2663 Letture

Adobe Photoshop: è ancora troppo presto per i 64 bit

Adobe ha messo in programma lo sviluppo di una versione a 64 bit del suo software ammiraglia per l'"image-editing" - Photoshop - ma ciò non avverrà contemporaneamente con il rilascio di CS3.
Scott Byer, uno dei responsabili tecnici che lavorano allo sviluppo di Photoshop, ha dichiarato che i tempi non sono ancora maturi per il rilascio di una versione a 64 bit del prodotto. Problematiche collegate con la tecnologia, le performance ed il supporto non permettono, allo stato attuale, un rapido rilascio di una versione a 64 bit.
In poche parole, Byer fa il punto della situazione osservando come, sebbene i chip a 64 bit permettano l'accesso a più di 4 GB di memoria, le velocità di accesso alla memoria principale non siano affatto migliori rispetto al passato. Molti chip 32 bit sono poi già in grado di gestire operazioni a 64 bit. Byer continua rimarcando come "il numero delle situazioni in cui un'applicazione sviluppata a 64 bit risulti più performante rispetto alla stessa concepita a 32 bit è piuttosto limitato. Sono le strutture dati a 64 bit, due volte più pesanti rispetto a quelle a 32 bit, a determinare maggiori richieste in termini di memory bandwidth.
Secondo Byer, inoltre, l'adozione di piattaforme a 64 bit è oggi molto limitata tanto da non prevederne una più decisa adozione nemmeno nel corso dei prossimi due anni.
Adobe vede quindi più svantaggi che benefici da un rilascio di Photoshop 64 bit. Ecco quindi perché il software di image-editing resterà a 32 bit ancora per diverso tempo.

Adobe Photoshop: è ancora troppo presto per i 64 bit - IlSoftware.it