1467 Letture
Firefox 55 punta sulla realtà virtuale con WebVR e migliora le prestazioni del browser

Firefox 55 punta sulla realtà virtuale con WebVR e migliora le prestazioni del browser

Dopo due anni di lavoro, Mozilla introduce il supporto per i visori per la realtà virtuale (Rift e Vive) nel suo Firefox e rende il browser capace di gestire decine di schede simultaneamente con un impatto contenuto sulle risorse hardware.

WebVR, standard aperto che abilita esperienze di realtà virtuale senza la necessità di scaricare e installare alcuna applicazione, ha visto Mozilla come uno dei principali soggetti promotori. La fondazione ha lavorato per più di due anni per portare WebVR in Firefox e oggi, con il rilascio della versione 55 del browser, il traguardo viene finalmente raggiunto (nonostante Google abbia aggiunto il supporto per WebVR in Chrome per Android già a febbraio scorso).

Firefox 55 punta sulla realtà virtuale con WebVR e migliora le prestazioni del browser

Lo standard WebVR può essere utilizzato insieme con i visori per la realtà virtuale Rift e Vive; gli elementi grafici vengono elaborati e generati appoggiandosi alle librerie WebGL.

In Firefox 55, come peraltro già anticipato nei giorni scorsi (Browser più veloce: Firefox candidato alla palma d'oro), viene introdotto l'utilizzo di un'architettura multi-threaded che consente di mantenere molte più schede contemporaneamente aperte occupando un quantitativo di memoria nettamente inferiore rispetto al passato e con un uso più parsimonioso del processore.


L'ultima versione di Firefox migliora anche il supporto di vari motori di ricerca e siti web: basta cliccare su Amazon, Yahoo, Google o Wikipedia, ad esempio, per cercare ogni genere di informazione e prodotto.

Il download di Firefox 54 in italiano è effettuabile da questa pagina.

Firefox 55 punta sulla realtà virtuale con WebVR e migliora le prestazioni del browser - IlSoftware.it