5284 Letture

Assicurazione RCA sotto il controllo di tutor e videocamere

Chi circola per le strade senza assicurazione commette un reato, un atto irresponsabile e criminoso. Eppure sarebbero circa 3,5 milioni i veicoli circolanti in Italia senza alcuna copertura assicurativa.

Ed oggi, finalmente, vengono messi nelle mani delle autorità gli strumenti giusti per reprimere un fenomeno che in Italia ha assunto livelli mai visti rappresentando anche un vero e proprio problema sociale.

Tutor e autovelox controlleranno validità dell'assicurazione e revisione periodica

Colui che circola con un veicolo sprovvisto dell'obbligatoria protezione assicurativa verso terzi (RCA) rischia una sanzione amministrativa da 841 a 3.287 euro oltre al sequestro del mezzo.

Assicurazione RCA sotto il controllo di tutor e videocamere

Tale sanzione può essere ridotta ad un quarto quando il trasgressore dispone di una polizza assicurativa che però è ormai scaduta ma si attiva per ripristinarla nei 15 giorni successivi alla contestazione (o nel caso in cui il veicolo dovesse essere demolito nel giro di un mese).


Il problema, però, è che fino ad oggi in pochi hanno pagato veramente perché per elevare una contravvenzione rispetto alla mancanza della polizza assicurativa RCA è necessaria la contestazione de visu da parte delle autorità.

Un emendamento, approvato oggi in commissione Bilancio alla Camera e a firma del deputato Sergio Boccadutri, dovrebbe finalmente aiutare a contrastare seriamente il problema dei veicoli circolanti senza copertura assicurativa.

Secondo quanto stabilito dal legislatore, infatti, strumenti quali tutor, autovelox e telecamere potranno essere utilizzati per effettuare verifiche ed elevare contravvenzioni nel caso in cui un veicolo dovesse circolare senza RCA in corso di validità, con copertura assicurativa o revisione scaduta.


Lo strumento normativo approvato quest'oggi colma anche una evidente lacuna emersa dallo scorso 18 ottobre. Da allora, infatti, il proprietario di un veicolo non è più obbligato ad esporre, in bell'evidenza, il contrassegno assicurativo ("dematerializzazione del contrassegno RCA") ma è tenuto a portare con sé - conservandola nel veicolo stesso - la copia della polizza RCA in essere (da usare tra l'altro in caso di incidente).

Grazie al provvedimento odierno, potranno essere avviate verifiche a tappeto controllando i numeri di targa ed elevando sanzioni nel caso in cui il veicolo circolasse senza che il proprietario abbia provveduto agli adempimenti di legge (stipula di una polizza assicurativa e revisione periodica). Le verifiche saranno svolte in maniera automatica per mezzo di tutor, autovelox e telecamere che potranno incrociare i numeri di targa rilevati con il database del Ministero.

Nell'articolo Controllare se un veicolo è senza assicurazione o rubato abbiamo spiegato come chiunque possa verificare la copertura assicurativa di qualunque veicolo in tempo reale.

In questa pagina viene descritta la snervante procedura che fino ad oggi hanno dovuto seguire coloro che hanno avuto la sfortuna di subire un danno da parte di un soggetto conducente un veicolo non assicurato.

  1. Avatar
    Aristoteles
    19/12/2015 17:46:15
    Alla fine tutto si riduce a trovare una scusa per rubare più soldi possibili alla gente. Ci controllano sempre di più alla faccia della privacy, fra poco sembrerà di stare al Grande Fratello. E la cosa più grave è che a dispetto di quello che pensano gli italiani questi continuano a fare quello che gli pare, e qualcuno li vota pure..... Se continua così chi avrà più il coraggio di farsi una doccia..... :guardaintorno: :guardaintorno: :guardaintorno:
  2. Avatar
    Guiseppe Verdi
    19/12/2015 03:35:35
    Sempre di più il 'Legislatore' e' lontano dai problemi della gente e vicino alle lobbies europee delle assicurazioni !!! Quando il legislatore fara' una legge che impone alle compagnie assicurative una dettagliata fattura della costosissima assicurazione e imporre alle stesse di NON poter superare i costi delle altre compagnie europee? Quando per legge verra' imposta una rata assicurativa FISSA per tutto il territorio europeo? L'onorevole Bersani c'ha provato a limitare la voracita' delle compagnie assicurative e le potenti lobbies europee delle assicurazioni lo ha fatto fuori con gli 'amici' del suo partito. Questi sono i veri attori in gioco, nel gioco sporco delle assicurazioni. Quando verrà imposto per legge che le macchine NON possano superare i massimi limiti di velocita' (=130 Kmh) ? Ne va della salute della gente (minore smog), minori incidenti mortali., minori costi sociali (le macchine consumano di meno). Il legislatori nominati dai partiti seguono le logiche dei partiti, ovvero le logiche delle lobbies economiche che pagano le spese del partito in cambio della nomina da parte del partito, dei loro politicanti asserviti alle logiche delle lobbies. OCCHIO !
  3. Avatar
    terraneoroot
    18/12/2015 18:11:09
    Citazione: Chi circola per le strade senza assicurazione commette un reato, un atto irresponsabile e criminoso.
    .. E che termine usereste "voi altri" per descrivere coloro che permettono alle compagnie assicurative di trattare la gente , a monte, come dei truffatori ai danni delle stesse facendo pagare polizze con cifre stratosferiche solo perchè la prima volta assicurati :idea: Sampei Nihira nel suo intervento (che tra l'altro condivido) parlava proprio di Napoli,dove io vivo e vi posso garantire che ho sceso giù un motorino 50 dove pagavo meno di 100 euro di assicurazione : voilà lo porto a Napoli e per lo stesso motorino mi viene imposto 1.480,00 (MILLEQUATTROCENTOOTTANTA Euro) la più economica! Le auto? Idem e pure peggio. Perchè non trovano il sistema di punire gli intrallazzatori invece che sparare sul mucchio? Beh io un idea e pure ben precisa ce l'ho sul come definire certa gente :!: Buona sera. Edit: intanto Verifica RCA Italia non funziona più,almeno mi pare.
  4. Avatar
    Mago di Oz
    18/12/2015 17:01:51
    Citazione: Che paese........ :gratgrat: :gratgrat:
    Bravo Sampei, le tue considerazioni non fanno una grinza, ti quoto al 110%. Ciao
  5. Avatar
    Sampei Nihira
    18/12/2015 16:46:20
    Se da una parte il Legislatore (si noti che l'ho scritto ingiustamente in maiuscolo) colma una sua mancanza...quindi visto che è una sua mancanza sarebbe meglio mettere tale Legislatore a cogliere i pomodori invece che a legiferare dall'altra sarebbe meglio domandarsi perchè tutto ciò ? Qualche punto da riflettere sotto: a) Non sarebbe più giusto sopratutto per i ragazzi neopatentati avere a disposizioni assicurazioni auto che NON costano cifre esorbitanti e talvolta superiori allo stesso costo delle auto che guidano ? b) Invece di fare le revisioni ogni 2 anni dopo i 4 da veicoli nuovi non sarebbe meglio controllare maggiormente coloro che guidano drogati,ubriachi,con i cellulari all'orecchio................................ c) Si adottano queste tecnologie anche per contrastare in modo più incisivo i furti di autoveicoli ? Bene peccato che chi subisce un furto di un autoveicolo ed ha la fortuna che le forze dell'ordine gli ritrovano il mezzo rubato quasi sempre rientrano in possesso del veicolo solo dopo 2 mesi e spesso anche 3 mesi. Del resto vogliamo fare fare ai giudici gli straordinari ? Io conosco personalmente varie figure lavorative a cui è stato rubato e per fortuna ritrovato il mezzo di lavoro che sono dovuti stare in "ferie forzate" per tutto questo tempo !!!!!! d) E per ultimo le persone veramente pericolose che solo lasciate impunemente libere di circolare e magari fare altri................."danni". Che paese........ :gratgrat: :gratgrat:
Assicurazione RCA sotto il controllo di tutor e videocamere - IlSoftware.it