15573 Letture

Apple iOS 6.0: l'aggiornamento non è per tutti

Confermando quanto promesso nella presentazione del 12 settembre scorso, Apple ha reso disponibile iOS 6, l'attesa nuova versione del sistema operativo per i dispositivi mobili della Mela. Come da parecchio tempo è ormai noto, diverse sono le novità che introduce questo aggiornamento, a partire da un sistema di mappe e navigazione sviluppato dalla stessa Apple (e che sostituisce quello precedente che faceva capo a Google Maps), dall'ampliamento delle capacità dell'assistente vocale Siri (compresa la capacità di interloquire in più lingue, italiano compreso) e l'integrazione con Facebook.
Ma iOS 6 introduce anche la possibilità di effettuare conversazioni tramite FaceTime su rete cellulare, creare foto panoramiche e condividerle in streaming, oltre a una serie di ritocchi a Mail, Safari, l'App Store e diverse altre applicazioni.


Si tratta evidentemente di un aggiornamento importante, che potrà essere installato solo da chi possiede un iPhone almeno 3GS, un iPad almeno di seconda generazione e un iPod almeno di terza generazione.

Ma tra questi utenti potranno avvantaggiarsi appieno di tutte le nuove funzioni solo i possessori dell'iPhone 4S e dell'iPad di ultima generazione. Per gli altri esiste una serie di limitazioni che è direttamente collegata con l'età del dispositivo stesso. Così, per esempio, chi usa un iPhone 3GS non potrà usare il nuovo sistema di navigazione e la sua visualizzazione 3D, Siri, FaceTime su rete cellulare e la condivisione di foto in streaming. Non potrà nemmeno fare foto panoramiche o usare le opportunità di lettura offline consentite dal nuovo Safari. Dal canto suo, chi usa l'iPhone 4 perde “solo” la navigazione con la vista 3D, FaceTime su rete cellulare e Siri.

Analogamente, i possessori dell'iPad 2 non potranno usare Siri, cosa che sarà invece consentita a chi usa un iPod di terza generazione.


Insomma, iOS 6 porta numerose innovazioni ma molte delle innovazioni nascono pensando principalmente all'impiego sull'iPhone 5 e sui dispositivi che verranno. Non che questa sia una novità per l'aggiornamento del sistema operativo mobile di Apple, ma forse in questa occasione le limitazioni per i prodotti più datati sono un po’ più rilevanti che in passato.

Ricordiamo che si può installare iOS 6 attraverso iTunes (sia da Mac sia da Pc), di cui è bene scaricare la più recente versione 10.7. Forse il metodo più pratico è quello di scaricare direttamente sul dispositivo la nuova versione del sistema operativo. In questo senso, si deve entrare in Impostazioni, scegliere Generali e quindi Aggiornamento Software. Il download è inferiore ai 600 MB ma per effettuare l’operazione è necessario avere almeno 2,5 GB di memoria libera. Un paio di consigli per chi si volesse mettere all’opera: effettuare pima il backup dei dati più importanti e fare l’aggiornamento con il dispositivo mobile connesso con la presa di alimentazione elettrica.

www.01net.it

Apple iOS 6.0: l'aggiornamento non è per tutti - IlSoftware.it