5917 Letture

GMail: Google lancia la sfida a Skype anche in Italia

La sfida a Skype arriva anche nel nostro Paese. Google ha infatti reso noto di aver esteso il servizio di chiamata vocale di GMail, finora disponibile sul solo territorio statunitense, anche agli utenti residenti in altre nazioni.
La società ha infatti integrato il supporto per ulteriori 38 lingue, italiano incluso, al suo servizio, che oggi può essere pagato non solo in dollari ma anche in euro, sterline e dollari canadesi.

Il servizio è in fase di roll out graduale, quindi verrà attivato agli utenti di GMail nell'arco dei prossimi giorni.
Per poter utilizzare il servizio gli utenti devono acquistare un credito, previsto in tagli da 12, 30 o 60 euro, mentre le tariffe al minuto, per l'Italia, sono di 0,01 centesimi per le chiamate su rete fissa, 0,11 euro per minuto (Iva esclusa) per le chiamate verso TIM, Vodafone e Wind e di 0,14 euro al minuto per le chiamate verso 3.
L’elenco delle tariffe, Paese per Paese, è disponibile a questo indirizzo.


Le tariffe, come si vede, sono del tutto competitive rispetto sia alle proposte degli operatori sia all'attuale offerta di Skype.
E se è vero che mancano alcuni servizi accessori, va anche precisato come Google Voice sia ancora in fase di sviluppo.
È solo l'inizio della sfida.

www.01net.it

  1. Avatar
    gtdt2004
    07/08/2011 13:32:28
    a me invece sta bene perché dà la possibilità di avere a portata di mano svariate applicazioni. aziende di questo genere hanno clienti che utilizzano più opzioni e quindi ci stanno attente a non uscire dal seminato. se smarronano a livello statale, è molto più facile bloccarne una invece di trenta. per gli utenti secondo me è un vantaggio; il problema è per le più piccole softerhouse che volendo acquisire una fetta di mercato, per sopravvivere, devono consorziarsi e fornire migliori prodotti. ecco il guadagno dell'utente!
  2. Avatar
    Mavro
    06/08/2011 21:53:29
    Effettivamente ormai Google è competitor di qualunque altra azienda che offra servizi basati sul Web. Vero è che i concorrenti comunque continuano ad offrire i loro servizi, certo è che se Google riesce a farli meglio beh, allora non può far altro che vedere usati i propri servizi, a discapito degli altri player.
  3. Avatar
    psymon
    05/08/2011 09:44:32
    C'è qualcosa che Goooooooooooooogle NON FA, oramai ? Sinceramente, tutto questo potere nelle mani di una sola azienda mi preoccupa assai. :costernato:
GMail: Google lancia la sfida a Skype anche in Italia - IlSoftware.it