30128 Letture

Configurare Windows 10 con la God mode

Abbiamo piacevolmente verificato che la funzionalità God mode, portata per la prima volta al debutto in Windows Vista, può essere usata senza problemi anche in Windows 10. Diversamente rispetto a quanto accadeva con le precedenti versioni di Windows, God mode può rivelarsi più utile rispetto al passato per configurare Windows 10 rapidamente ed in ogni suo aspetto.

La God mode può essere considerata come una sorta di pannello di controllo esteso: rispetto alle precedenti versioni di Windows, la finestra che si apre accedendo a questa specifica modalità è ancora più ricca e propone strumenti differenti.
La comodità è quella di poter creare un riferimento a God mode, ad esempio, direttamente sul desktop di Windows 10. Da qui si potrà accedere a tutti gli strumenti, suddivisi per categoria, che consentiranno di configurare Windows 10 in profondità.

È vero che la nuova casella Ricerca in Windows e nel web posta a destra del pulsante Start di Windows 10 consente di accedere a molte delle funzionalità del sistema operativo ma la God mode consente di avere sempre a portata di clic tutti gli strumenti di configurazione, compresi quelli prettamente amministrativi.


Per attivare la God mode, è sufficiente cliccare con il tasto destro del mouse, ad esempio, in un'area libera del desktop di Windows 10 quindi scegliere Nuovo, Cartella.

Configurare Windows 10 con la God mode

Alla nuova cartella dovrà essere assegnata la seguente denominazione:

Configurare Windows 10 con la God mode

Amministrazione totale.{ED7BA470-8E54-465E-825C-99712043E01C} (suggeriamo di effettuare un copia&incolla per evitare di commettere errori).

Al posto dell'etichetta Amministrazione totale è eventualmente possibile specificare qualunque cosa.

Configurare Windows 10 con la God mode

Facendo doppio clic sulla "cartella virtuale" appena creata, sarà possibile accedere a tutti gli strumenti per la configurazione di Windows 10.


Facendo riferimento alla casella Cerca in Amministrazione totale in alto a destra, è possibile effettuare comodamente una ricerca all'interno degli strumenti che consentono di configurare Windows 10 ed ottenere solamente ciò a cui si è interessati.

La lunga stringa alfanumerica compresa tra parentesi graffe altro non è che un CLSID ossia un codice usato nei sistemi operativi Microsoft per riferirsi rapidamente ad un file tanto che usando un CLSID è ad esempio possibile mascherarne l'estensione.
I CLSID vengono continuamente utilizzati dal sistema operativo per riferirsi a risorse specifiche, sono ampiamente usati nel registro di Windows e vengono abitualmente adoperati, ad esempio, per caricare dinamicamente gli elementi del menu contestuale (compare cliccando con il tasto destro su aree libere dell'interfaccia così come su file e cartelle).

Nel nostro articolo Esplora risorse ha smesso di funzionare premendo il tasto destro abbiamo ad esempio spiegato come un componente aggiuntivo, richiamato dal menu contestuale via CLSID, possa causare crash dell'interfaccia di Windows (Windows Explorer).


  1. Avatar
    StarTac
    07/06/2015 16:26:36
    Nulla di nuovo da Vista in poi....solo il nome e la grafica.
Configurare Windows 10 con la God mode - IlSoftware.it