6122 Letture
Canale semestrale Windows 10: addio all'attuale distinzione

Canale semestrale Windows 10: addio all'attuale distinzione

Microsoft decide di mettere da parte l'attuale distinzione tra Canale semestrale (mirato) e Canale semestrale e garantisce che le imprese riceveranno feature update affidabili (comunque rimandabili a proprio piacimento).

Con il rilascio di Windows 10 Aggiornamento di aprile 2019 (build 1903), in Windows Update sparirà la distinzione tra Canale semestrale (mirato) e Canale semestrale.
Gli utenti di Windows 10 Pro, Enterprise ed Education possono oggi selezionare l'una o l'altra impostazione accedendo alla finestra di Windows Update quindi cliccando su Opzioni avanzate.

Canale semestrale Windows 10: addio all'attuale distinzione

Scegliendo Canale semestrale (mirato) è possibile rimandare gli aggiornamenti fino a 365 giorni dal loro rilascio; con Canale semestrale è possibile rimandare gli aggiornamenti fino a 365 giorni da quando essi sono considerati per Microsoft sufficientemente maturi e quindi affidabili per essere installati nelle aziende. Gli aggiornamenti ai quali ci riferiamo in questo caso sono i feature update ovvero quelli che consentono di aggiungere nuove funzionalità e non, ad esempio, quelli mensili utili per risolvere problematiche di sicurezza.
Ne abbiamo parlato nell'articolo Aggiornamento Windows 10: eseguirlo da professionisti.


Come spiega John Wilcox (Microsoft), la distinzione scomparirà con il rilascio di Windows 10 build 1903. Gli utenti business troveranno quindi una finestra delle opzioni avanzate di Windows Update più essenziale, molto simile a quella riprodotta in figura.

Canale semestrale Windows 10: addio all'attuale distinzione

Con questa mossa Microsoft sostiene implicitamente che i feature update saranno più maturi sin dal momento del rilascio e che gli utenti business saranno comunque liberi di rimandarne il download e l'installazione secondo la pianificazione impostata.


La finestra delle opzioni avanzate di Windows Update consentirà di gestire il ritardo per l'installazione dei feature update e degli aggiornamenti qualitativi con le migliore per la sicurezza esattamente come avviene oggi.

Anche questa pagina che raccoglie le informazioni sulle date di rilascio delle varie versioni di Windows 10 sarà aggiornata in modo tale da riportare un unico riferimento, superando quindi la suddivisione tra Canale semestrale (mirato) e Canale semestrale.

Suggeriamo la lettura del nostro articolo Windows Update: come gestire gli aggiornamenti contenente alcuni suggerimenti per confrontarsi nel modo migliore con l'applicazione dei vari aggiornamenti Microsoft.

Aspetto degno di nota, a partire da Windows 10 Aggiornamento di ottobre 2018 (build 1809) gli utenti di Windows 10 Home e Pro continueranno a ricevere supporto per 18 mesi dalla data di rilascio del pacchetto di aggiornamento (quindi sarà loro garantita la ricezione di aggiornamenti tesi alla risoluzione di problematiche di sicurezza) mentre per gli utenti di Windows 10 Enterprise ed Education tale periodo di supporto viene esteso a ben 30 mesi.

Canale semestrale Windows 10: addio all'attuale distinzione