6739 Letture

Come abilitare il supporto per il codec VP9 in Edge

Alcuni giorni fa avevamo dato notizia delle modifiche apportate da Microsoft al suo browser Edge (Edge supporterà i codec VP9 e WebM). La società di Redmond stanno infatti rendendo il "navigatore" predefinito di Windows 10 un prodotto capace di supportare standard aperti e liberi da royalties, in diretta concorrenza, per esempio, con H.264 e H.265 (HEVC).
Con il rilascio dell'ultima Insider Preview di Windows 10 (build 10547; Windows 10 build 10547: le novità della nuova versione) Edge viene arricchito del supporto per il nuovo standard di compressione video VP9, nato "in orbita Google".

Per provare il codec VP9 in Edge (Google sta già utilizzando VP9 su YouTube così come in Chrome; vedere anche VP10, il codec Google gestisce al meglio i video 4K) è necessario verificare di aver installato la build 10547 del sistema operativo quindi, dopo aver avviato il browser, si dovrà digitare about:flags nella barra degli indirizzi.

Scorrendo la lista delle regolazioni avanzate di Edge, si troverà la casella Abilita VP9.


Spuntando questa regolazione quindi visitando questa pagina di test allestita dai tecnici di Google, si verificherà il supporto di WebM/VP9 da parte di Edge. I contenuti video veicolati usando il codec VP8 non sono gestiti da Edge.

Se paragonato con H.264, VP9 consente di risparmiare banda a discapito delle risorse hardware necessarie per gestire il flusso dati. Tradotto, chi utilizza ancora hardware un po´ datato potrebbe avere maggiori benefici, in termini di performance, usando ancora H.264 invece che VP9.
VP9, invece, si prefigura come la scelta migliore in assoluto sui sistemi più recenti.


Il supporto per VP9 è al momento assente nella versione finale di Windows 10. È probabile che i tecnici Microsoft si siano presi ancora qualche settimana di tempo per verificare il pieno funzionamento.

Come abilitare il supporto per il codec VP9 in Edge - IlSoftware.it