26615 Letture

EASEUS Todo Backup 3.0: le novità, il backup differenziale e il supporto d'avvio WinPE

Il ripristino di un file d'immagine su un sistema dotato di una configurazione hardware differente da quella della macchina sulla quale l'archivo di backup è stato prodotto, è possibile esclusivamente utilizzando il supporto d'avvio WinPE. Quest'ultimo può essere generato cliccando sulla scheda Tools di Todo Backup 3.0 quindi selezionando il link here in corrispondenza di "Create WinPE bootable disk".

Dalla finestra Tools di Todo Backup si possono infatti generare due supporti avvibili: l'uno basato su WinPE, l'altro su kernel Linux. Il CD di avvio WinPE, sebbene sia più complesso da ottenere, dà modo di fruire di una vastissima gamma di strumenti, altrimenti indisponibili nella versione Linux.
Come chiarito in questa tabella, dal supporto di boot Linux si può effettuare solamente il ripristino e la clonazione di dischi e partizioni mentre, ricorrendo al disco d'avvio WinPE si può godere del supporto per gli hard disk RAID, creare backup di dischi e partizioni, creare il backup e richiedere il ripristino di singoli file e cartelle, cancellare i dati in modo sicuro (wiping), controllare l'integrità di un file d'immagine, gestire archivi e device, avere a disposizione una riga di comando.

Mentre per creare il CD Linux la procedura è immediata, più complessa è la generazione del supporto WinPE. In questo caso, infatti, è necessario dapprima scaricare il pacchetto Microsoft WAIK facendo riferimento a questa pagina. Si tratta di un file in formato .ISO che pesa oltre 1,2 GB e che deve essere masterizzato su DVD oppure, in alternativa, aperto con un'utilità quale 7-Zip.

Nel caso di 7-Zip, cliccando sul pulsante Estrai, si estrarrà tutto il contenuto del file ISO in una cartella del disco fisso:

Una volta conclusa la procedura di estrazione dei file, si dovrà accedere alla cartella di WAIK quindi fare doppio clic su StartCD.exe. Per proseguire, quindi, si dovrà fare clic su Installa Windows AIK:

Qualora dovesse essere esposto il messaggio "Prima di installare Windows Automated Installation Kit, è necessario installare .NET Framework 2.0 e MSXML 6.0" si dovrà cliccare dapprima su Installazione di .NET Framework e poi su Installa MSXML 6.0 SP1 per installare i due prerequisiti necessari per procedere all'installazione di WAIK.
Cliccando su Installa Windows AIK, la procedura richiederà alcuni minuti per la copia dei file e la configurazione di Windows.

Al termine dell'installazione, la directory nella quale si è estratto il contenuto del file ISO di WAIK (nel nostro caso, C:\WAIK) potrà essere tranquillamente eliminata.


Riavviando Todo Backup, tornando nella scheda Tools quindi cliccando su Bootable media builder, quindi facendo clic su here in corrispondenza di Create WinPE bootable disk, ed infine sul pulsante Next, verrà proposta una finestra per la generazione del supporto avviabile WinPE.

La procedura guidata per la creazione del supporto di boot di Todo Backup permette di produrre un CD/DVD avviabile (verrà automaticamente masterizzato), di configurare una chiavetta USB oppure di generare un file in formato ISO.

Effettuando il boot del sistema utilizzando il supporto generato, si accederà ad un ambiente di lavoro basato sul kernel di Windows: la stessa interfaccia utente di Todo Backup è assolutamente identica a quella presentata durante il normale impiego nel sistema operativo Microsoft.
Dalla schermata principale, è possibile richiamare la riga di comando di Windows (Windows shell command) e da qui impartire tutti i comandi aggiuntivi che si dovessero ritenere opportuni.
Per riavviare il personal computer, sarà sufficiente cliccare sulla "X" posizionata in alto a destra nella finestra di Todo Backup.


La creazione di un supporto di ripristino, ovviamente, mette al riparo dalle situazioni più spiacevoli. Se il sistema, infatti, non dovesse più avviarsi, si potrà usare il disco di boot – ad esempio – per azzerare il contenuto dell'hard disk e ripristinare quanto conservato in un file d'immagine prodotto precedentemente.

Todo Backup 3.0, tuttavia, integra anche il cosiddetto "Pre-OS recovery environment". Attivabile dalla scheda Tools del programma, cliccando "Enable Pre-OS", si tratta di un ambiente di lavoro del tutto identico al supporto di avvio WinPE. La differenza è che, in questo caso, il menù di avvio di Windows sarà modificato con l'aggiunta di una voce relativa a Todo Backup:

Al successivo riavvio del personal computer, si vedrà comparire il menù di avvio agendo sul quale sarà possibile avviare l'ambiente di boot di Todo Backup.


Per disattivare il menù d'avvio con l'indicazione di Todo Backup, basterà accedere nuovamente a Windows, portarsi ancora nella scheda Tools infine cliccare sul pulsante "Disable Pre-OS".

  1. Avatar
    ClauMX
    31/01/2012 20.51.12
    ...e perché non usare Ghost, su usb esterna. Pochi Mb, molto pratico e senza installare quasi 100Mb...
  2. Avatar
    grillo1939
    19/08/2011 11.04.47
    Quindi il supporto WinPe, per i dilettanti come me, dovrebbe essere una manna.

    Mi sembra che WinPe citato in Todop 3.0, abbia +/- le funzioni di BartPe che e legato a XP.

    Questo programma, ammesso che uno se la cavi a creare il CD/ISO, una volta installato e fatto il file immagine con Todo, sostituisce la famosa consol di ripristino, giusto.

    grazie
  3. Avatar
    renogri
    19/08/2011 10.51.17
    Non vorrei aver capito male, ma WinPe dovrebbe fare ciò che fa BartPe che è legato a XP.

    Questo supporto dovrebbe essere UTILISSIMO perchè se non ho capito male questo dovrebbe fare ciò che solitamente fa, a essere capaci, una consol di ripristino.

    Ne ho azzecate qualcuna??????

    ciao e grazie
  4. Avatar
    Girobyte
    17/08/2011 20.08.07
    E' un ottimo programma, però non è gratuito da poco ma da molto + tempo.LO USO DA UN ANNO E MEZZO!!!
EASEUS Todo Backup 3.0: le novità, il backup differenziale e il supporto d'avvio WinPE - IlSoftware.it - pag. 2