4565 Letture

Cinque versioni per Windows 7?

La strada era già stata tracciata con il rilascio di Windows Vista e sembra ora confermarsi anche per il prossimo Windows 7.

Microsoft rilascerà il suo nuovo sistema operativo in cinque differenti versioni, o per lo meno così si evince dalla build più recente della beta rilasciata in questi giorni, la 7025.

In fase di installazione, infatti, compare una schermata nella quale l'utente viene invitato a scegliere quale versione installare tra Starter, Home Basic, Home Premium, Business e Ultimate.
Questo sembrerebbe confermare una scelta per il cosiddetto "multiflavour", anche se la disponibilità di così tante alternative già in precedenza aveva suscitato qualche perplessità, soprattutto per le possibili difficoltà degli utenti ad orientarsi correttamente.
www.01net.it

  1. Avatar
    juk
    08/02/2009 14:30:37
    Concordo pienamente con dinop :oksx: bye juk
  2. Avatar
    dinop
    08/02/2009 12:12:10
    penso che parlando di sistemi operativi e/o di software in generale si dimentichi spesso che non si tratta di gadget o di playstation :P , si tratta invece di prodotti sofisticati rivolti ad una platea di milioni di utilizzatori di tutte le lingue e di tutte le "razze". Da questa considerazione deriva che se la gente potesse vorrebbe avere un sistema operativo su misura, che calzasse perfettamente sulle proprie esigenze, cosa che naturalmente sia industrialmente che commercialmente è improponibile. Ciononostante Microsoft nella progettazione dei suoi prodotti (liberamente sul commercio, non è un "obbligo" comprarli... :twisted: ) tiene presente queste considerazioni e ha creato un'offerta del suo prodotto principale (windows) diviso in classi di utilizzo, il più possibile vicine al suo parco di utenti. Questo non vuol dire che ci "prenda" sempre in pieno, ma da qui a dire che ne basterebbe una direi che l'affermazione sia un pò "azzardata" :shock: . Aggiungo che ci sono degli errori di fondo nei ragionamenti che ho letto. 1. nel S.O. devono esserci tutte le funzioni poi io decido quali utilizzare... ma se io sono un utente home che ci gioca è basta perchè devo avere funzioni sofisticate di policies di autorizzazione o di funzioni di rete ecc... dato che da un lato non saprei usarle e dall'altro non mi servirebbero mai ? e se posso pagare di meno facendo a meno di queste funzioni perchè non farlo ? 2.se le funzioni ci sono un domani potrei cambiare utilizzo ed usarle... ci si dimentica che quel sistema operativo con funzioni ridotte, normalmente sta su un hw con altrettante funzioni di livello inferiore, più che sufficiente per quello che serve e che sarebbe insufficiente per impieghi superiori... 3. Microsoft ha fatto un S.O. unico ma lo vende con nomi diversi e con funzioni "nascoste" ed il prezzo che fa pagare è solo questione di marketing... qui mi viene da sorridere :) :) ed anche un accenno di "tenerezza"... :wink: perchè affermazioni del genere si giustificano solo non avendo mai "visto" un sistema operativo all'interno e non avendo vissuto l'esperienza di una progettazione e realizzazione di prodotti come questi. Infatti il fatto che le varie versioni di windows abbiano molto in comune si spiega con il fatto che in fase di realizzazione non si inventa l'acqua calda e per questo si riutilizzano moduli e librerie che hanno la stessa missione, ma la progettazione dei singoli "modelli" e l'architettura della tecnologia che si sta implementando è spesso molto più diversificata, in quanto ha come target obbiettivi spesso molto lontani, come può essere un utilizzo da gamer ed uno da workstation, questo fa sì che le risorse impegnate in ogni versione (personale, marketing, localizzazioni, ...) siano molto diverse come qualità e quantità e quindi molto diversi siano i costi per il cliente finale. Concludendo, mi sembra "semplicistico" contestare a Microsoft il diritto/dovere di diversificare la sua offerta in nome di una semplificazione non supportata da vere necessità operative. TIMO Dinop.... 8)
  3. Avatar
    Adrsay64
    08/02/2009 02:11:37
    Sono un beta tester e Vi posso dire che le eventuali 5 versioni sono pertinenti all'uso che ognuno di noi necessita,a molti puo' non servire un servizio di crittografia ma quanti comprano un notebook per lavoro e hanno la necessita' di tutelare i propri dati in caso di smarrimento/furto dello stesso?Questo e' solo un piccolo esempio,se Vi mettete nei panni di svariate categorie forse il problema Vi si presenta piu' evidente....P.S. a mio avviso credo che le versioni saranno 4...
  4. Avatar
    FollElfoquellovero
    05/02/2009 08:48:22
    Mi inserisco in questa discussione solo per dire che l'installazione di un Sistema Operativo non debba segnare a vita la tipologia di uso o di ambiente di lavoro di un pc o di un notebook e quindi concordo con chi si aspetta da Microsoft un prodotto compleso a prescindere dall'uso iniziale della macchina.
  5. Avatar
    Farabhsss
    04/02/2009 07:44:41
    Ai costruttori auto gli accessori costano e se li vuoi te li fanno pagare. Invece, se uno compra la versione 1 di Win invece che la ver 5, a Microsoft costa uguale, indi vendi solo la versione completa che è meglio, poi istalli tu quello che vuoi ciaooo
  6. Avatar
    Matleo
    04/02/2009 00:47:42
    Portare l'esempio delle auto rispetto al sistema operativo dei PC è del tutto fuorviante. Un PC ha necessità del SO, diversamente non serve a nulla. Quindi il SO deve essere unico per consentire di lavorare in tutta tranquillità e senza impicci di sorta. Poi vi possono essere dei programmi integrativi aggiuntivi che ciascuno è libero di comprare ed usare per fare cose diverse. Così ci sarà chi ha esigenze di ampliare le funzioni grafiche, chi quelle audio, chi altre ancora. Insomma la macchina PC o MAC deve essere venduta con un SO che sia identico per tutti e che garantisca di far girare qualsiasi programma per essa realizzato. Certamente se sono un appassionato di fotografia comprerò qualche programma specifico, magari professionale. Se invece vorrò dilettarmi in semplici ritocchi ne acquisterò uno home, ma il SO deve essere unico e in grado di supportare i programmi di lavoro. Quindi una differenza sostanziale: ciò che è indispensabile per far girare un computer deve essere un sistema unico, che sia Microsoft, Apple, Linux o altro. Sui restanti programmi la gamma può, come accade, variare in funzione delle specifiche esigenze di ciascuno. Una possibile variante potrebbe essere data soltanto da una differenziazione tra SO home e business, laddove quello business debba soddisfare ad esigenze di lavoro del tutto particolari. Ma anche qui, del resto, c'è una variante di programma Server per chi abbia reti di computer, stazioni remote e cosivvia.
  7. Avatar
    Jen@
    31/01/2009 12:54:46
    Citazione: Molte funzioni presenti nelle versione di Vista che hann un costo maggiore, non è che nelle altre versioni non ci sono, ho sono disabilitate di default, ed altre puoi installarle a parte( non tutte ). L'utente non ha nemmeno la possibilità di scelta della versione, perchè il preinstallamento della licenze, dipende dal costo del computer, più alto è il costo del computer per via dell'hardware, maggiore sarà il prezzo della licenza preinstallata( soprattutto ne portatili), ma se acquisti computer senza S.O il discorso cambia. Oltre tutto dato che Windows a la maggioranza sono nel settore desktop per via del preinstallato, mentre in tutti gli altri settori dai SuperComputer, Mission Critical, Server, Linux a la maggioranza, l'utenza media Windowscon il pc ci gioca e fa 4 cavolate, e 5 versioni sono troppe, per questo target di utenti, dovrebbero tornare ad essere massimo 2 come era per Xp, secondo me.
    Concordo pienamente. Magari anche tre versioni andavano bene ma, cinque sono esagerate. :shock:
  8. Avatar
    gnulinux866
    31/01/2009 10:24:07
    Molte funzioni presenti nelle versione di Vista che hann un costo maggiore, non è che nelle altre versioni non ci sono, ho sono disabilitate di default, ed altre puoi installarle a parte( non tutte ). L'utente non ha nemmeno la possibilità di scelta della versione, perchè il preinstallamento della licenze, dipende dal costo del computer, più alto è il costo del computer per via dell'hardware, maggiore sarà il prezzo della licenza preinstallata( soprattutto ne portatili), ma se acquisti computer senza S.O il discorso cambia. Oltre tutto dato che Windows a la maggioranza sono nel settore desktop per via del preinstallato, mentre in tutti gli altri settori dai SuperComputer, Mission Critical, Server, Linux a la maggioranza, l'utenza media Windowscon il pc ci gioca e fa 4 cavolate, e 5 versioni sono troppe, per questo target di utenti, dovrebbero tornare ad essere massimo 2 come era per Xp, secondo me.
  9. Avatar
    juk
    30/01/2009 17:01:25
    Il fatto che una macchina possa essere messa a dominio o meno la chiami una differenza minima :?: :? non scherziamo per favore :!: Poi non capisco per quale motivo il paragone all'auto non sia pertinente... Le differenze economiche rispecchiano esattamente le differenze tecniche ( mai sentito parlare di una versione con più funzionalità più economica di una che ne racchiude un numero inferiore ).
Cinque versioni per Windows 7? - IlSoftware.it