1651 Letture
ARM presenta i core Cortex-A75 e A55: si punta sull'intelligenza artificiale

ARM presenta i core Cortex-A75 e A55: si punta sull'intelligenza artificiale

La società inglese svela al Computex 2017 CPU e GPU di nuova generazione progettate e sviluppate per ridurre i consumi energetici e gestire al meglio le app di intelligenza artificiale e machine learning.

Al Computex di Taipei, che aprirà ufficialmente i battenti domani, ARM ha deciso di svelare le nuove generazioni delle sue CPU e GPU.
I core ARM top di gamma diventano i Cortex-A75, accreditati del 22% di prestazioni in più rispetto agli attuali Cortex-A73.

Per quanto riguarda la fascia media, ARM ha presentato il design dei nuovi Cortex-A55, contraddistinti dai migliori consumi energetici in assoluto limitatamente alla categoria di dispositivi cui si rivolgono.

ARM presenta i core Cortex-A75 e A55: si punta sull'intelligenza artificiale

Il processore grafico Mali-G72, anch'esso appena presentato, è il 25% più efficiente rispetto al predecessore G71.

I nuovi processori sono stati progettati e sviluppati per supportare al meglio le più moderne applicazioni legate all'intelligenza artificiale e al machine learning.


ARM, società inglese acquisita dal colosso giapponese delle telecomunicazioni SoftBank, è responsabile del design dell'architettura dei processori utilizzati praticamente nella totalità dei dispositivi mobili: Processori smartphone: perché ARM domina e quali sono i SoC migliori?.
Ecco perché le novità periodicamente annunciate da ARM sono sempre di grande rilievo.

I nuovi Cortex-A75 e Cortex-A55 sono le prime CPU a supportare la tecnologia ARM Dinamiq: essa consente ai produttori di SoC l'utilizzo di core di differente potenza per ciascun cluster selezionandoli tra i vari Cortex-A.

Secondo i responsabili di ARM, nel giro di 3-5 anni i processori offriranno performance 50 volte migliori nel campo dell'intelligenza artificiale grazie a una migliore architettura e alle ottimizzazioni software.

ARM presenta i core Cortex-A75 e A55: si punta sull'intelligenza artificiale - IlSoftware.it