7076 Letture

Bill Gates smentisce: "non tornerò alla guida di Microsoft"

Bill Gates ha voluto smentire le voci che sono iniziate nei giorni scorsi e che suggerivano un imminente suo ritorno alla guida di Microsoft. Il fondatore del colosso di Redmond, pur confermando il suo impegno - definito part-time - con la società, ha chiarito che tutti i suoi sforzi restano concentrati sulla fondazione creata nel 2000 insieme con sua moglie Melinda. Con un patrimonio di quasi 30 milioni di dollari, la Fondazione Bill & Melinda Gates è considerata la fondazione più grande del mondo, attiva nella ricerca medica, nella lotta all'AIDS ed al miglioramento delle condizioni di vita delle popolazioni del terzo mondo. Dopo aver lasciato le redini di Microsoft nel 2006, Gates ha chiarito che la fondazione sarà l'unica cosa alla quale si dedicherà principalmente per il resto della sua vita.

Gates ha confermato di essere chiamato ad esprimersi su alcune decisioni in Microsoft, tutt'oggi (sarebbe accaduto anche nel corso dell'ultima settimana), ma non vi sarebbe alcun cambiamento in vista.


Secondo alcuni, Gates non avrebbe avuto le intuizioni di Steve Jobs per quella che lo stesso fondatore di Apple, recentemente scomparso, definì "l'era post-PC". L'ingresso di Microsoft nel segmento degli smartphone, dei tablet e dei riproduttori musicali sarebbe avvenuto troppo in sordina lasciando campo libero, in primis, proprio ad Apple e, più di recente, a Google.

A distanza di circa un anno dal suo prematuro decesso, Jobs aveva bollato Gates come una persona non dotata di una particolare dose d'immaginazione. Secondo il punto di vista del fondatore di Apple, Gates non avrebbe inventato nulla di veramente innovativo. Oggi, Gates - anche nel rispetto della memoria del rivale - ha definito Jobs una mente "brillante" dichiarandosi felice di aver collaborato con lui per ciò che concerne il software sulla piattaforma Mac. Non è mancata però una stoccata neppur troppo sibillina: secondo Gates le macchine basate sui sistemi operativi Microsoft avrebbero storicamente sempre venduto di più rispetto alle soluzioni Mac. Una dichiarazione che certamente sarà fonte di qualche polemica dal momento che l'uno ha avuto una visione vincente nel mondo dei personal computer mentre l'altro almeno sul campo dei device di nuova generazione quali smartphone e tablet.


La foto di Bill Gates è tratta da Flickr.

  1. Avatar
    iskander66
    21/12/2011 16:52:12
    Non mi capita spesso di essere totalmente d'accordo col commento di un altro utente ma quoto al 110% Giallu. Gates avrà combinato delle schifezze sesquipedali ma bene o male ha informatizzato il mondo senza strangolare gli utenti e quando è giunta l'ora ha devoluto metà della propria immensa fortuna in beneficenza... altro che 30 milioni di $. Jobs era solo un arrogante arricchito immerso nella contemplazione del proprio ombelico. Per lui l'umanità non esisteva: esisteva solo S. Jobs. W GNU Linux... :D :adoro:
  2. Avatar
    Giallu
    16/12/2011 09:31:24
    Bill e sempre stato un grande signore. Pieno di umanità. La sua leggendaria ascesa ha dimostrato a tutti che giunti all'apice del successo era ora di godere delle proprie vincite donando aiuto agli altri. Steve Jobs al contrario di lui era un arrivista ed egocentrico non ha caso le sue creature totalmente proprietarie dimostravano la sua linea commerciale. E poi il caro Steve doveva essere più carino e non un orso come sempre è stato nei riguardi di Bill Gates di una persona che non solo lo ha aiutato ad risollevare l'Apple con finanziamenti non di poco conto e si e permesso pure di umiliarlo. La classe di certe persone si vedono dai propri atteggiamenti pubblici. E poi il signore della mela si deve ricordare che la sua creatura è terza nei PC del mondo. Perchè oltre a windows esiste il più bel SO che l'uomo abbia concepito Linux. Meditate che le chiacchiere volano, i fatti sono sul campo. Bye. :D
Bill Gates smentisce: