4443 Letture
Chrome 71 rilasciato in versione finale: giro di vite contro i siti web più irrispettosi

Chrome 71 rilasciato in versione finale: giro di vite contro i siti web più irrispettosi

Google conferma quanto preannunciato nelle scorse settimane e rilascia una versione di Chrome molto più intransigente nei confronti di quei siti web che in passato hanno manifestato comportamenti irrispettosi degli utenti.

Google ha appena rilasciato Chrome 71, nuova versione del browser che per gli utenti che già lo utilizzano può essere installata copiando e incollando nella barra degli indirizzi l'URL chrome://settings/help.

Come ampiamente preannunciato in passato, Chrome 71 bloccherà la visualizzazione di tutte le pubblicità ospitate su quei siti web che in passato hanno più volte evidenziato comportamenti non conformi e irrispettosi nei confronti dell'utenza.

Chi ha ospitato componenti software pericolosi, utilizza aree nascoste per approfittare a proprio vantaggio dei clic degli utenti, chi ha mostrato messaggi fasulli o annunci riconducibili a campagne phishing, sarà immediatamente penalizzato.

Cliccando qui, previo login, è possibile controllare se i propri siti web rispettino o meno le indicazioni stilate dalla Coalition for Better Ads in tema di corretta esposizione, formato e posizionamento dei banner pubblicitari.


Chrome 71 rilasciato in versione finale: giro di vite contro i siti web più irrispettosi

Digitando chrome://settings/content/ads si può verificare come per impostazione predefinita vengano bloccati i siti che mostrano messaggi invasivi o fuorvianti.

Come anticipato nell'articolo Servizi a pagamento: come disattivarli ed evitarne l'abilitazione, anche con Chrome, a partire dalla release 71 il browser di Google si attiva automaticamente per bloccare addebiti non autorizzati sulle proprie utenze mobili (attivazione di servizi a valore aggiunto).


Per bloccare alcune tipologie di truffe online, i tecnici di Google hanno deciso di impedire la riproduzione automatica di un testo attraverso una voce sintetizzata e le API "Speech Sythensis".

Chrome 71 rilasciato in versione finale: giro di vite contro i siti web più irrispettosi