3517 Letture

Facebook si ispira a Twitter ed abbraccia gli hashtag

Con l'obiettivo di offrire ai suoi utenti nuovi strumenti per condividere e seguire conversazioni ed agli inserzionisti nuove modalità di ingaggio verso le community, anche Facebook ha deciso di rendere cliccabili gli hashtag.

Similmente a quanto accade su Twitter e su altri social network, cui la società fa esplicito riferimento, gli hashtag diventano strumento di contestualizzazione dei post. Agli utenti di Facebook viene lasciata piena libertà nella creazione degli hashtag, con la possibilità di cercare tra gli stessi, consultare l'hashtag feed, partecipare a conversazioni pubbliche.

Facebook ha rilevato come gli utenti siano soliti connettersi al social network anche durante la visione di spettacoli televisivi in prime time o particolari eventi di richiamo: l'apertura all'uso degli hashtag apre praterie sconfinate sulle quali possono pascolare anche inserzionisti e broadcaster.


L'introduzione della novità dovrebbe essere immediata anche se non è chiaro se la modalità di interazione con il nuovo strumento abbia le stesse modalità e linearità che gli utenti riscontrano ad esempio su Twitter.

Portando il simbolo del cancelletto su Facebook, il team di Mark Zuckerbger sembra avere come obiettivo quello di migliorare il funzionamento del Graph Search, il motore di ricerca presentato a gennaio scorso (Facebook presenta il suo motore di ricerca sociale) consentendo una più rapida individuazione degli argomenti di proprio interesse.

Il supporto degli hashtag consente a chiunque voglia rendere maggiormente visibile un proprio post di essere "indicizzato" in maniera più efficace da parte del motore Graph Search di Facebook. È ovvio che si è dinanzi ad un'interessante opportunità per coloro che desiderano promuovere prodotti e servizi: attorno ad uno specifico hashtag sarà più facile stimolare discussioni e creare interesse, quello che gli statunitensi chiamano buzz.


Rispetto a Twitter, dove gli hashtag sono notoriamente pubblici, su Facebook potrebbero essere imbrigliati sotto qualche forma di misura a tutela della privacy. La ricerca di un hashtag, quindi, dovrebbe consentire la visualizzazione di quei soli post che sono stati inseriti su Facebook come contenuto "pubblico".
A breve tutto sarà più chiaro.

www.01net.it

Facebook si ispira a Twitter ed abbraccia gli hashtag - IlSoftware.it