Ricerca

mercoledì 27 luglio


Trojan di Stato, se ne torna (purtroppo) a parlare

di Michele Nasi (27/01/2016)

Non è passato neppure un anno e di nuovo in Italia si torna a parlare di trojan di Stato. Ma di che cosa si tratta?

Una proposta di legge avanzata dalla deputata Maria Gaetana Greco (PD) riporta in auge la possibilità, per le forze di polizia, di utilizzare indiscriminatamente software spia, attivabili in modalità remota, per monitorare le altrui attività espletate utilizzando lo strumento informatico.

L'iniziativa è simile a quella di un anno fa, iniziativa della quale avevamo dato conto nell'articolo Decreto antiterrorismo, bocciato il trojan di Stato.

Stando alla proposta Greco, le intercettazioni possono avvenire "anche attraverso l’impiego di strumenti o di programmi informatici per l’acquisizione da remoto delle comunicazioni e dei dati presenti in un sistema informatico".

Forti, di nuovo, le riserve sulle modifiche all'articolo 266 bis del codice di procedura penale che oggi vengono ancora poste al vaglio del Parlamento.
Il trojan di Stato cui la normativa aprirebbe le porte consentirebbe ampio margine di manovra nelle attività di monitoraggio e di intercettazione del cittadino. Le forze dell'ordine sarebbero infatti autorizzate a compiere qualunque genere di ispezione sui dati dei cittadini nell'ambito di un gran numero di indagini.

L'avvocato Guido Scorza evidenzia che i trojan di Stato "potrebbero essere utilizzati indiscriminatamente, anche nelle investigazioni relative a ogni reato “commesso mediante l’impiego di tecnologie informatiche o telematiche”. Il che, nel 2016, nell’era di Internet, significa più o meno ogni reato".

Già in passato lo stesso Garante Privacy Antonello Soro aveva sollevato forti dubbi sulla precedente proposta. Soro aveva rilevato come l’equilibrio tra protezione dati ed esigenze investigative apparisse "sbilanciato verso queste ultime, che probabilmente non vengono neppure realmente garantite da strumenti investigativi privi della necessaria selettività".

La precedente iniziativa di febbraio 2015 era stata affossata proprio grazie agli emendamenti di Stefano Quintarelli che rilevò, tra l'altro, come iniziative simili a quella oggi riproposta "in fotocopia" diano di fatto il "nulla osta" ad una delle più pesanti ed inaccettabili ingerenze nella vita dei cittadini. I trojan di Stato sono infatti "contestualmente una ispezione, una perquisizione, una intercettazione di comunicazioni, una acquisizione occulta di documenti e dati anche personali; tutte attività compiute in un luogo, i sistemi informatici privati, che equivalgono al domicilio".

Certo, da un lato è importante porre nelle mani delle forze di polizia le armi più consone per contrastare, ad esempio, il terrorismo, ma dall'altro la "stella polare" deve restare sempre la tutela della privacy dei cittadini. È del tutto sconsiderato approvare normative che trasformino lo Stato in un immenso "Grande Fratello" capace di operare senza limitazione alcuna.

L'affare Hacking Team sembra non aver insegnato nulla se ancora oggi si pensa ad uno Stato che, sulla carta, dovrebbe essere democratico ma che in certi casi verrebbe autorizzato ad infischiarsene dei diritti fondamentali del cittadino.

Articolo seguente: Google, versione finale di Data Saver e Chrome 48
Articolo precedente: NVIDIA pubblica le specifiche della GPU GT 710
5930 letture
Ultimi commenti
inviato da Sampei Nihira > pubblicato il 29/01/2016 17:31:10
Voi non potete capire. Ed io purtroppo non posso spiegare meglio. Spero solo che un domani non cambierete idea in argomento perchè se ciò avverrà probabilmente sarà dovuto a qualche fatto spiacevole che avrà cambiato per sempre la vostra prospettiva. E credetemi che se ciò avverrà non sarete mai più gli stessi di prima. Quindi vi auguro che ciò non vi accada mai. ______________________________________________________ Continuiamo a "parlare" di informatica che è meglio. :approvato:
inviato da [Claudio] > pubblicato il 28/01/2016 18:54:30
Sampei, sai bene che ti considero un amico e nutro per te grande rispetto, ma scusa:
Citazione: Lungi da me entrare in argomenti di competenza dei politici.
Davvero? quindi la politica (e questo è un tema politico fondamentale) è di esclusivo appannaggio di pochi?.
Citazione: Ma io sono favorevole. Non vedo altra alternativa per combattere sempre con maggiore incidenza minacce esterne che attentano non solo alla nostra libertà ma anche alla nostra democrazia.
A parte i ricordi di gioventù ..... mi spieghi esattamente cosa intendi e su cosa si baserebbe il tuo essere favorevole alla totale sospensione di alcuni diritti garantiti dalla Costituzione e al bavaglio indiscriminato dei flussi di informazione? e poi, combattere cosa? .... guarda tralascio una descrizione dell'attuale situazione geopolitica del paese ..... ma vorrei far notare una cosa (quotando me stesso):
Citazione: ":2mw50ok7]In Italia abbiamo forze dell'ordine che non hanno più mezzi per svolgere un difficile lavoro, persone che, ogni giorno, sulla strada, rischiano la vita per stipendi da miseria; abbiamo uno dei migliori servizi di intelligence a livello mondiale. Tutte persone che, con i fichi secchi, ha dovuto (unici in Europa) affrontare l'emergenza ed altissimi rischi derivanti da due concomitanti grandi eventi (EXPO e Giubileo) in occasione dei quali, all'interno dei confini nazionali si sono mosse milioni di persone provenienti da diversi paesi, senza che accadesse nulla (atti terroristici ZERO).
Dove sono queste presunte minacce esterne che attenterebbero alla nostra libertà e alla sicurezza nazionale? e anche ammesso ci siano, un trojan di stato risolverebbe il problema oppure servirebbe solo ed esclusivamente a privare le persone dei loro diritti fondamentali?. Io ho ben chiaro dove sono ...... e ti assicuro che ne sono spaventato .... perché quando finiremo nella serie B dell'unione europea, il passo per diventare un nuovo Egitto, una nuova Libia, una nuova Turchia nel bel mezzo del mar Mediterraneo, sarà breve.
inviato da deepdark > pubblicato il 28/01/2016 18:47:42
Sampei senza offesa, ma mi pare una sciocchezza bella e buona quella del trojan di stato. Intanto bisognerebbe capirne i modi e i "luoghi" ma ciò, a mio parere, non impedirebbe che chi voglia fare qualcosa di male via pc, venga preso. Io personalmente sono contrario e di molto. Se loro non si fidano di me, perchè io devo fidarmi di loro? Fino a prova contraria sono innocente. E poi suvvia, sappiamo benissimo chi compie le stragi in italia.
inviato da Johannes > pubblicato il 28/01/2016 18:20:03
"Sono convinto che dovremmo contrastare la deriva per cui la persona è considerata come una miniera a cielo aperto". Questo il pensiero del Nostro Garante per la Privacy a commento della Giornata Europea della Protezione dei Dati Personali. http://www.ansa.it/sito/notizie/tecnolo ... d33d6.html Pur nella mia ignoranza non posso che condividere. Johannes
inviato da Sampei Nihira > pubblicato il 28/01/2016 16:38:39
Lungi da me entrare in argomenti di competenza dei politici. Ma io sono favorevole. Non vedo altra alternativa per combattere sempre con maggiore incidenza minacce esterne che attentano non solo alla nostra libertà ma anche alla nostra democrazia. Questo pescatore come ho ripetuto qualche volta non è stato sempre un pescatore. Un tempo,tanto tempo fà, si è occupato di questioni simili. Non molto piacevoli,pagine buie della nostra storia. E purtroppo la storia tende sempre a ripetersi. Anche se oggi questa nostra società mi sembra molto più "abituata" a fatti cruenti che non dovrebbero succedere. Che dovrebbero essere previsti,prevenuti,evitati. Anche se ciò non sempre è possibile. In sintesi ai miei occhi questa gente, che poi siamo tutti noi, appare meno......umana.....sob sob !! Io non mi sono "evoluto" non ci riesco nemmeno oggi. :( E come un tempo lo facevo io. Oggi da queste pagine vorrei ringraziare tutti coloro che tentano di rendere questo Mondo più sicuro per noi tutti. Per aspera ad veritatem.


Leggi tutti i commenti

Commenta anche su Facebook
Link alla home page de IlSoftware.it

P.IVA: 02472210547 | Copyright © 2001 - 2016

PRIVACY | INFORMATIVA ESTESA COOKIES | Info legali | Pubblicità | Contatti | Storia | Supporta | Credits

Segui i nostri Feed RSS de IlSoftware.it Segui i nostri Feed RSS