6077 Letture

Android ed iOS guidano ma terzo arriva Windows Phone

L’obiettivo fissato di diventare il terzo player nella partita per conquistare il mercato degli smartphone sembrerebbe raggiunto.

Gli ultimi dati, pubblicati in queste ore dal Kantar Worldpanel ComTech e relativi ai tre mesi da maggio a luglio, accreditano a Windows Phone crescite importanti, che collocano il Sistema operative di Microsoft tra I player più significativi del comparto.


È chiaro, la partita si gioca soprattutto tra Android e Apple, con il sistema operativo di Google ormailanciato in corsa solitaria, tuttavia la crescita di Windows Phone, a discapito di altri sistemi operative, è evidente.

”E’ facile dimenticarsi che esiste un terzo sistema operativo, quando Android e Apple fanno la parte del leone” - è il commento della società di analisi - ”tuttavia Windows Phone sta emergendo come competitor reale e gli smartphone entry level di Nokia, come il Lumia 520, rapprsentano oggi una quota del 10 per cento in mercati come la Gran Bretagna, la Francia, la Germania e il Messico”.

E proprio in Messico, Windows Phone si attesta oggi come secondo player, alle spalle di Android che guida con una share del 60 per cento, lasciandosi alle spalle un iOs fermo al 9,2 per cento.

Al di là delle cifre, che poi analizzeremo nel dettaglio, è interessante la disamina delle dinamiche, così come proposta da Kantar Com Tech.

Secondo la società di analisi, infatti, Windows Phone non sta portando via utenti alle due principali piattaforme: solo il 27 per cento degli utenti cambia e quando il cambiamento avviene, spesso si tratta di uno scambio tra le due.

Piuttosto, sta conquistando i cosiddetti “first time user”, vale a dire gli utenti che non hanno ancora effettuato il passaggio da un feature phone a uno smartphone: in questo caso la capacità di attrazione di Windows Phone si è fatta sentire sul 42 per cento degli utenti, ben al di sopra di quanto raggiunto da Android e iOs.


Se si considera – ed è questa di nuovo la riflessione di Kantar Com Tech – che a livello mondiale oltre la metà degli utenti mobili ancora utilizza feature phone, è chiaro non solo che Windows Phone ha davanti a sé ottime opportunità per dare battaglia, ma anche che le mosse di Apple e Samsung sulla fascia low cost sono il prodromo di una competizione tutta da giocare.


Per quanto riguarda infine la ripartizione tra regioni e singoli Paesi è sicuramente interessante: se è vero che le linee guida ci sono, è altrettanto vero che gli scostamenti sono importanti, sintomo di un equilibrio tutto da creare.


Negli Stati Uniti il gap tra iOs e Android si è ristretto: se nel 2012 il trimester oggetto delle misurazioni si era chiuso con Android al 58% e iOs al 35,6 per cento, ora iOs risale al 43,4 per cento, mentre Android arretra appena al di sopra del 51 per cento.

Sparisce completamente Symbian, BlackBerry arretra appena sopra l’1 per cento, mentre Windows Phone cresce fino al 3,5 per cento.


Per quanto riguarda invece l’area europea, e in particolare l’insieme registrato in Germania, Francia, Italia, Regno Unito e Spagna, Android sale al di sopra del 69 per cento, conquistando quasi tre punti percentuali anno su anno, iOs passa dal 14,8 al 17,9 per cento, mentre Windows Phone sale da un 4,9 per cento a un più significativo 8,2%.

Cala BlackBerry, che scende dal 6,7 al 2,4 per cento, mentre Symbian va lentamente a morire.

In tutto questo scenario, le differenze tra i singoli Paesi sono notevoli.

Così, Spagna, Italia e Germania, premiano Android, attestato al 71 per cento da noi, con una crescita del 12,8 per cento anno su anno, alla soglia del 77 per cento in Germania e appena sotto il 90 per cento in Spagna, dove lascia iOs fermo al 6,1 per cento.

iOs ruba spazio ad Android in Gran Bretagna, dove cresce del 7,8 per cento a una share del 31,1 per cento e lasciando scivolare il sistema operativo di Google di quasi quattro punti al 55,2 per cento.

Windows Phone piace ai francesi: conquista l’11 per cento del mercato con una crescita del 7,4 per cento. Piace anche in Uk e Germania: in entrambi i casi le crescite sono interessanti.

Lascia invece più tiepidi sia gli italiani, sia gli spagnoli: in Italia, pur attestandosi al 7,8 per cento, è in leggero regresso rispetto all’anno precedente, mentre in Spagna non raggiunge ancora il 2 per cento degli utenti.

www.01net.it

  1. Avatar
    Roberto O.
    02/09/2013 16:23:13
    Sono stato uno dei primi acquirenti di windows phone convinto che potesse avere un futuro pero da 7.5 è stato fatto l'upgrade solo alla versione 7.8 per poi passare alla 8, totalmente differente e incompatibile con il mio Lumia 800. Noi primi acquirenti siamo stati totalmente lasciati fuori da aggiornamenti e migliorie, senza parlare delle applicazioni,sono rimasto veramente deluso dalla politica commerciale di nokia e wp. Mi sono ripromesso che il prossimo telefono sarà un Samsung con Android, ringraziando Nokia per avermi fatto spendere 600 euro per un telefono che adesso vale zero e devo dire che sono molto molto arrabbiato
Android ed iOS guidano ma terzo arriva Windows Phone - IlSoftware.it