2633 Letture
Chrome bloccherà la riproduzione automatica di audio e video

Chrome bloccherà la riproduzione automatica di audio e video

Se il contenuto multimediale riprodotto automaticamente dall'utente non fosse essenziale per l'esperienza di navigazione dell'utente, il browser di Google provvederà a bloccarlo automaticamente. Cosa cambia da ottobre e soprattutto da gennaio 2018 in Chrome.

I siti web utilizzano con sempre maggior frequenza contenuti multimediali che si aprono senza un'esplicita richiesta da parte dell'utente e che spesso riproducono audio.

Google ha annunciato un "giro di vite": Chrome 63 e Chrome 64 che saranno rilasciati - rispettivamente - a ottobre 2017 e gennaio 2018 non permetteranno più la riproduzione automatica dell'audio e di contenuti video, a meno che non sia l'utente ad accettare esplicitamente la visualizzazione di tale materiale.

Chrome bloccherà la riproduzione automatica di audio e video

Niente più pagine web che riproducono audio sin dal momento della prima apertura: con Chrome 63 gli utenti potranno bloccare il sonoro, in maniera definitiva, in qualunque sito web. L'impostazione verrà mantenuta da una sessione di navigazione all'altra e il controllo fornito da Chrome sarà estremamente granulare.


Con Chrome 64 le restrizioni si faranno ancora più severe e la riproduzione dei contenuti multimediali avverrà soltanto previa esplicita autorizzazione degli utenti.

I tecnici di Google spiegano che saranno riprodotti solo i contenuti audio e video ai quali l'utente è davvero interessato. Un modo per dire che, ad esempio, non appena si aprirà una pagina su YouTube, il video richiesto continuerà ad essere automaticamente riprodotto. Esattamente come accade oggi.

L'intento è invece quello di bloccare per impostazione definita gli altrui contenuti che non sono essenziali per l'esperienza di navigazione degli utenti e la cui riproduzione automatica contribuisce soltanto a ridurre la durata della batteria e a consumare dati.

Chrome bloccherà la riproduzione automatica di audio e video - IlSoftware.it