2621 Letture

Battaglia AMD-Intel: Skype citata in giudizio

Dell'accordo tra Skype ed Intel si è cominciato a parlare già a fine Agosto 2005. La tecnologia VoIP andrà a braccetto con la prossima generazione di processori dual-core di Intel. L'obiettivo primario consiste nel migliorare ulteriormente la qualità delle conversazioni SkyPE ed il numero dei partecipanti alle varie sessioni VoIP agendo principalmente sui codec adottati. Nel dettaglio sarà possibile fare conference call fino a 10 utenti a patto di avere Skype 2.0 e un processore Intel dual core, sia sul lato notebook (Centrino Duo) che desktop (Pentium D). Precedentemente, il limite era fissato a 5 utenti e tale valore continua a rimanere valido per chi usa processori AMD anche dual core. Questo è solo l'inizio della collaborazione. Skype ottimizzerà il codice in modo che il flusso audio e video vengano gestiti come due processi separati (e non come unico thread come è attualmente), con evidente beneficio in termini di performance quando si userà una piattaforma dual core.
Ma AMD non ci sta e cita in giudizio Skype all'interno della denuncia presentata presso l'antitrust nei confronti di Intel. AMD richiede che vengano rese note tutte le informazioni riguardanti gli aspetti tecnici che rendono possibile l'effettuazione di chiamate VoIP anche tra dieci persone su piattaforma Intel.
Le accuse nei confronti di Intel hanno iniziato a prendere vigore già a partire dal mese di Giugno 2005 quando AMD dichiarò come l'azienda rivale stesse adottando strategie discutibili per ostacolare le possibilità del concorrente.

Battaglia AMD-Intel: Skype citata in giudizio - IlSoftware.it