3304 Letture

Google Apps for Work diventa G Suite, parte di Google Cloud

Google rinnova la sua offerta dedicata al mondo delle imprese e rinomina il servizio Google Apps for Work in G Suite.
Dal momento che tutti i servizi di Google sono erogati attraverso "la nuvola", la società di Mountain View ha deciso di raccoglierli sotto il nuovo unico ombrello Google Cloud.

Google Cloud sarà "il marchio di fabbrica" della società statunitense con cui non soltanto verranno proposti i servizi ma anche i dispositivi che ne renderanno semplice e immediato l'utilizzo (si pensi ad esempio ai Chromebook).

Google Apps for Work diventa G Suite, parte di Google Cloud

G Suite, invece, è il nuovo nome degli strumenti precedentemente noti con l'appellativo Apps for Work. Ci sono Calendar, Drive, Documenti, Gmail, Maps for Work, Search for Work, Fogli, Presentazioni, Moduli e Hangouts; l'offerta, insomma, è sempre la solita - fatta eccezione per l'"inedito" pannello Quick access di Drive che consente di verificare, a colpo d'occhio, gli oggetti più frequentemente utilizzati -.


Google ha poi annunciato l'apertura di nuovi datacenter in tutto il mondo: a Mumbai, Singapore, Sydney, nello stato della Virginia, a San Paolo, Londra, Francoforte e in Finlandia.

Maggiori informazioni su G Suite sono reperibili in queste pagine.

Google Apps for Work diventa G Suite, parte di Google Cloud - IlSoftware.it