8397 Letture

Arriva il registro contro le chiamate indesiderate

Recependo una direttiva europea, anche l'Italia si doterà presto di un suo "registro pubblico delle opposizioni". Si tratta di un elenco contenente le numerazioni telefoniche degli utenti che non desiderano essere contattati dalle società che si occupano di telemarketing. Una misura che mira ad azzerare la ricezione di chiamate promozionali da parte degli utenti che esprimeranno un esplicito dissenso. L'iscrizione alla "black list" nazionale potrà avvenire utilizzando molteplici canali (compilazione di un modulo elettronico, invio di un'e-mail, fax o contatto telefonico) e sarà gestita da un soggetto terzo scelto dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Gli operatori che effettuano chiamate di tipo promozionale, per l'invio di materiale pubblicitario, per la vendita diretta o per ricerche di mercato, saranno autorizzate a contattare solamente gli utenti consenzienti ossia coloro che non risultano iscritti nello speciale registro istituito da Ministero.


Le società di telemarketing dovranno registrarsi al sistema pagando una quota: le liste via a via aggiornate e pubblicate avranno validità limitata in modo da costringere gli operatori ad adeguare frequentemente le proprie basi di dati.

Secondo il Garante della Privacy permarrebbero comunque alcune difficoltà con particolare riferimento alle persone anziane: un impianto del genere presume che sia l'abbonato al servizio telefonico a farsi "parte attiva" ed a richiedere la sua iscrizione nel registro pubblico. Un'operazione, questa, che un anziano potrebbe non riuscire a portare a termine.
Non è poi specificato entro quanto tempo una numerazione verrà aggiunta al registro e non è ancora chiaro se vi sarà modo di verificare, attraverso un pannello di consultazione pubblico, se tale operazione sia andata a buon fine.

  1. Avatar
    lulù
    13/07/2010 19:11:47
    Tutti con la segreteria telefonica??? Se uno anonimo chiama e trova la segreteria una volta, la seconda, la terza ecc. prima o poi lascia perdere. Se è qualcuno che si conosce, si risponde subito o dopo aver sentito il messaggio. Nessuno scocciatore lascia messaggi per essere richiamato... visto che poi tanto non lo si richiama!
  2. Avatar
    Michele Nasi
    13/07/2010 16:07:41
    Danilo, siamo perfettamente d'accordo. Infatti avevo riportato questa osservazione anche nel testo della news. Ritengo comunque sia sempre interessante, indipendentemente dal provvedimento di cui ho dato notizia quest'oggi, proporre strumenti che possano aiutare a risolvere dei problemi, sia in ambito aziendale che domestico.
  3. Avatar
    Danilo_BB
    13/07/2010 15:59:01
    "crearsi una sorta di PBX" ? E gli anziani che fanno ? E perchè devo diventar matto io per bypassare i "rompi" ? E se sono anonimi che fare ?
  4. Avatar
    CarloEnrico
    13/07/2010 15:43:52
    Mi sembra una cosa quantomeno in malafede, ci prendono tutti per cretini. Fare il contrario no eh? Io ormai non rispondo più se non vedo il numero chiamante, ma non è una soluzione, infatti mi è capitato un paio di volte di aver rifiutato delle chiamate inviate dal centralino di qualche grosso ufficio.
  5. Avatar
    Michele Nasi
    13/07/2010 14:41:05
    Ad ogni modo c'è anche la possibilità di crearsi una sorta di PBX configurato in modo tale da "filtrare" le chiamate anonime. Tornerò sull'argomento nelle pagine de IlSoftware.it...
  6. Avatar
    pietrosg
    13/07/2010 14:36:56
    E' una follia generale, anzi è una lotta a chi è il più cretino. Ho cercato un apparecchio telefonico capace di bloccare o deviare le chiamate anonime e la risposta è stata addirittura di scherno (Telecom). "Chi telefona ha il diritto di nascondere il numero chiamante". Ho scoperto anche che è possibile avere in chiaro le chiamate anonime, basta pagare un fisso di 150€ (Centocinquanta euro!) per 10 gg. Chi ci governa, a tutti i livelli, è estremamente lontano dalla gente e la distanza aumenta....
  7. Avatar
    valedux
    13/07/2010 12:15:01
    Citazione: un impianto del genere presume che sia l'abbonato al servizio telefonico a farsi "parte attiva" ed a richiedere la sua iscrizione nel registro pubblico. Un'operazione, questa, che un anziano potrebbe non riuscire a portare a termine.
    ma ci vuole tanto a pensare di fare il contrario allora? Nel registro ci vanno quelli che vogliono riceve le telefonate promozionali!!!!! Sicuramente sono molte di più le utenze di persone che non vogliono essere importunate che quelle di chi non si fa problemi a ricevere offerte telefoniche. Sarebbe anche più pratico gestire il registro che sarebbe così più snello..mah mi sembra di stare a dire una cosa così ovvia e banale che sono costretto a pensare male...diciamo pure che conviene così: in questo modo le società di marketing continueranno a telefonare a chiunque visto che di questo registro non si parlerà, non verrà pubblicizzato, nessuno riuscirà a capire come fare per iscriversi, si telefona al call center dell'operatore, si chiede e ci si sente dire che questo registro non esiste, che loro non ne sanno niente, che è ancora in fase di realizzazione.....le solite. Dovrò continuare a fare brutto a ogni operatrice che mi chiama per dirmi che in questi giorni è arrivata l'adsl nel mio comune..."ma va? tu pensa che io la uso da 5 anni!"..e lei mi chiede quanto pago e a qualsiasi cifra le dico è in grado di presentarmi una promozione che pago sicuramente di meno..."Signorì, forse non ci siamo capiti, a me mi piace pagare tanto vabbè? Io più pago e più sono contento..le vostre offerte sono troppo economiche...non mi chiamate più!!!"
Arriva il registro contro le chiamate indesiderate - IlSoftware.it