mercoledì 22 febbraio 2017 di Michele Nasi 1707 Letture
Continuum su Android grazie al progetto Remix Singularity

Continuum su Android grazie al progetto Remix Singularity

Non chiamatela Continuum ma grazie al lavoro degli sviluppatori di Jide, Android potrebbe presto fregiarsi di una funzionalità molto simile a quella lanciata da Microsoft. Il dispositivo mobile Android potrà essere utilizzato come se fosse un PC.

Una delle caratteristiche per le quali in molti si augurano che Google tragga ispirazione da Microsoft è la funzionalità Continuum.
Essa consente di usare un dispositivo Windows 10 Mobile come un PC collegandolo a un monitor esterno (anche via Miracast) e connettendo tastiera e mouse.

Jide, la società che si occupa dello sviluppo del famoso fork di Android Remix OS (Installare Android su PC, ecco come si fa) ha deciso di anticipare i tempi presentando Remix Singularity, una versione derivata del sistema operativo che offre una funzionalità molto simile a Microsoft Continuum.

Continuum su Android grazie al progetto Remix Singularity

Collegando uno smartphone o un tablet Android con Remix Singularity a una docking station oppure a un monitor attraverso il cavo USB Type-C, il sistema operativo verrà automaticamente adattato alla nuova modalità di utilizzo e si presenterà con un look decisamente Windows-like, grazie anche al supporto per il multitasking (insito in Android al contrario di iOS: Meglio iPhone o smartphone Android top di gamma? Non si guardino le specifiche).

Le app Android che si potranno usare sono le stesse fruibili da smartphone o tablet, le medesime che si sono precedentemente installate.
Dal punto di vista applicativo, quindi, Remix Singularity non introduce alcuna difformità tra l'ambiente "desktop" e l'utilizzo del sistema operativo su dispositivo mobile.


Remix Singularity non è ancora disponibile pubblicamente: lo sarà nel corso della prossima estate.