4300 Letture

Dropbox File requests: cos'è e come funziona

Farsi inviare documenti, foto e file di ogni genere e trovarli subito memorizzati nel proprio account cloud? Da oggi è possibile con Dropbox File requests, una nuova funzionalità appena aggiunta al servizio di storage "in the cloud".

Utilizzare File requests è molto semplice: basta accedere al proprio account Dropbox, cliccare sul link "File requests" nella colonna di sinistra, richiedere la creazione di una sottocartella che ospiterà il materiale caricato da parte di terzi e cliccare su Next.
Dropbox fornirà un link che dovrà essere consegnato a chiunque debba poter caricare file sull'account Dropbox dell'utente (il link può essere anche spedito via email).

Dropbox File requests: cos'è e come funziona

Chi riceve il link non potrà verificare il contenuto della cartella Dropbox dell'utente (i file saranno sempre visibili solo ed esclusivamente da parte di quest'ultimo, a meno che non decida di condividerli) ma avrà la possibilità di caricare ogni genere di file. Ciascun elemento, inoltre, può addirittura pesare fino a 2 GB.


Grazie a File requests gli utenti potranno comodamente organizzare tutto il materiale corrisposto dai collaboratori in un unico luogo, senza il rischio di perdere o dimenticare nulla.

  1. Avatar
    miki64
    18/06/2015 14:39:00
    Per chi ha l'interfaccia italiana, è utile specificare che:
    Citazione: basta accedere al proprio account Dropbox, cliccare sul link "File requests" nella colonna di sinistra,
    il link è stato tradotto come "Richieste file" e che
    Citazione: cliccare su Next.
    è stato tradotto come "Avanti". Ottimo articolo, coe al solito. :approvato:
Dropbox File requests: cos'è e come funziona - IlSoftware.it