135124 Letture

Configurare Gmail ed usare l'account al meglio

Gmail, come ricordato nell'introduzione, non permette soltanto di consultare la posta elettronica via web ma consente di scaricare i messaggi con un client di posta come Outlook, Thunderbird, Eudora Open Source Edition o qualunque altro software in grado di utilizzare i protocolli POP3 ed IMAP.

Google Gmail mette a disposizione la possibilità di scaricare i messaggi di posta da qualunque client, senza quindi dover ricorrere ad estensioni o programmi particolari: è sufficiente attivare questa possibilità dal pannello di amministrazione del proprio account.

Dopo aver effettuato il login, via web, al proprio account Gmail, è sufficiente accedere alla sezione Impostazioni (un clic sul pulsante con l'icona a forma di ingranaggio quindi Impostazioni).

Da qui, cliccando su Inoltro e POP/IMAP, si potrà accedere alla schermata delle preferenze attraverso la quale è impossibile impostare l'uso dei protocolli POP e IMAP con Gmail.

Sia il protocollo POP3 che il protocollo IMAP sono utilizzati dai client di posta per prelevare i messaggi dal server remoto. POP3 è il protocollo tradizionale, quello storico, mentre IMAP è un po´ la sua evoluzione.


Utilizzato come alternativa a POP3, IMAP offre numerosi benefici per chi desidera accedere alla propria mailbox Gmail da più dispositivi diversi. Si tratta di uno standard estremamente più flessibile rispetto a POP: più utenti possono infatti collegarsi alla medesima casella di posta ed i cambiamenti effettuati da ciascuno di essi sono immediatamente registrati. IMAP permette di accedere a singole parti di uno stesso messaggio (ad esempio recuperare solo specifici allegati), consente di effettuare ricerche, di consultare gli attributi assegnati al messaggio sul server di posta.
Tutti i principali client di posta elettronica sono compatibili IMAP.
Diversamente dalla connessione instaurata per opera del protocollo POP, con IMAP è come se si "esplorasse" un'unità di rete, con un collegamento sempre attivo: ogniqualvolta si decide di aprire un messaggio di posta con IMAP, l'e-mail viene mostrata mentre è ancora memorizzata sul server, in modalità "live" potremmo dire.

Il pannello di amministrazione di Google Gmail consente di abilitare entrambi i protocolli per il download dei messaggi di posta oppure di attivarne solamente uno.


Nel caso del protocollo POP, Gmail consente di attivare lo scaricamento di tutti i messaggi, compresi quelli ricevuti ed il conseguente invio al client e-mail collegato. Viceversa, selezionando la seconda opzione si può decidere di scaricare da client solo i messaggi ricevuti su Gmail dal momento dell'attivazione della funzionalità in poi ("Attiva la funzione POP solo per i messaggi che arrivano a partire da adesso").
Quando i messaggi vengono scaricati tramite POP, è possibile stabilire se una loro copia debba essere mantenuta o meno su Google Gmail, se i messaggi debbano essere contrassegnati come letti nell'interfaccia web del servizio, se archiviati o, semplicemente, eliminati in modo definitivo.

Nel caso del protocollo IMAP, se i messaggi contrassegnati come eliminati debbano essere immediatamente rimossi dal server di Google (opzione consigliata).

A questo punto, dopo aver fatto clic sul pulsante Salva modifiche, si potrà configurare un account Gmail su Outlook, Windows Mail, Thunderbird, Eudora o sul client e-mail preferito. Le porte da utilizzare non sono quelle standard (viene impiegata una connessione protetta SSL) ed è quindi importante soffermarsi su questo passaggio.

Configurare Gmail su Outlook, Thunderbird e su qualunque altro client di posta elettronica

Facendo riferimento a questa pagina è possibile trovare le istruzioni per configurare Gmail su Outlook, Thunderbird, Windows Mail, Eudora o su altri client di posta elettronica.

Nonostante Google si soffermi con diverse schermate ad illustrare la procedura passo-passo da impiegare per configurare Gmail sui vari client di posta, è possibile tenere a mente alcune regolazioni essenziali.


In ogni caso, indipendentemente dal fatto che si utilizzi Outlook, Windows Mail, Thunderbird o qualunque altro software per la gestione della posta, il primo passo da compiere consiste sempre nell'aggiunta di un nuovo account e-mail (generalmente ciò è possibile dal menù Strumenti, Impostazioni account).
A questo punto, in tutti i casi, s'inizierà con lo specificare il proprio nome e cognome (apparirà come mittente di ogni messaggio spedito dall'account Gmail), nell'indicare l'indirizzo e-mail Gmail completo e la password corrispondente.

Facendo clic sul pulsante che consente di passare alla finestra successiva, alcuni client e-mail cercheranno di configurare autonomamente l'accesso all'account Gmail specificato.
In caso di problemi, suggeriamo di cliccare il pulsante che permette di accedere alla configurazione manuale.

Per utilizzare il protocollo POP con Gmail, va impostato - come server per la posta in arrivo - pop.gmail.com sulla porta 995 con autenticazione SSL/TLS e password normale.

Qualora si fosse optato per l'uso del protocollo IMAP, si potrà impostare come server per la posta in arrivo imap.gmail.com sulla porta 993 con autenticazione SSL/TLS e password normale.

Per inviare la posta elettronica con il server SMTP di Gmail, è sufficiente impostare - come server per la posta in uscita - smtp.gmail.com selezionando 587 come Porta e STARTTLS con password normale. In alternativa, si può usare la porta 465 (SSL/TLS).

Come nome utente si dovrà specificare l'indirizzo Gmail completo nel quale figuri anche @gmail.com.

  1. Avatar
    Michele Nasi
    12/02/2013 11.46.27
    Nella seconda pagina dell'articolo ci sono le istruzioni per configurare gli account Gmail su un normale client di posta.
  2. Avatar
    aldopannocchia
    12/02/2013 11.39.13
    Ho creato due account @gmail.com che vengono riconosciuti da Google.

    Quando tento di registrare questi account su Outlook 2010 - Thunderbird e Incredimail, non vengono accettati: cosa posso fare?

    Grazie Aldo
  3. Avatar
    Michele Nasi
    21/12/2012 16.02.24
    Seguendo le indicazioni riportate nell'articolo puoi configurare Gmail in un client di posta: il programma provvederà a scaricare anche i messaggi che eventualmente si fossero INVIATI dall'interfaccia web di Google.
  4. Avatar
    Lettore anonimo
    21/12/2012 14.44.24
    Citazione: Per impostazione predefinita, se configuri Gmail in un client di posta, il programma provvederà a scaricare anche i messaggi che eventualmente si fossero inviati dall'interfaccia web di Google. Magari starà poi a te impostare, sul client di posta, una regola per smistare i messaggi inviati che, diversamente, rimarranno nella cartella della posta in arrivo.
    Come si fa a scaricare ANCHE quelli INVIATI da web?
  5. Avatar
    Michele Nasi
    04/10/2012 09.48.16
    Per impostazione predefinita, se configuri Gmail in un client di posta, il programma provvederà a scaricare anche i messaggi che eventualmente si fossero inviati dall'interfaccia web di Google. Magari starà poi a te impostare, sul client di posta, una regola per smistare i messaggi inviati che, diversamente, rimarranno nella cartella della posta in arrivo.
  6. Avatar
    canfe2
    04/10/2012 09.42.18
    Inviando messaggi dal browser, GMAIL li tiene im memoria, ma è anche possibile scaricarli su di un client tipo Outlook, per averli a disposizione off-line?
  7. Avatar
    Michele Nasi
    03/10/2012 16.20.32
    Citazione: ma con gmail è possibile richiedere conferma di recapito e/o di lettura?
    Se usi un client di posta ovviamente sì. Dall'interfaccia web non mi risulta sia ancora possibile farlo.
  8. Avatar
    carlomeg
    03/10/2012 16.08.18
    La possibilità di usare gmail da outlook e vuotare in automatico la casella di posta è interessante. vale la pena di provare
    ma con gmail è possibile richiedere conferma di recapito e/o di lettura?
    grazie
  9. Avatar
    Michele Nasi
    03/10/2012 15.27.57
    In entrambi i casi i messaggi vengono scaricati ma l'approccio utilizzato è differente. Nell'articolo ho tracciato le principali diversità, all'indirizzo http://it.wikipedia.org/wiki/Internet_Message_Access_Protocol" onclick="window.open(this.href);return false; ne trovi altre.
    Se provi a configurare un account Gmail prima con POP3 e poi con IMAP ti accorgerai tu stesso delle differenze.
  10. Avatar
    Leg@l4s
    03/10/2012 15.19.12
    grazie per l' interessante articolo ! :approvato:

    usando il protocollo IMAP, sul client email quindi non viene mai scaricato nulla? perchè in questo caso non sarebbe preferibile a POP3 anche sul PC di casa con accesso unico all' email?

    se il mio ragionamento è corretto si evita di scaricare eventuali email contenenti allegati virus per esempio ..... :confuso:
Configurare Gmail ed usare l'account al meglio - IlSoftware.it - pag. 2