2297 Letture

Da Microsoft nuovi annunci x64 creano il ponte tra i 32 e i 64 bit

In occasione del WinHEC di Seattle, Microsoft ha rilasciato le nuove versioni x64 di Windows XP Professional e Windows 2003 Server.
Con queste due nuove release, la casa di Redmond si pone l'obiettivo di gettare delle solide basi per permettere una migliore e più semplice transizione alla nuova tecnologia a 64 bit, assicurando piena compatibilità con l'odierna architettura a 32. Secondo Microsoft, molto probabilmente già a partire dal 2006, la quasi la totalità dei nuovi server sarà a 64 bit, ma fino a quel momento sarà necessario un anello di congiunzione, che permetta di combinare entrambe le architetture sullo stesso sistema, e per questo motivo entrambe le nuove release sono state realizzate a partire dal codice sorgente dei propri predecessori a 32 bit.
Nello specifico XP Professional x64 Edition è stato sviluppato sulla Build 2600 del sorgente di Xp - la stessa su cui Ms ha sviluppato XP e il Sp2 - mentre la versione x64 di 2003 Server, seguendo lo stesso criterio poggia sul sorgente di Windows Server 2003.
Il risultato di questa scelta architetturale, è WoW64 (Windows on Windows 64), una feature che permetterà di far girare le proprie applicazioni a 32 bit in maniera più performante, traendo vantaggio dalle nuove risorse, in termini di memoria per singolo processo e velocità di calcolo, apportate dalla teconologia x64.
Inoltre, sempre all'insegna della compatibilità - che sembra davvero essere la nuova parola d'ordine della software house - le versioni x64 supporteranno sia la tecnologia EM64T (Extended Memory 64 Technology) di Intel che le CPU a 64 bit di AMD, fornendo così agli sviluppatori un'unica piattaforma su cui lavorare indipendentemente dal processore x64 che la macchina avrà a bordo.
Per quanto riguarda il licensing, Microsoft ha deciso di adottare lo stesso pricing delle precedenti versioni a 32 bit, e per quanti finora avessero acquistato una macchina a 64bit con sistema operativo a 32, a partire da oggi e fino al 30 luglio sarà possibile sostituirlo gratuitamente con la versione x64.
www.01net.it

Da Microsoft nuovi annunci x64 creano il ponte tra i 32 e i 64 bit - IlSoftware.it