32825 Letture

Analisti: la "resurrezione" di Windows 98? Merito di Linux

Il giorno dopo la diffusione della notizia del prolungamento del supporto a Windows 98 da parte di Microsoft, gli analisti dicono la loro, sostenendo che il vero motore della decisione presa dalla società di Redmond non sia semplicemente la risposta alle richieste di una base clienti comunque importante e significativa, bensì una sorta di difesa preventiva nei confronti del "pericolo Linux".
Detto in altri termini, il punto per le aziende non è semplicemente aggiornare, ma essere messe nella reale possibilità di valutare possibili alternative, che in questo caso hanno le sembianze di un pinguino.
L'estensione del supporto a Windows 98, sebbene privo degli aggiornamenti di sicurezza e dunque potenzialmente più vulnerabile, è per Microsoft un ulteriore strumento per legare a sé aziende poco propense a rinnovare non fosse altro per non dover sottostare a tutti i necessari iter di "ripensamento" e di training.
Secondo la statunitense RedMonk, ad esempio, Microsoft non avrebbe avuto molte alternative. È vero che è al momento improbabile che tutti gli attuali utenti di Windows 98 decidano di passare a Linux, ma è altrettanto vero che l'alternativa oggi c'è. Ma non è questo il solo motivo di una decisione considerata forzata. RedMonk semplicemente sostiene che siano ancora molte le realtà che non possono permettersi i budget necessari al rinnovo dell'hardware legato all'aggiornamento del sistema operativo e sono giocoforza costrette a mantenere ciò che già hanno.
Ovum, da parte sua, guarda un pò più avanti e sostiene che non solo il pericolo Linux sia il driver dell'ultima mossa di Microsoft, ma che possa diventare anche il motore di un significativo cambio nella strategia commerciale di una società finora poco propensa a trattare sui prezzi fissati per i propri prodotti e già oggi più disponibile soprattutto in tutti quei mercati in cui la concorrenza si gioca anche sui margini.
Decisamente più possibilista è invece Gartner, che di fronte alle affermazioni delle altre società di analisi ricorda che molte aziende hanno un commitment a lungo termine con il mondo Windows, soprattutto per quanto concerne soluzioni e applicazioni personalizzate. E il passaggio da un mondo Windows-based a Linux richiederà ancora tempo per essere effettivo.
www.01net.it

Analisti: la