3931 Letture

Appuntamento a settembre con Windows Server 2012

La seconda giornata della WPC (Worldwide Partner Conference) di Microsoft si è aperta all'insegna di Windows Server.
È stato Satya Nadella, Presidente di Server and Tools Business, ad annunciare la RTM del sistema operativo per il mese di agosto, alla quale farà seguito la disponibilità generale in settembre. "Al momento - ha dichiarato - abbiamo mezzo milione di utenti che stanno lavorando sulla Candidate Release e 250 clienti la stanno già provando".

Ma, al di là dell'annuncio di prodotto, a Nadella preme sottolineare in questa occasione l'attenzione che Microsoft sta portando alla creazione di un ecosistema integrato che punta al cloud.

Un ecosistema nel quale Windows Server e Azure costituiscono la piattaforma sulla quale confluiscono le proposte Windows Live, Dynamics Crm, Dynamics Crm Online, Xbox Live, Office 365, Bing, MSN.


"Abbiamo un set completo di elementi che operano su scala cloud - prosegue - e siamo dunque in grado di rispondere a quel 73 per cento di imprese che dichiara di voler utilizzare cloud private così come a quel 37% di realtà che identificano nelle cosiddette applicazioni moderne una priorità critica".

Tra le novità per i partner annunciate da Nadella, la Community Technology Preview indirizzata ai provider dei servizi di hosting che consentirà loro di utilizzare i datacenter Windows Server per erogare funzionalità compatibili con i servizi che girano su Azure, come web hosting ad alta densità, hosting di macchine virtuali o ancora portali di management unificati.

Nuovo è anche il programma Switch to Hyper-V, indirizzato ai chi migra da VMware alla virtualizzazione di Microsoft, ricco di corsi di formazione e strumenti in ausilio alle attività di migrazione.


È toccato invece a Kirill Tatarinov, presidente della Business Solutions Division di Microsoft, parlare di Dynamics. Poche le novità su questo fronte.
Tatarinov ha sottolineato come circa il 60% dei clienti Dynamics Crm sta attualmente scegliendo le soluzioni in cloud ed è quindi su questo aspetto che si è concentrata l'attenzione dei tecnici di Redmond.
Tremila i partner presenti per quella che è la divisione più giovane di Microsoft che, sottolinea Tatarinov, "non solo sta crescendo molto, ma sta erodendo quote" a quelle realtà che sino ad oggi hanno monopolizzato il mercato.

Quanto alle prospettive, Tatarinov ha lanciato un messaggio chiaro: "tutti i prodotti del portafoglio saranno aggiornati e tutti saranno portati verso Windows 8, Windows Phone e Windows Azure".

Appuntamento a settembre con Windows Server 2012  - IlSoftware.it