4699 Letture

Geolocalizzazione: per la Ue i dati sono personali

E' attesa per questo mese di maggio la pubblicazione, da parte della commissione sulla privacy online dell'Unione Europea, di una raccomandazione nella quale si precisa che le informazioni sulla localizzazione degli utenti raccolte da compagnie telefoniche e provider Internet devono essere trattate alla stregua di qualunque altro dato personale. Cioè come i nomi, le date di nascita e gli indirizzi.

Concretamente, questo significa che aziende come Apple o Google, i cui smartphone tengono traccia di questi dati, dovranno ottenere il consenso degli utenti prima di raccoglierli, dovranno garantire la cancellazione dei dati dopo un certo periodo di tempo, dovranno conservare il dato stesso in forma anonima.

La raccomandazione non avrebbe valore vincolante, ma dovrebbe in ogni caso fornire una linea guida di principio per i singoli enti regolatori nazionali.

Su questi temi, stando a quanto riporta il Wall Street Journal, sarebbe particolarmente attenta Viviane Reding (nella foto in alto), commissario europeo alla Giustizia, che si sarebbe impegnata a prendere in considerazione la protezione dei dati personali in una serie di contesti che includono, per l'appunto, i servizi di geolocalizzazione e il behavioral advertising. Per approfondire l'argomento, vi suggeriamo di fare riferimento a questo precedente nostro articolo.

www.01net.it

Geolocalizzazione: per la Ue i dati sono personali - IlSoftware.it