35138 Letture

Gestire un sistema senza essere fisicamente presenti: Desktop remoto e Assistenza remota

Connessione "Desktop remoto" in modalità client

Una volta attivata la componente “server” della funzionalità "Desktop remoto" di Windows, è possibile connettersi alla macchina da qualunque postazione avviando il software Connessione desktop remoto (Start, Tutti i programmi, Accessori, Connessione desktop remoto oppure Start, Esegui..., mstsc.exe).


Nella finestra che comparirà a video, basterà introdurre l'indirizzo IP assegnato al computer remoto che si desidera amministrare ed il nome utente da utilizzare (pulsante Opzioni).
Se il sistema da controllare è collegato in rete locale, è possibile limitarsi all'inserimento del nome ad esso associato; in alternativa si dovrà inserire l'indirizzo IP corretto.


Account sprovvisti di password non dovrebbero mai essere utilizzati, per nessun motivo. A maggior ragione, comunque, "Desktop remoto" non permette di collegarsi a server remoti impiegando account utente senza una password associata.
Ricorrendo alle schede Visualizza e Prestazioni si possono regolare alcune opzioni che consentono di ottimizzare il funzionamento di "Desktop remoto", ad esempio, sulle connessioni più lente. Di default, "Desktop remoto" disabilita effetti grafici, antialiasing dei caratteri, sfondo del desktop ed altro ancora (scheda Prestazioni). Tutti i parametri sono comunque liberamente personalizzabili.
La scheda Risorse locali permette di stabilire quali dispositivi, collegati al computer client, si vogliano eventualmente sfruttare per interagire col sistema remoto. "Desktop remoto", consente – ad esempio – di riprodurre l'audio del sistema in corso d'amministrazione sul personal computer locale oppure utilizzare stampanti ed area degli appunti (fondamentale per le operazioni di copia&incolla) del sistema locale.

Che cos'è e come si usa l'"assistenza remota"
Le edizioni più “economiche” di Windows Vista e Windows 7 (la medesima funzionalità è disponibile anche su Windows XP) offrono solamente la funzionalità "Assistenza remota".

In che cosa differisce "Assistenza remota" rispetto al "Desktop remoto"? Pur condividendo la medesima tecnologia di base, Assistenza remota implica che due persone siano contemporaneamente davanti ai personal computer “client” e “server” perché le richieste di connessione provenienti dall'esterno debbono essere sempre espressamente ed esplicitamente accettate.
Nel caso del "Desktop remoto", inoltre, il sistema rimane “bloccato” fintanto che è gestito dall'utente remoto mentre l'Assistenza remota mostra quanto avviene sullo schermo ad entrambe le parti.
Per utilizzare la funzionalità di Assistenza remota questa deve essere attivata nella finestra Sistema, Connessione remota (in Windows XP) o Sistema, Impostazioni di connessione remota (Windows Vista e Windows 7), presente nel Pannello di controllo di Windows.
Nelle versioni Home di Windows Vista e di Windows 7, la scheda Connessione remota si presenta così come segue:


Come si vede, il riquadro "Desktop remoto" è totalmente assente mentre viene mostrato esclusivamente "Assistenza remota".
Spuntando la casella Consenti connessioni di Assistenza remota al computer si farà in modo che il sistema in uso possa inviare richieste di assistenza remota ed accettare le connessioni in ingresso. Con un clic sul pulsante Avanzate..., si può specificare anche per quanto tempo avranno validità gli inviti trasmessi alla persona che dovrà fornire assistenza. Scaduto il tempo indicato (per default, 6 ore), l'invito non avrà più validità e non potrà più essere usato per connettersi alla macchina "server".


Dal computer “server”, ossia dal sistema sul quale è richiesta assistenza, qualunque sia la versione di Windows utilizzata, si deve inviare un Invito di assistenza remota.
In Windows XP ciò è possibile cliccando su Start, Guida in linea e supporto tecnico, Invita un amico a connettersi a questo computer con Assistenza remota, Invitare qualcuno ad offrire assistenza oppure Start, Tutti i programmi, Assistenza remota.


In Windows Vista così come in Windows 7 è possibile accedere rapidamente alla funzionalità di Assistenza remota cliccando il pulsante Start quindi digitando Assistenza remota nell'apposita casella. Cliccando su Assistenza remota di Windows si potranno inviare richieste od offrire il proprio supporto.

Dal sistema "server", ove si necessita di assistenza, bisogna cliccare sulla voce Richiedi assistenza a una persona fidata. Nel caso in cui Windows dovesse informare che il sistema operativo non è configurato per la spedizione di inviti, è assai probabile che non sia stata spuntata la casella Consenti connessioni di Assistenza remota al computer.

L'invito può essere spedito via Messenger, per posta elettronica o salvato sotto forma di file. Esso avrà estensione .msrcIncident e dovrà essere trasmesso alla persona che dovrà fornire l'aiuto in modalità remota: egli, per aprirlo da Windows XP così come da Vista o Windows 7, dovrà semplicemente farvi doppio clic.
Completato questo passo, si dovrà informare l'utente che dovrà fornire assistenza remota della password visualizzata sul sistema "server". Tale password (che varia ogni volta) dovrà essere obbligatoriamente digitata dopo aver aperto, sul sistema client, il file .msrcIncident.

Le due figure seguenti mostrano la connessione di assistenza remota da un sistema Windows XP (la macchina client è un sistema Windows 7 Home Premium):

Come si vede, la persona che fornisce l'assistenza in modalità remota deve introdurre la password comunicata dal proprietario della macchina server.

In figura, l'amministrazione da remoto (da un sistema Windows XP) di una macchina Windows XP Home Premium. Cliccando sul pulsante Assumi controllo, nella barra degli strumenti, l'utente remoto può iniziare a lavorare sul sistema ove è stata richiesta assistenza.
La funzionalità Easy Connect, introdotta in Windows 7, permette di evitare l'invio del file d'invito: l'utente remoto può fornire il supporto richiesto semplicemente digitando la password comunicatagli dal proprietario della macchina server.

  1. Avatar
    Claudio Del Brocco
    23/06/2012 23.08.48
    La guida è molto interessante, sono riuscito a cambiare la porta del Desktop Remoto nel file di registro, ma non riesco a cambiarla nel firewall di Win 7, forse bisogna creare una nuova regola, ma con quali proprietà? La paura di aprire un portone al posto della porta è notevole.
    Grazie in anticipo delle risposte.
Gestire un sistema senza essere fisicamente presenti: Desktop remoto e Assistenza remota - IlSoftware.it - pag. 2