7392 Letture

Ad Opera non piace Windows 7 senza browser

Dopo la notizia, diffusasi nei giorni scorsi, che riportava l'intenzione di Microsoft di mettere a disposizione una versione di Windows 7 scevra di Internet Explorer, sono iniziate a susseguirsi le prime reazioni.
Direttamente interessata è Opera che, attraverso le parole del CEO Jon von Tetzchner, ha giudicato insufficienti le misure prese dal colosso di Redmond. Secondo la società norvegese la manovra sarebbe stata posta in essere nel tentativo di evitare eventuali sanzioni da parte dell'Unione Europea. "E' importante invece che venga applicata una soluzione per ravvivare il mercato dei browser web", ha aggiunto Jon von Tetzchner riportando alla luce la proposta di integrare nel sistema operativo di casa Microsoft una schermata attraverso la quale l'utente possa liberamente scegliere il prodotto preferito che intende impiegare per navigare in Rete.
Secondo von Tetzchner, Microsoft starebbe cercando di porre una pietra sopra la questione agendo in maniera analoga a quanto fatto nel caso di Media Player: la versione "N" di Windows XP, sprovvista del riproduttore multimediale, raccolse un numero di vendite mediocre, sempre stando a quanto spiegato dal CEO di Opera.


La decisione della UE dovrebbe giungere nel corso dei prossimi mesi e comunque entro la fine dell'anno. Dalla stessa Commissione si fa presente come non si sia chiesto di eliminare il browser dal sistema operativo ma di introdurre degli strumenti che siano capaci di dare un maggior numero di opportunità di scelta. "La nascita di nuovi servizi online rende i browser web strumenti ancora più importanti sia in ambito aziendale che consumer; la mancanza di una reale possibilità di scelta da parte degli utenti potrebbe rappresentare una minaccia per l'innovazione", si legge in una nota proveniente da Bruxelles.

In un post pubblicato sul suo blog personale, Mitchell Baker - CEO di Mozilla Foundation - si è detta d'accordo con l'aggiunta di una schermata che guidi l'utente all'installazione del browser preferito.

  1. Avatar
    armandocardone
    18/06/2009 15:25:09
    mah... secondo me il problema principale non è la procedura di installazione7scelta... ormai quasi tutti sanno come aggiungere un browser più sicuro e nessuno può costringere un'azienda ad inserire programmi specifici. Il problema principale è che chi realizza siti internet (soprattutto di enti pubblici) dovrebbe smetterla di renderli compatibili al 100% solo con Internet Explorer :evil: Vi assicuro che io mi ci incavolo come una bestia quando mi tocca utilizzare IE anziché il fido firefox per fare operazioni su siti di INPS, INAIL, ecc. E non c'è modo di fare le operazioni online con altro browser che non sia IE!!!!!!!
  2. Avatar
    jedy48
    16/06/2009 22:59:11
    bhè, ma chi comanda Opera? ogni s.o. ha il suo browser , riconosco che Opera è un ottimo browser e lo adopero spesso, ma non può imporre nulla a nessuno tanto anche se in windows cè explorer , in macosx cè safari poi se ad uno non piace si scarica i browser che preferisce no?
  3. Avatar
    MaxZ
    16/06/2009 21:35:53
    Io invece sono del parere che si dovrebbe tornare alla pocedura di Windows 98, dove l'utente poteva scegliere cosa installare e cosa no (non solo internet explorer!)
  4. Avatar
    Tony85
    16/06/2009 13:21:03
    Siiii... una di quelle bellissime (quanto inutili :x procedure guidate) a cui la Microsoft ci ha abituati..... Secondo me fa benissimo a toglierlo, tanto di alternative valide ce ne sono tante.. non c'è bisogno che le ripeta io. La procedura guidata servirebbe solo ad tediare (e stressare) l'utente, così come l'inserimento di inutili messaggi popup che avvisino della mancanza di un browser installato, fino a che l'utente non provveda. Secondo me, la cosa più semplice (e meno invasiva a mio avviso), sarebbe di inserire l'avvertimento di installare un browser, durante la procedura di installazione (intendo aggiungere solo una schermata in cui si avvisa che manca il browser, e di installarne uno per poter navigare in internet) ed eventualmente creare solo un collegamento sul desktop che rimandi ad una apposita pagina internet dove l'utente meno esperto possa rivolgersi per usufruire della procedura guidata... invece, chi non vuole, potrebbe tranquillamente eliminare il collegamento, e provvedere da se all'installazione del suo browser preferito !!!
  5. Avatar
    Suehprom
    16/06/2009 13:14:49
    Non vedo il motivo per cui Microsoft debba dare la finestrella di scelta del browser. A me va benissimo che dica con il mio so c'e' internet explorer 8, se vuoi altri browser scaricateli. A questo punto se l'utente preferisce si scarica Firefox, Opera, Chrome, safari e chi più ne ha più ne metta e lo installa.
  6. Avatar
    Lettore anonimo
    16/06/2009 09:58:54
    La stessa cosa va imposta ad apple su osx
Ad Opera non piace Windows 7 senza browser - IlSoftware.it