1889 Letture
Dopo tre anni Nest torna sotto l'ala di Google

Dopo tre anni Nest torna sotto l'ala di Google

Google ha annunciato che Nest non opererà più come entità controllata direttamente da Alphabet ma sarà integrata con la divisione che si occupa di intelligenza artificiale.

Nest, società che Google aveva acquisito a suo tempo e specializzata nella progettazione e nella produzione di dispositivi smart per la domotica e la "casa intelligente", aveva operato come controllata di Alphabet durante l'ultimo triennio.

Google ha appena annunciato che Nest tornerà sotto la sua ala perché l'azienda fondata da Larry Page e Sergey Brin vuole investire pesantemente sul business smart home e sui device per l'Internet delle Cose (IoT).

Dopo tre anni Nest torna sotto l'ala di Google

L'obiettivo è quello di integrare Nest con la divisione di Google che si occupa di machine learning e intelligenza artificiale: creando una sola unità, infatti, i dispositivi Nest potranno immediatamente beneficiare degli enormi passi in avanti compiuti da Google.

La società intende rafforzare i suoi prodotti per meglio contrastare la concorrenza, quella di Amazon ed Apple in primis.


Esattamente un anno fa Nest aveva debuttato in Italia (Nest arriva in Italia con i suoi termostati e sensori smart): tra i prodotti più apprezzati il termostato intelligente, il rilevatore di fumo, la videocamera di sicurezza Nest Cam, il sistema per la sicurezza domestica Nest Secure, il campanello smart Nest Hello.

Dopo tre anni Nest torna sotto l'ala di Google - IlSoftware.it