venerdì 10 febbraio 2017 di Michele Nasi 8783 Letture
Cortana ricorderà gli appuntamenti leggendo gli impegni presi via email

Cortana ricorderà gli appuntamenti leggendo gli impegni presi via email

L'assistente digitale di Windows 10 evolve ancora: a breve presenterà dei promemoria senza che l'utente faccia nulla. Cortana analizzerà il contenuto delle email e avviserà l'utente circa le scadenze imminenti.

Microsoft ha annunciato un'ulteriore "evoluzione" dell'assistente digitale Cortana.
Da oggi gli utenti di Windows 10 potranno contare su un Cortana ancora più intelligente: l'assistente digitale, infatti, sarà capace di ricordare automaticamente attività, impegni e scadenze controllando quanto scritto dall'utente nei messaggi di posta elettronica.

Quante volte si prende un impegno via email per poi dimenticarsi di trascriverlo in agenda? E quante volte si dimentica di adempiere una promessa?

Cortana ricorderà gli appuntamenti leggendo gli impegni presi via email

Senza che l'utente debba fare nulla, Cortana può da oggi monitorare gli impegni assunti via email e ricordare automaticamente la scadenza non appena questa si avvicina.
L'unico requisito è che l'utente abbia deciso di abilitare Cortana e scelto di collegare all'assistente digitale il suo account email Office 365 o Outlook.


La nuova funzionalità di Cortana è stata attivata in Windows 10 così come nell'app per Apple iOS soltanto per gli utenti statunitensi. Il supporto di Android e l'introduzione del medesimo meccanismo anche nel nostro Paese è atteso per le prossime settimane.

Cortana sta crescendo di mese in mese grazie ai progressi sul versante del machine learning che i tecnici riescono a compiere nei laboratori Microsoft.

Cortana, come tutti gli altri assistenti digitali, o si ama o si odia. Chi preferisce tenere alla larga Cortana dai propri dati personali può disattivarlo completamente, in Windows 10, usando le indicazioni riportate nell'articolo Disattivare Cortana in Windows 10 Anniversary.
Le istruzioni riportate funzionano perfettamente con l'ultimo aggiornamento di Windows 10: Anniversary Update.