Ricerca

mercoledì 26 novembre


Scansione antivirus, ripristino del sistema e risoluzione dei problemi di Windows con Trinity Rescue Kit

Scansione antivirus, ripristino del sistema e risoluzione dei problemi di Windows con Trinity Rescue Kit

di Michele Nasi (27/08/2012)


Sono tanti gli strumenti software che permettono di ripristinare Windows in modo da riprenderne il controllo o riportarlo in condizioni ottimali. Uno dei tool più completi in circolazione si chiama Trinity Rescue Kit e consente di effettuare una scansione del sistema con i principali motori antivirus, di azzerare la password associata agli account utente, di sbarazzarsi dei file temporanei memorizzati sul disco fisso, di "clonare" il contenuto del personal computer salvandolo su un'unità di rete, di recuperare file e partizioni precedentemente eliminate. Trinity consente di attivare anche un server SSH per la condivisione di file e cartelle attraverso la rete o, in alternativa, un server Samba. In quest'ultimo caso, le risorse messe "a fattor comune" saranno viste, dai sistemi connessi in rete locale, così come se si trattasse di una normale condivisione in ambiente Windows.

Pur essendo uno strumento basato sull'impiego del kernel Linux (può essere considerato una vera e propria distribuzione Linux), Trinity Rescue Kit dà il meglio di sé proprio nel ripristino di Windows o comunque nella risoluzione di svariate problematiche correlate con il funzionamento del sistema operativo Microsoft.

Trinity Rescue Kit, com'è ovvio, non può e non deve essere avviato dall'ambiente Windows ma opera come un software a sé stante, all'accensione del personal computer. Affinché possa andare in esecuzione, è necessario prelevare il file d'immagine in formato ISO e masterizzarlo su un supporto CD. Il file ISO non dovrà essere masterizzato così com'è ma, facendo riferimento ad un software come CDBurnerXP, si dovrà aver cura di utilizzare il comando Masterizza immagine ISO.
La versione più aggiornata del software è sempre disponibile in questa pagina, sul sito web ufficiale.

In alternativa, rispetto alla masterizzazione su supporto DVD, è possibile valutare l'inserimento di Trinity Rescue Kit in una chiavetta USB avviabile, eventualmente insieme con altre utilità. Allo scopo è possibile ricorrere ad un'applicazione gratuita qual è YUMI (vedere l'articolo "YUMI: creare un'unità USB multiboot con i tool migliori").

Aggiungere Trinity Rescue Kit nella chiavetta avviabile creata con YUMI

Nell'unità creata con YUMI è possibile integrare anche il file ISO contenente la distribuzione Linux Trinity Rescue Kit.
Dall'interfaccia di YUMI (ved. questo articolo per maggiori informazioni) si dovrà selezionare la voce Trinity Rescue Kit e specificare (pulsante Browse) il file trinity-rescue-kit.3.4-build-372.iso precedentemente scaricato.

YUMI, nella versione più recente, è scaricabile facendo riferimento al link presente in questa pagina.


In questa pagina gli autori di Trinity rendono disponibile anche una speciale versione, etichettata "self burning", che non prevede l'utilizzo di alcun software di masterizzazione. La distribuzione Linux, infatti, facendo doppio clic sul file eseguibile, verrà automaticamente masterizzata su supporto CD senza la necessità di ricorrere ad altre applicazioni.

Lasciando inserito il CD di Trinity o la chiavetta USB preparata con YUMI e riavviando il personal computer, ci si dovrebbe trovare dinanzi alla schermata seguente:

Qualora ciò non accadesse, si dovrà accedere al BIOS del personal computer ed impostare la corretta sequenza di boot (le unità CD/DVD/USB debbono essere avviate prima dei dischi fissi).
La prima voce ("Run Trinity Rescue Kit") consente di ottenere il menù principale della distribuzione; gli altri comandi permettono di invocare direttamente alcune funzionalità specifiche della distribuzione.

Trinity non è al momento dotato di un'interfaccia grafica ad icone: ogni tool è infatti eseguibile facendo riferimento ad un unico menù testuale.

Le varie voci presentate sono autoesplicative:

- Keyboard layout selection consente di indicare il layout di tastiera da usare (ad esempio, l'italiano). Selezionando il layout corretto non si avranno problemi nella digitazione di simboli e caratteri speciali.
- Windows password resetting permette di azzerare le password associate agli account utente in Windows.
- Mount all local filesystems è il comando che si occupa di "montare" tutte le partizioni e le unità disco rilevate sul personal computer. In questo modo, esse diverranno direttamente accessibili dal toolkit Trinity.
- Unmount all local filesystems permette di "smontare" le unità precedentemente rese accessibili.
- Virus scanning Trinity integra cinque motori di scansione differenti: ClamAV, F-Prot, BitDefender, Vexira ed Avast. Tranne ClamAV, che viene distribuito sotto forma di prodotto opensource con licenza GNU GPL (si tratta di un software libero), le altre sono soluzioni "proprietarie" di tipo commerciale. Le licenze d'uso proibiscono la diretta integrazione dei vari motori di scansione in Trinity così come in altre distribuzioni similari. Ecco perché, fatta eccezione per ClamAV, gli altri antivirus vengono manualmente scaricati ad installati su richiesta dell'utente.
Per evitare di dover effettuare la procedura di download ogni volta, suggeriamo di fare riferimento al paragrafo "Configurare più motori antivirus per la scansione del sistema".
- Windows junkfile cleaning è il comando che permette di sbarazzarsi dei file superflui memorizzati da Windows sul disco fisso.
- Mclone: computer replication over the network consente di avviare una potente utilità per la clonazione del contenuto del personal computer su altri sistemi collegati in rete locale. Avviare la clonazione verso un computer o cento sistemi non farà differenza alcuna.
- Backup and restore utilities una serie di programmi che automatizzano le operazioni di backup e ripristino del personal computer.
- Run a Windows fileserver permette di avviare un server Samba per la condivisione del contenuto di tutte le unità disco locali in rete.
- Run a ssh server per condividere le informazioni conservate nelle partizioni e nei dischi fissi locali rendendole direttamente accessibili da remoto, via Internet, impiegando una connessione sicura (crittografata).
- Set an ip-address on the first adapter All'avvio di Trinity, il software provvede a richiedere un indirizzo IP dal server DHCP (ad esempio, un normale router). Qualora in Rete non si fosse attivato l'uso del protocollo DHCP, ricorrendo a questo comando si potrà assegnare manualmente un IP alla macchina sulla quale è stato avviato Trinity.
- TRK Network boot server configura un server di boot per l'avvio di Trinity da altri client collegati in rete locale.
- Ethernet packet sniffing consente di avviare l'applicazione capace di monitorare i pacchetti in transito sulla rete locale (vedere l'articolo Controllare quali attività sono in corso nella rete locale con Wireshark).
- Midnight Commander il famoso "file manager" che consente di gestire file e cartelle memorizzati su disco fisso ed unità rimovibili.

Configurare più motori antivirus per la scansione del sistema

Come anticipato, Trinity Rescue Kit offre la possibilità di effettuare una scansione del sistema utilizzando cinque motori antivirus diversi. Il problema di fondo è che, nonostante gli aggiornamenti siano liberamente scaricabili, questi non possono essere ovviamente annotati all'interno del file in formato ISO. Ogni volta che si vorrà effettuare una scansione usando Trinity e si lascerà il CD o la chiavetta USB inseriti all'avvio del personal computer, quindi, si dovranno manualmente riscaricare tutti gli aggiornamenti delle firme virali.

Per modificare il contenuto del file ISO di Trinity in modo da memorizzarvi tutti gli aggiornamenti, basta seguire una procedura che è tutto sommato piuttosto semplice da applicare.
Innanzi tutto, per raggiungere l'obiettivo nel più breve tempo possibile, suggeriamo di avviare la ISO di Trinity da una macchina virtuale Linux creata con il software VirtualBox.

Avvio della ISO di Trinity Rescue Kit da VirtualBox

La procedura per generare una nuova macchina virtuale ed installare un qualsiasi sistema operativo supportato (ad esempio, Windows o Linux) in VirtualBox è molto semplice ed è stata più volte oggetto di approfondimenti. Vi invitiamo quindi a rileggere i nostri articoli in materia:
- Avviare più sistemi operativi differenti sulla stessa macchina con VirtualBox
- Eseguire una macchina virtuale VMware Windows 7 con Oracle VirtualBox
- Come installare e provare Windows 8 senza modificare la configurazione del sistema


Nel nostro caso, basterà creare, con VirtualBox, una nuova macchina virtuale optando per Linux come piattaforma del sistema operativo "guest" e scegliendo Other Linux dal menù a tendina Versione. Seguendo la procedura passo-passo, bisognerà poi creare un nuovo disco fisso virtuale.
Il file ISO di Trinity dovrà essere utilizzato per creare un'unità CD/DVD virtuale. Per procedere, basta fare riferimento alle impostazioni della macchina virtuale in VirtualBox e cliccare su Archiviazione:

La piccola icona indicata in figura con la freccia rossa posta più a destra, dà modo di selezionare il file ISO di Trinity.

Articolo seguente: Java è sicuro? Come difendersi dalle minacce più recenti
Articolo precedente: Collegarsi ad Internet con Android usando uno smartphone come modem
12821 letture
Ultimi commenti
inviato da Tommaso paris > pubblicato il 06/07/2013 19:19:43
ciao, l'articolo è molto interessante ma volevo chiedervi se avete creato una guida per chi non ha ancora usato la virtual machine. In poche parole sono uscito dal menù di trinity rescue kit ma non riesco a tornarci!!! Scusate ma non ho cercato prima sul forum se avete già scritto il manuale per "tonti" :p


Leggi tutti i commenti

Commenta anche su Facebook

Come lavorare senza ufficio con iPad e iPhone

In un white paper gratuito, una rassegna degli accessori, delle applicazioni e delle soluzioni che potrebbero completare al meglio la dotazione dei dispositivi Apple per dar vita a un ambiente lavorativo davvero completo.

Per ottenere il white paper clicca qui.
Sapere conviene: tutto il 3D in un pacchetto

Per diffondere il più possibile la conoscenza della stampa 3D, nel modo più semplice ed economico per tutti, in modo che possa essere un vero fattore di crescita, 3D Printing Creative, la prima rivista in Italia dedicata alla stampa 3D, ha creato un pacchetto speciale.

Per maggiori informazioni clicca qui.
Link alla home page de IlSoftware.it

P.IVA: 02472210547 | Copyright © 2001 - 2014

Pubblicità | Contatti | Informazioni legali | Cookies | Storia | Supporta | Credits

Segui i nostri Feed RSS de IlSoftware.it Segui i nostri Feed RSS