3834 Letture

Critical Path: nei servizi le opportunità dei carrier

In un momento in cui i servizi, le apps, la gestione dei social network da telefono cellulare sono la nuova frontiera della mobilità, è interessante constatare come per gli utenti si aprano nuovi scenari di utilizzo dei loro dispositivi, e con questi anche nuove e diverse problematiche di gestione.

Lo evidenzia Critical Path, che nei mesi scorsi ha commissionato a Vanson Bourne una ricerca a livello europeo proprio per capire, al di là dell'abilitazione dei singoli servizi, quali sono le reali esigenze degli utenti.

”Con l'esplosione dei social network - spiega Renato Miletti, che segue le attività della sede italiana - per gli utenti non è sempre facile gestire in modo corretto l'insieme dei contatti. Tutti appartengono a diverse community e finiscono per disporre di rubriche differenti, contatti differenti, ciascuno associato a un'attività differente, sia essa familiare, lavorativa, o semplicemente di svago. La difficoltà, in questi casi, è riuscire a mantenere aggiornate automaticamente e senza troppo dispendio di tempo rubriche diverse, correlate ai diversi interessi di un unico utente”.


In effetti, è questo uno degli aspetti che più viene evidenziato dalla ricerca. Il 73% degli utenti europei, emerge dallo studio, considera frustrante l'attività di aggiornamento delle proprie rubriche di contatti. Se si analizza il solo panel italiano, il dato è ancora più marcato e sale all'83%. Non solo. Il 60% dei nostri connazionali ammette di non farlo o di non riuscire a farlo, incapacità che si traduce in un diffuso senso di insoddisfazione.

”Il dato interessante che emerge dallo studio - sottolinea ancora Miletti - è che una volta accertata la causa dell'insoddisfazione, per la maggior parte degli interpellati emerge una chiara e univoca esigenza: disporre di una soluzione semplice che automatizzi con un approccio contestuale l'attività di aggiornamento”.


Dei 3.000 utenti interpellati per l'indagine, l'82% si dichiara interessato a disporre di una soluzione semplice per sincronizzare le rubriche, per sapere cosa fanno i contatti considerati più interessanti, per verificare quali tipi di aggiornamenti ciascun contatto ha apportato al proprio profilo.
Sulla scorta di queste esigenze, Critical Path ha sviluppato una soluzione specifica, che consente di gestire, attraverso un'unica rubrica centralizzata, tutte le informazioni correlate ai diversi account di cui il singolo utente dispone.
Concretamente, questo significa poter gestire attraverso un'unica rubrica, tutte le informazioni che provengono ad esempio da Facebook, Twitter, Msn e altri siti e community.

”Social Address Book, questo il nome della soluzione, è indirizzata agli operatori di telefonia e rappresenta a nostro avviso un'ottima opportunità sia di generare business aggiuntivo, sia, cosa fondamentale in questo periodo, di fidelizzare i propri clienti”
Secondo Miletti non sono pochi gli utenti disponibili a pagare per poter disporre di questo tipo di servizi e, dunque, l'offerta di Social Address Book potrebbe certamente entrare nei bouquet di offerta dei diversi profili tariffari sviluppati per differenti categorie di utenti. Il servizio potrebbe essere utilizzato anche come incentivo alla fidelizzazione: disporre di una soluzione che gestisce in automatico e in base a diversi livelli contestuali tutti i propri contatti diventa leva strategica per legare al proprio brand i clienti.

Critical Path sta in questa fase lavorando con diversi operatori internazionali, inclusi quelli attivi sul nostro territorio nazionale. Qualche accordo è ai nastri di partenza, qualcuno è in discussione.
www.01net.it

Critical Path: nei servizi le opportunità dei carrier - IlSoftware.it