Ricerca

mercoledì 17 settembre


Velocizzare Windows 7 con alcuni semplici suggerimenti

Velocizzare Windows 7 con alcuni semplici suggerimenti

di Michele Nasi (25/05/2012)


Velocizzare Windows 7 è possibile utilizzando alcune "dritte". Così come accade nel caso delle precedenti versioni di Windows, nonostante con Windows 7 si siano compiuti enormi passi in avanti in termini di stabilità e velocità, il sistema operativo può diventare lento allorquando non si seguissero delle semplici linee guida. L'"installazione selvaggia" di applicazioni di ogni genere resta sempre l'indiziata numero uno quando un utente lamenta un'eccessiva lentezza del sistema operativo. È quindi proprio su questo aspetto che riteniamo utile concentrarci. Dando per scontato che il sistema sia libero da malware (per assicurarsene, suggeriamo di effettuare una scansione completa ricorrendo alla versione gratuita di Malwarebytes Anti-Malware; a tal proposito, suggeriamo la lettura dei seguenti articoli: 1, 2, 3), nella stragrande maggioranza delle situazioni sono proprio i programmi che vengono caricati automaticamente ad ogni avvio di Windows a rappresentare la vera "palla al piede".

Secondo noi lasciano il tempo che trovano la disattivazione degli effetti grafici e quindi dell'interfaccia Aero (la quale, tra l'altro, poggia ampiamente sul processore grafico per eseguire i calcoli matematici necessari alleggerendo la CPU) oppure la disabilitazione di un'utilissima funzionalità qual è l'indicizzazione dei file memorizzati sul disco fisso. Se un sistema è lento dal momento dell'installazione di Windows 7 è probabile che non soddisfi tutti i requisiti ma se non lo è e diviene lento con il trascorrere del tempo, gli "imputati" sono ben altri.

Creare un punto di ripristino del sistema

Prima di procedere con qualunque intervento di ottimizzazione su Windows 7, vi suggeriamo di creare un punto di ripristino del sistema. In caso di difficoltà, infatti, si potrà così riportare il sistema operativo ad uno stato certamente funzionante, precedente agli interventi applicati.
In questo nostro articolo, che vi invitiamo a consultare, abbiamo pubblicato alcune indicazioni che consentono di trarre massimo vantaggio dal meccanismo per il ripristino del sistema di Windows 7.

Velocizzare Windows 7 controllando l'elenco dei programmi che si avviano automaticamente

All'avvio di Windows possono essere caricate in modo automatico molte applicazioni. Per velocizzare Windows 7, una delle strategie migliori consiste proprio nel controllare quali programmi vengono automaticamente eseguiti ad ogni ingresso nel sistema operativo.
La lista completa dei programmi avviati in modo automatico è ottenibile ricorrendo al programma MSConfig (Configurazione di sistema), avviabile digitando msconfig nella casella Cerca programmi e file del pulsante Start di Windows 7 quindi premendo Invio.
Con un clic sulla scheda Avvio, è possibile ottenere l'elenco che si sta cercando:

L'utilità MSConfig non permette di eliminare completamente una o più voci ma offre esclusivamente la possibilità di disabilitarle ossia di inbirne il caricamento all'avvio di Windows.
Se i file contenuti nella finestra Avvio di MSConfig sono tanti è altamente probabile che una delle cause primarie dei rallentamenti di Windows 7 risieda proprio nell'elevato numero di applicazioni da gestire in fase di avvio. Tali programmi restano presumibilmente in esecuzione anche durante la normale sessione di lavoro: è quindi verosimile che il loro caricamento non soltanto induca Windows 7 a mostrare il desktop in ritardo ma anche interferisca col il regolare funzionamento del sistema operativo.
Per velocizzare Windows 7, quindi, è indispensabile controllare attentamente l'identità di ogni singola voce in elenco.
A mo´ di test, nulla vieta di disabilitare le varie voci presenti nella scheda Avvio di MSConfig lasciando attive solo quelle relative ai software utilizzati per la protezione del sistema (antivirus, firewall,...). Riavviando il personal computer si può già verificare quanto sia marcato il guadagno in termini prestazionali.
Rientrando in MSConfig, si potranno riabilitare tutte le varie voci in modo che siano nuovamente caricate all'avvio di Windows.
Il problema, a questo punto, consiste nel verificare l'identità di ciascun elemento valutandone eventualmente la rimozione.

Come alternativa rispetto a MSConfig, è possibile usare Autoruns, un software gratuito sviluppato da Mark Russinovich di SysInternals, azienda acquisita da Microsoft. Autoruns presenta alcune funzionalità degne di nota. Per quanto riguarda i file eseguiti automaticamente all'avvio di Windows, ad esempio, Autoruns permette di verificare l'identità degli stessi controllando se siano firmati digitalmente o meno. Il programma, inoltre, consente di evitare di inserire nell'elenco proposto all'utente tutti gli elementi chiave del sistema operativo, firmati da Microsoft.

Uno dei vantaggi derivanti dall'uso di Autoruns consiste proprio nell'abilità del programma nel verificare la "legittimità" di qualunque elemento venga caricato. In tal modo, l'utente non viene tratto in inganno da chiavi del registro di Windows, aggiunte per esempio da un malware, che ricordano da vicino i nomi di noti processi e file di sistema.

Dopo aver scaricato Autoruns facendo riferimento a questa pagina, è necessario decomprimere l'archivio zip in una cartella di propria scelta quindi fare doppio clic sul file autoruns.exe.

Ricorrendo al menù Options del programma, suggeriamo di cliccare su Filter options quindi di spuntare le voci Verify code signatures e Hide signed Microsoft entries. Disattivando la visualizzazione dei file firmati da Microsoft, si fa in modo che Autoruns proponga unicamente la lista degli oggetti non ufficiali che non sono cioé parte integrante del sistema operativo.

Cliccando sul pulsante OK l'elenco degli elementi visualizzati da Autoruns verrà automaticamente aggiornato.

La scheda principale (Everything) mostra l'elenco completo degli elementi software rilevati nelle varie aree del sistema sottoposte ad analisi.

I programmi che vengono caricati all'avvio del sistema operativo sono riportati nella scheda Logon. Esattamente come già visto nel caso di MSConfig, il caricamento può essere disattivato togliendo il segno di spunta dalle varie caselle. In più, però, Autoruns mostra un buon numero di informazioni che permettono di risalire all'identità di ciascun oggetto. Inoltre, facendo clic con il tasto destro del mouse quindi scegliendo Delete, è possibile rimuovere definitivamente la voce evidenziata.

Per maggior sicurezza, è bene controllare anche la scheda Winlogon verificando se fossero presenti degli elementi.

Stabilire l'identità dei vari oggetti caricati all'avvio di Windows 7 verificando se sono indispensabili

Per effettuare un intervento "a regola d'arte", suggeriamo di prendervi un po´ di tempo per stabilire con certezza quali file possano essere eliminati dal caricamento automatico così da velocizzare Windows 7. Prima di rimuovere definitivamente un oggetto suggeriamo comunque di disabilitarlo utilizzando gli strumenti presentati in precedenza e di riavviare il sistema operativo in modo da saggiarne il comportamento.
L'identità dei programmi eseguiti al boot del sistema operativo può essere verificata ricorrendo a servizi online come SystemLookup. Basta scrivere il nome del file oppure la denominazione che appare, ad esempio, nella scheda Logon di Autoruns per risalire all'"identikit" di ogni elemento.
I file contrassegnati da SystemLookup con la lettera "Y" sono quelli che sono normalmente necessari per il corretto funzionamento del sistema e che non dovrebbero essere eliminati dall'avvio di Windows. Con "N" (non richiesti) sono indicati quei file che sono di solito superflui e che possono essere tolti dall'elenco dell'esecuzione automatica perché avviabili in modo manuale al bisogno. La lettera "U" contraddistingue i file che possono essere lasciati in esecuzione o disabilitati su scelta dell'utente. I componenti che sono parte di malware sono evidenziati con la lettera "X" mentre il simbolo "?" è posto accanto agli oggetti sconosciuti.
Per maggiori informazioni sul servizio SystemLookup, vi suggeriamo di fare riferimento a questo nostro articolo.

Analoga operazione dovrebbe essere effettuata sui servizi utilizzati da Windows 7. Sia MSConfig che Autoruns consentono di appurare quali servizi vengono caricati attingendo, rispettivamente, alle schede Servizi e Services.
È interessante notare come anche MSConfig, nel caso dei servizi, metta a disposizione una casella che permette di nascondere gli elementi firmati digitalmente da Microsoft e che quindi sono parte integrante del sistema operativo.

La casella da attivare è Nascondi tutti i servizi Microsoft.

Articolo seguente: Rimuovere il virus Guardia di Finanza ed altre minacce simili
Articolo precedente: System Security Guard fornisce l'identità dei processi e dei file in esecuzione
65855 letture
Ultimi commenti
inviato da gas ton > pubblicato il 19/07/2013 01:11:12
http://gallery.technet.microsoft.com/site/search?query=aggiornamento&f%5B0%5D.Value=aggiornamento&f%5B0%5D.Type=SearchText&ac=4 Ecco come avere i tools di sysinternals sempre aggiornati
inviato da Michele Nasi > pubblicato il 28/05/2012 11:36:25
Di Soluto avevamo parlato qui: http://www.ilsoftware.it/articoli.asp?t ... ativo_7102
inviato da -Aletech- > pubblicato il 28/05/2012 11:27:22
Un'utile applicazione per la gestione dei programmi all'avvio è "Soluto". Tra le tante funzionalità spicca la possibilità di poter disabilitare o posticipare le applicazioni all'avvio.
inviato da adolfo3210 > pubblicato il 26/05/2012 07:56:15
argomento interessante ma chi usa la chiavetta internet HSPA trarrà vantaggi? provo autorun pur se continuerò a spulciare qui per rinvenire una possibile soluzione per velocizzare la connessione/velocizzazione di W.7 sul mio portatile ... a presto,


Leggi tutti i commenti

Commenta anche su Facebook

Link alla home page de IlSoftware.it

P.IVA: 02472210547 | Copyright © 2001 - 2014

Pubblicità | Contatti | Informazioni legali | Cookies | Storia | Supporta | Credits

Segui i nostri Feed RSS de IlSoftware.it Segui i nostri Feed RSS