodamente riavviati in modalità provvisoria premendo più volte il tasto F8 in fase di boot, dopo il caricamento delle istruzioni BIOS (vedere Accedere a UEFI, sostituto del BIOS sui nuovi pc) e prima della schermata che informa sull'avvio di Windows.

La modalità provvisoria, com'è noto, è una speciale modalità diagnostica che permette di avviare Windows utilizzando solo l'insieme dei driver di base. In modalità provvisoria, a parte un ristretto numero di driver, non vengono caricati altri programmi così da facilitare la risoluzione di quei problemi che ad esempio impediscono il corretto avvio del sistema operativo.
In modalità provvisoria il desktop di Windows appare diverso dal solito, con una combinazione di colori “essenziale” e con un look tutt'altro che accattivante. Ciò è dovuto proprio al fatto che avviando il sistema operativo in modalità provvisoria viene pure escluso il caricamento dei driver della scheda video ripiegando su driver generici ed impostando una risoluzione bassa (VGA a 16 colori).

Nelle più recenti versioni di Windows (Windows 8.1 e Windows 8), non è più possibile premere il tasto F8 all'avvio del sistema per richiederne il boot in modalità provvisoria. Il fatto che Windows 8.x sia pensato anche per sistemi sprovvisti di tastiera e che la fase di avvio sia generalmente più rapida rispetto al passato, hanno indotto i tecnici Microsoft ad eliminare la possibilità di ricorrere al tasto F8 per l'avvio in modalità provvisoria.

Riabilitare il tasto F8 per la modalità provvisoria in Windows 8.1 e in Windows 8

Qualora si volesse riattivare la possibilità di ricorrere al tasto F8 in Windows 8 ed in Windows 8.1 per accedere alla modalità provvisoria, è possibile procedere applicando un semplice trucco.

In primis si dovrà richiamare il desktop classico di Windows 8 o di Windows 8.1, servirsi della combinazione di tasti Windows+X quindi selezionare Prompt dei comandi (amministratore) dal menù:

A questo punto, nella finestra a sfondo nero nel prompt dei comandi si dovrà digitare quanto segue:
bcdedit /set {default} bootmenupolicy legacy

Il comando può essere copiato da questa pagina (CTRL+C) ed incollato nella finestra del prompt oppure digitato manualmente tenendo presente che le parentesi graffe possono essere digitate utilizzando le combinazioni di tasti ALT+123 e ALT+125.

Riavviando il sistema Windows 8 o Windows 8.1 (si può farlo direttamente dal prompt digitando shutdown /r /t 0), d'ora in avanti si potrà tornare ad utilizzare il tasto F8 premendolo ripetutamente alla comparsa della prima schermata in fase di boot:

Qualora, in un secondo tempo, si volesse ripristinare il comportamento di default di Windows 8 e di Windows 8.1 (tasto F8 disattivato al boot), basterà aprire nuovamente il prompt dei comandi con i diritti di amministratore e digitare quanto segue:
bcdedit /set {default} bootmenupolicy standard

In alternativa, per riavviare Windows 7, Windows 8 e Windows 8.1 in modalità provvisoria senza dover premere ripetutamente il tasto F8 all'avvio, basterà utilizzare la combinazione di tasti Windows+R per provocare la comparsa della finestra di dialogo Esegui quindi digitare msconfig e premere Invio.
Dalla scheda Opzioni di avvio, basterà selezionare l'opzione Modalità provvisoria e quindi scegliere in che modo si vorrà accedere alla modalità provvisoria. Selezionando Rete, ad esempio, Windows verrà avviato in modalità provvisoria con supporto di rete.

Facendo clic su OK quindi confermando il riavvio del sistema operativo, Windows 7, Windows 8 o Windows 7 sarà riavviato in modalità provvisoria.

Non appena si saranno conclusi gli interventi in modalità provvisoria bisognerà però ricordarsi di riavviare nuovamente msconfig, tornare nella scheda Opzioni di avvio e togliere la spunta sulla casella Modalità provvisoria.
Qualora non si effettuasse tale modifica, Windows verrebbe continuamente riavviato in modalità provvisoria.

Ancora, in alternativa, sui sistemi basati su Windows 8 o Windows 8.1, si potrà far comparire la cosiddetta Charms bar (sui sistemi dotati di mouse basterà spostare il puntatore nell'angolo in alto a destra od in basso a destra), cliccare su Impostazioni e su Modifica impostazioni PC:

Dal menù di sinistra bisognerà selezionare Aggiorna e ripristina (Generale in Windows 8), Ripristino e Riavvia ora in corrispondenza di Avvio avanzato.

Alla comparsa del menù di scelta seguente, bisognerà selezionare Risoluzione dei problemi quindi Opzioni avanzate ed Impostazioni di avvio.

Dopo aver fatto clic su Riavvia, alla comparsa della finestra Impostazioni di avvio si potrà ad esempio usare il tasto F5 per avviare Windows 8.x in modalità provvisoria con supporto di rete.

Articolo seguente: Rimuovere toolbar e programmi inutili in maniera automatica
Articolo precedente: Cosa sono i debrid free. Scaricare velocemente da siti hosting
84993 letture
Ultimi commenti
inviato da Miike > pubblicato il 11/02/2016 18:41:33
Ciao, volevo segnalare che nel caso il sistema non si avvii correttamente e non si possa riavviare in modalità provvisoria, si può usare il supporto di ripristino. Dal prompt dei comandi , attivare la modalità provvisoria usando il comando "bcdedit /set {default} bootmenupolicy legacy". Prima però bisogna verificare a quale lettera identificativa di unità corrisponde la partizione in cui è installato Windows 8.1.
inviato da Giaghy > pubblicato il 19/03/2015 16:34:19
ho il tuo stesso problema della schrmata nera dopo riavvio...
inviato da Eliseo > pubblicato il 08/07/2014 15:42:02
Ciao! Scusami per la mia domanda fuori dall'oggeto di questo articolo! Ho un problema particolare e spero che potrai aiutarmi! Ho un Asus N56J e di fabbrica monta window 8.1! L' hard disk era fatto di 2 partizioni C: D: e visto che non mi serviva la partizione C: (del sistema operativo) con tutti i Giga di fabbrica l'ho ridimensionata tramite il programma interno di windows per poterla unire con la seconda partizione D: ma poi mi è venuto un dubbio e mi sono fermato (e in questo momento ho 3 partizioni C: D: F:). La mia paura è questa: avendo diminuito la partizione principale e avendone creata un altra e quindi avendo ora 3 partizioni C: D: F: (o unendo la nuova partizione F: con la seconda già presente di fabbrica D: e quindi tornando ad avere 2 sole partizioni (C: D:) ma di grandezze differenti dall origine) che cosa accadrebbe se dovessi in futuro utilizzare la funzione di reinizzializzazione o reinstallazione? 1) Funzionerebbe o mi direbbe che ci sono problemi con le partizioni? 2) Se volessi mantenere i dati nelle partizioni D: F: o solo nella partizione D: (se decidessi di unire la partizione F: con quella originaria D: ) sarebbe possibile o il computer cercherebbe di ricreare la partzione C: originaria (in quanto a dimensione volume in Giga) e quindi mi andrebbe a distruggere la nuova partizione F:? 3) E se nel frattempo avessi unito la nuova partizione F: con quella D: già esistente creando un D: di maggiori dimensioni rischierei che fosse distrutta anche l' intera partizione D: (dove conservo tutti i dati importanti) ? Grazieee e scusa per tutte queste domande ma ho paura di aver combinato un macello!


Leggi tutti i commenti

Commenta anche su Facebook
Link alla home page de IlSoftware.it

P.IVA: 02472210547 | Copyright © 2001 - 2016

PRIVACY | INFORMATIVA ESTESA COOKIES | Info legali | Pubblicità | Contatti | Storia | Supporta | Credits

Segui i nostri Feed RSS de IlSoftware.it Segui i nostri Feed RSS