419494 Letture

Analisi del registro di sistema di Windows: cos'è, come intervenire, come ottimizzarlo

Ogni applicazione che viene installata in Windows, apporta delle modifiche all'interno del registro di sistema. Questo componente vitale del sistema operativo è considerato lo strumento migliore per la memorizzazione ed il recupero di informazioni relative, ad esempio, alla configurazione di ogni singolo programma.

E' importante, quindi, provvedere periodicamente, e comunque prima di effettuare una qualunque operazione sul registro di sistema, creare una copia di backup dello stesso, da ripristinare subito nel caso in cui dovessero presentarsi problemi.

Utilizzo di Configuration Backup (Windows 95)
Se si utilizza Windows 95, all'interno del CD di installazione è presente un'utilità, poco conosciuta, che consente di creare copie di backup del registro di sistema. Il programma in questione si chiama Microsoft Configuration Backup ed è presente nella cartella \Other\Misc\Cfgback del CD con il nome cfgback.exe. Microsoft Configuration Backup permette di creare fino a nove copie differenti del registro di sistema che vengono memorizzate, con estensione RBK nella cartella principale di Windows 95.
Dopo aver creato una copia di backup del registro di sistema mediante il Microsoft Configuration Backup è consigliabile, per maggior sicurezza, memorizzarla in un disco floppy.
Le copie di backup del registro di sistema possono essere ripristinate eventualmente, in caso di problemi, sempre per mezzo della utility cfgback.exe.

Utilizzo di Emergency Recovery Utility (Windows 95)
Ancora più efficace è il programma Microsoft Emergency Recovery Utility (ERU) che permette, fra l'altro, di mettere al sicuro una copia di sicurezza non solo dei file che costituiscono il registro di sistema ma anche di quelli necessari per il corretto funzionamento del sistema.
ERU è contenuto nella directory Other\Misc del CD d'installazione di Windows 95. Sarebbe bene utilizzare ERU anche prima di installare una qualunque nuova applicazione.




Backup manuale del registro di sistema (Windows 95, 98, ME)
Qualora si utilizzi Windows 95, 98 o ME è possibile creare una copia di backup del registro di sistema percorrendo una via alternativa.
Avviate l'Editor del registro di sistema così come illustrato nelle pagine precedenti, fate quindi clic sul menù File quindi sulla voce Esporta file del registro di sistema...
Specificate quindi cartella di destinazione e nome del file da creare. Potreste, ad esempio, salvare il file REG che verrà creato in un floppy disk da utilizzare in caso di problemi. Attribuite al file da creare, ad esempio, il nome Backup registro.reg. Selezionate come intervallo di esportazione la voce Tutto quindi cliccate sul pulsante Salva.



Qualora, dopo un intervento sul registro di sistema, dovessero presentarsi problemi, potrete ripristinare il registro allo stato iniziale semplicemente facendo doppio clic sul file REG poco fa creato.
Tenete presente che facendo doppio clic su tale file verranno annullate tutte le modifiche applicate al registro di sistema a partire dalla creazione di tale file.
Notate altresì che questo metodo non funziona su sistemi Windows NT/2000: questi sistemi operativi sono infatti dotati di funzionalità di protezione aggiuntive che non consentono il ripristino manuale del registro di sistema.

Backup automatico utilizzando Scanreg (Windows 98, ME)
Chi utilizza Windows 98 o Windows ME è più fortunato. In questo caso è infatti proprio il sistema operativo che si incarica di creare automaticamente ed in maniera del tutto trasparente all'utente, copie di backup dei file che costituiscono il registro di sistema. Ad ogni avvio del sistema il registro viene analizzato: se viene individuato un problema il registro viene rimpiazzato con la copia di backup.
Lo strumento di Windows 98, incluso poi anche nel successivo Windows ME, che esegue tale operazione si chiama Registry Checker. Per avviarlo manualmente da Windows è sufficiente fare clic sul pulsante Start quindi su Esegui, scrivere SCANREG e premere il pulsante OK.
In questo modo sarà possibile "forzare" il sistema operativo a creare immediatamente un'altra copia di backup del registro di sistema.

Se un giorno Windows 98/ME non dovesse malauguratamente avviarsi, sarà semplice ripristinare una copia "sana" del registro di sistema.

Ecco la procedura da seguire:
1. Premete il tasto CTRL prima della comparsa della schermata di avvio di Windows 98/ME
2. Selezionate la voce che consente di portarsi al prompt di MS DOS
3. Digitate SCANREG, selezionate la voce "Restore" quindi premete il tasto Invio. In questo modo vi sarà possibile scegliere la copia di backup del registro di sistema che desiderate ripristinare.
Tenete presente che le varie copie di backup del registro di sistema vengono memorizzate nella cartella \WINDOWS\SYSBCKUP e denominate RB00xx.CAB (dove xx è un numero compreso fra 00 e 99).
L'utilità Scanreg è "pilotata" dal file scanreg.ini situato nella cartella principale di Windows (generalmente è c:\windows). Si tratta di un file testuale, di cui può esserne visualizzato il contenuto semplicemente facendo doppio clic su di esso, contenente i seguenti parametri:
Backup
Se si attribuisce il valore 1 verrà automaticamente effettuato il backup del registro di sistema all'avvio di Windows 98, se si specifica il valore 0 il backup non verrà effettuato (scelta fortemente sconsigliata)
Optimize
Se è presente il valore 1 il Registry Checker farà una diagnosi del registro: se vengono trovati più di 500kb di spazio inutilizzato all'interno del registro questi verranno recuperati; se è attribuito il valore 0 non verrà effettuata alcuna diagnosi (scelta sconsigliata)
MaxBackupCopies
Parametro che permette di specificare il numero massimo di copie di backup che possono essere memorizzate. È permesso inserire un valore compreso fra 0 e 99
BackupDirectory
È possibile specificare una cartella all'interno della quale devono essere salvati i file di backup. Se non viene specificato alcunché la directory predefinita è \windows\sysbackup.
Files
Qui è possibile specificare una lista di file che devono essere memorizzati nei file CAB di backup oltre a quelli relativi al registro di e ai file win.ini e system.ini. I file aggiuntivi devono essere specificati dopo Files= nella forma [codicedir],[file1],[file2],[file3].
A [codicedir] va sostituito uno dei seguenti codici:
10 cartella di Windows (per esempio c:\windows)
11 cartella di sistema di Windows (per esempio c:\windows\system)
30 cartella radice (per esempio c:\)
31 cartella d'avvio host (per esempio c:\)
Al posto di [file1],[file2],[file3],.... potranno essere specificati i nomi dei file da inserire nel file CAB di backup.


Per ripristinare la copia salvata del registro di sistema è consigliabile riavviare il sistema in modalità MS DOS oppure utilizzare un dischetto di avvio, portarsi nella directory \WINDOWS\COMMAND quindi digitare dal prompt quanto segue:
SCANREG /restore
L'utility Scanreg controllorerà lo stato attuale del registro di sistema e proporrà il ripristino di una delle copie di backup memorizzate in precedenza. Il backup in testa alla lista è quello effettuato più di recente: selezionatelo quindi premete R per avviare l'operazione di ripristino.
Al termine dell'operazione potete riavviare il sistema.


Backup mediante la creazione del disco di ripristino (Windows 2000/NT)
In Windows 2000, dopo aver cliccato su Start, Programmi, Accessori, Utilità di sistema, Backup, selezionate la scheda Generale quindi cliccate sul pulsante Disco di ripristino.
Vi sarà chiesto di inserire un floppy disk da 1,44 MB già formattato.
Il disco di emergenza così creato, vi consentirà, tra l'altro di ripristinare anche la copia di backup del registro di sistema.

Windows NT offre molte modalità per la creazione di una copia di backup del registro.
Cliccate su Avvio, Esegui... quindi digitate quanto segue:
RDISK /s
Questo comando vi permetterà di salvare su un dischetto una copia di backup dei file che compongono il registro di sistema. Alla fine del processo di creazione della copia di backup, Windows passerà alla preparazione di un disco di emergenza (come nel caso di Windows 2000).

Analisi del registro di sistema di Windows: cos'è, come intervenire, come ottimizzarlo - IlSoftware.it - pag. 4