Sconti Amazon
martedì 5 luglio 2005 di Rici e Michele Nasi 247882 Letture

ERUNT: il dottore per il registro di sistema

Per ripristinare i file del registro ci sono vari metodi da applicare a seconda della situazione che ci si presenta.

1. Windows si avvia normalmente

Nel caso in cui Windows si avvii normalmente ma riscontriamo anomalie nel suo utilizzo imputabili ad installazioni recenti di software, pulizia del registro di sistema, errata cancellazione di chiavi sul registro (casi questi in cui il ripristino dei file del registro è generalmente un'operazione risolutiva), è sufficiente portarsi - da Risorse del computer - all'interno della cartella di backup di ERUNT (solitamente C:\WINDOWS\ERDNT\cartella-con-data oppure C:\WINDOWS\ERDNT\Autobackup\cartella-con-data) e fare doppio clic sul file ERDNT.EXE.

Verranno chiesti quali componenti ripristinare: una volta effettuata la scelta sarà sufficiente cliccare sul pulsante OK.

2. Windows non si avvia normalmente

Se Windows non dovesse avviarsi in modalità normale una possibilità è quella di accedere in modalità provvisoria (pressione del tasto F8 prima della schermata di boot) e procedere in maniera analoga come descritto sopra.

3. Windows non si avvia normalmente e nemmeno in modalità provvisoria [Metodo 1]

Qualora non fosse possibile avviare Windows né in modalità normale né in modalità provvisoria, nel caso in cui si disponga di un altro sistema operativo compatibile con ERUNT installato su un'altra partizione del disco oppure su di un secondo disco, è possibile ripristinare una copia di backup del registro di sistema accedendo al sistema ausiliario come amministratori. A questo punto è necessario spostarsi nella directory di backup di ERUNT presente nella cartella di Windows con il registro corrotto. Si deve quindi aprire il file ERDNT.INF e controllare che i percorsi per il ripristino dei file siano corretti.

Supponiamo di avere due partizioni sullo stesso disco fisso: C: e D:. Immaginiamo che su C: sia installato Windows XP e su D: Windows 2000. Se malauguratamente Windows 2000 non dovesse essere più avviabile a causa di file di registro corrotti o comunque di valori errati presenti all'interno del registro, in questo caso possiamo procedere come segue:
Accediamo con l'account amministrativo in Windows XP (partizione C:) quindi, servendoci di Risorse del computer, portiamoci nella cartella di backup creata da ERUNT (nella partizione D:): dovremo quindi spostarci in D:\Windows\ERDNT\Autobackup\cartella-con-data.
Apriamo il file ERDNT.INF e controlliamo i percorsi di ripristino. Se i percorsi indicati all'interno del file INF dovessero cominciare con C: dovremmo effettuare una sostituzione modificando C: in D:.

4. Windows non si avvia normalmente e nemmeno in modalità provvisoria [Metodo 2]

Qualora non fosse possibile avviare Windows né in modalità normale né in modalità provvisoria e non fosse nemmeno possibile accedere ai filesdi backup utilizzando il "Metodo 1", possiamo in questo caso avvalerci di due ulteriori strategie ("Metodo 2-A" e "Metodo 2-B").

- Metodo 2-A (CD di Bart's PE Builder)

Se disponiamo di un altro personal computer dotato di accesso alla rete Internet e di masterizzatore, possiamo provvedere alla creazione del CD ROM di Bart's PE Builder. Tramite questo cd possiamo procedere con la tecnica descritta nel Metodo 1. Bart's PE Builder (l'ultima versione al momento disponibile è scaricabile da questa pagina) consente di creare, con estrema semplicità, un CD (o un DVD) di avvio (è possibile effettuare il boot da questo supporto) che si rivela particolarmente utile per le operazioni di manutenzione del personal computer.

Lasciando inserito nel lettore CD il CD ROM creato con Bart's PE Builder, si avrà accesso ad una versione ridotta di Windows XP o di Windows 2003 Server che permetterà, grazie all'interfaccia grafica in perfetto stile Microsoft (il kernel è quello di Windows), di effettuare qualsiasi operazione vi venga in mente. Tra le tantissime possibilità offerte da BartPE citiamo, ad esempio:
- recupero di file da partizioni FAT/NTFS (particolarmente utile nel caso in cui il proprio sistema non dovesse avviarsi nel modo canonico);
- copie di file da e verso qualsiasi unità-periferica. BartPE supporta anche la rete locale: è quindi possibile copiare file e cartelle da e verso unità di rete;
- scansione antivirus. BartPE permette di eseguire il proprio antivirus preferito in un ambiente sicuro, eseguendo il controllo senza accedere a Microsoft Windows, in un ambiente sicuro e "virus-free".

Per poter utilizzare il PE Builder è necessario possedere (diversamente da quanto accadeva per le precedenti versioni di Bart's PE Builder) solo il CD ROM d'installazione di Windows XP Professional, Windows XP Home Edition, Windows Server 2003 Web Edition, Windows Server 2003 Standard Edition o Windows 2003 Enterprise Edition.

Nel CD di boot creato con Bart's PE Builder si può quindi pensare di inserire proprio ERUNT in modo da disporre di un sistema "di emergenza" da usare in caso di problemi.

In questa pagina abbiamo pubblicato tutti i dettagli per l'uso di Bart's PE Builder e la creazione del CD di avvio.

- Metodo 2-B (Uso della "Recovery console" di Windows)

Altro metodo è quello di utilizzare la Recovery console di Windows XP o Windows 2000. Facendo riferimento a questa pagina potete trovare tutte le informazioni sul corretto utilizzo della "Recovery console" (altrimenti detta "Console di ripristino del sistema").

Una volta avuto accesso alla Recovery console, non dovrete far altro che spostarvi nella cartella dove sono contenuti i backup di ERUNT (di default dovrebbero trovarsi in C:\WINDOWS\ERDNT\cartella-con-data oppure in C:\WINDOWS\ERDNT\Autobackup\cartella-con-data). Digitate il comando batch erdnt.con: saranno così ripristinati tutti i file di backup del registro.

Ottimizzare il registro di sistema

Il registro di sistema che è composto da più di un file con il passare del tempo, con l'installazione e la disinstallazione dei vari software e dell'utilizzo dei pulitori di registro, subisce una frammentazione interna. Ogni volta, ad esempio, che si eliminano delle informazioni dal registro, queste continuano ad occupare spazio rallentando le prestazioni generali del sistema.

NTREGOPT, piccolo software gratuito (parte integrante di ERUNT), permette di mantenere il registro di Windows sempre in forma comprimendone le dimensioni al valore minimo possibile. E' bene sottolineare come NTREGOPT non effettui assolutamente una deframmentazione fisica, sul disco fisso, del registro di sistema (come ad esempio fa PageDefrag di SysInternals) né ne modifica in alcun modo il contenuto vero e proprio.

E' consigliabile, quindi, eseguire NTREGOPT soprattutto dopo operazioni di pulizia effettuate con i pulitori di registro o la disinstallazioni delle applicazioni che installate sul sistema.

Avviando NTREGOPT, il programma inizierà immediatamente a comprimere il registro:


Una volta concluso il processo di compressione, NTREGOPT vi informerà che il registro è stato ridotto nelle sue dimensioni e che tale modifica verrà effettivamente applicata solo dopo il riavvio del personal computer:


In conclusione, ERUNT e NTREGOPT si rivelano due prodotti estremamente utili: il primo può in molti casi evitarci di dover operare una formattazione del disco ed una successiva reinstallazione del sistema, il secondo offre la possibilità di effettuare interventi di manutenzione sul registro.


Buoni regalo Amazon
ERUNT: il dottore per il registro di sistema - IlSoftware.it - pag. 3