Sconti Amazon
mercoledì 5 novembre 2014 di 36793 Letture

Aumentare la durata della batteria su Android

Le batterie agli ioni di litio non dovrebbero essere scaricate completamente mentre si dovrebbero preferire ricariche frequenti. Questo aspetto, infatti, è ben evidenziato da parte di un'applicazione come Battery Doctor che appunto invita l'utente a non attardarsi nella ricarica oltre il 20% di autonomia residua e consiglia di mantenere in salute la batteria con un ciclo di carica in tre fasi.

È altresì sconsigliabile lasciare il dispositivo mobile per molto tempo collegato alla rete elettrica. Uno dei peggiori nemici delle batterie agli ioni di litio è infatti il calore: un eccessivo surriscaldamento contribuisce a ridurne drasticamente la vita. Per dare un numero, la batteria non dovrebbe mai e poi mai superare i 60 °C.

Si può usare lo stesso caricatore per tutti i dispositivi?

Lo standard utilizzato per i caricabatterie per smartphone e tablet è il connettore Micro USB.

Nonostante il connettore sia spesso identico, è sempre bene utilizzare solo ed esclusivamente il caricatore accluso con il proprio dispositivo mobile o con il proprio notebook.

I caricabatterie Micro USB, in termini del connettore utilizzato, sono tutti quindi molto simili: quelli destinati ai dispositivi Android, Windows Phone e BlackBerry sono spesso simili. L'aspetto che riveste un'importanza a dir poco fondamentale, però, è verificare le differenze tra i caricabatterie in termini di amperaggio e tensione. Apple, da parte sua, fornisce un adattatore Lightning-to-Micro-USB e da parte sua, almeno in Europa, tutti i produttori potrebbero essere obbligati ad adottare il connettore Micro USB.

In Europa e Nord America i caricabatterie sono compatibili con le prese elettriche con tensioni 100-240V e frequenza 50-60 Hz (sul sito World Plugs si possono verificare le differenze tra i vari Paesi del mondo). Ciò che di solito varia da un caricabatteria all'altro è l'amperaggio.

Per evitare di danneggiare la batteria è quindi indispensabile rispettare il voltaggio. L'amperaggio garantito da caricatore, invece, può essere diverso da quello del caricabatterie originale, con la differenza che un valore inferiore dilaterà i tempi di ricarica mentre uno maggiore li ridurrà.

Un caricatore USB da 500 mA (0,5A), ad esempio, certamente permetterà di ricaricare la batteria di qualunque smartphone ma ciò avverrà in tempi notevolmente più lunghi.

Mentre di solito i caricabatterie per gli smartphone sono intercambiabili, quelli utilizzati dai principali modelli di tablet non lo sono.


I più scaricati del mese

Buoni regalo Amazon
Aumentare la durata della batteria su Android - IlSoftware.it - pag. 3