50146 Letture
Google Foto, app per gestire i propri archivi e crearne il backup

Google Foto, app per gestire i propri archivi e crearne il backup

Come usare Google Foto da dispositivo mobile e da web: una guida dettagliata di quattro pagine alle funzionalità per gestire le proprie foto e crearne una copia di backup.

Impostare più account utente su Google Foto

Google Foto supporta la configurazione e l'utilizzo di più account utente: basta toccare l'icona in alto a destra quindi premere sulla freccia immediatamente sotto l'account configurato e infine scegliere Aggiungi un altro account.

Google Foto, app per gestire i propri archivi e crearne il backup

Scegliendo l'uno o l'altro account si potrà accedere a ciascuna galleria fotografica tenendo però presente che le foto fisicamente memorizzate nel dispositivo locale saranno in ogni caso mostrate.

Così facendo, si potrà passare da una galleria fotografica all'altra e, addirittura, estendere lo spazio a disposizione sui server di Google.

Accedere a Google Foto da browser web, modificare e ottimizzare le immagini

Effettuando il login al proprio account utente Google da un sistema desktop o notebook sarà possibile accedere alla galleria fotografica di Google Foto anche da browser.
La comodità è che così facendo si potranno visualizzare ed eventualmente scaricare tutte le foto scattate con i vari dispositivi mobili.


Google Foto in versione web integra anche una serie di funzionalità per migliorare le foto: ne abbiamo parlato nell'articolo Visualizzatore foto: come sceglierlo e configurarlo in Windows al paragrafo Google Foto.

Il bello di Google Foto in versione web è che esso memorizza la versione originale di ciascuna foto: non si rischierà mai, quindi, di perdere l'immagine scattata con il proprio dispositivo mobile in seguito a modifiche maldestre.

Per accedere a Google Foto da browser, basta portarsi a questo indirizzo.
Per modificare una foto, basta cliccarvi sopra quindi selezionare il pulsante Modifica in alto a destra (il secondo che appare nella barra degli strumenti visualizzata quando si muove il puntatore del mouse sull'immagine).

La versione web di Google Foto consente di applicare filtri cromatici, fornisce una serie di modifiche di base (luminosità, colore, pop) e permette di agire sulle proporzioni dell'immagine, applicare ritagli e rotazioni così anche da aggiustare, ove necessario, la linea dell'orizzonte per le foto fatte in fretta e senza riporre la dovuta attenzione su questo importante particolare.
A tal proposito, suggeriamo anche la lettura dell'articolo Migliori programmi per modificare foto al paragrafo Google Foto.

Con l'app Google Foto (al momento la stessa funzionalità non è accessibile da web) è possibile aggiungere note ed effettuare modifiche a mano libera (pennino/tratto ed evidenziatore) sulle immagini: basta selezionare l'immagine sulla quale si desidera intervenire, toccare il pulsante Modifica in basso (il secondo da sinistra) quindi il penultimo. Purtroppo manca ancora uno strumento che permetta di oscurare i volti o un meccanismo per l'applicazione di emoji in stile WhatsApp.

Google Foto, app per gestire i propri archivi e crearne il backup

Google Foto integra anche uno strumento per stabilizzare i video così da eliminare quel ben noto "effetto mosso" introdotto tenendo in mano lo smartphone.
Per procedere, basta aprire un video in Google Foto, selezionare l'icona centrale in basso (Modifica) quindi scegliere l'icona di sinistra (Stabilizzazione).

Google Foto, app per gestire i propri archivi e crearne il backup

Si tratta di una funzionalità ereditata dall'editor di YouTube, ormai messo in pensione da Google (YouTube Video Editor da settembre non esisterà più) e parzialmente recuperato con il lancio del nuovo strumento Video Builder: Creare brevi video per la promozione dell'azienda con YouTube Video Builder.

Quanto ai video, aveva introdotto qualche tempo fa un editor video nella versione web di Google Foto. Al momento non permette la modifica di qualsiasi contenuto video ma solo delle "composizioni" automaticamente generate da Google partendo da più immagini statiche (viene aggiunto anche un sottofondo musicale; i contenuti di questo tipo sono contraddistinti da una tavoletta "ciak" da regista).
Per modificare un filmato preesistente, si dovrà selezionarlo dall'applicazione web di Google Foto, fare clic sull'icona Modifica in alto a destra quindi, alla comparsa del seguente messaggio, su Aggiorna:


Google Foto, app per gestire i propri archivi e crearne il backup

Si accederà a un editor video di base che contiene gli strumenti per aggiungere nuovi elementi al filmato, per rimuovere o duplicare quelli già presenti, per modificarne il tempo di visualizzazione, per intervenire sulla musica in sottofondo.
La timeline in basso rappresenta in forma visuale gli istanti in cui si passa dalla visualizzazione di un contenuto all'altra.

Google Foto, app per gestire i propri archivi e crearne il backup

Liberare spazio sul dispositivo mobile con Google Foto

Dopo aver attivato il backup automatico delle foto sui server Google, si potrà recuperare tanto spazio sul dispositivo locale.


Si può infatti utilizzare con fiducia la funzionalità Libera spazio presente nel menu principale di Google Foto: l'app sa infatti riconoscere quali foto sono già state precedentemente oggetto di backup sul cloud e consente di rimuovere dalla memoria locale quanto salvato sui server cloud di Google.
Toccando Rimuovi, si potranno così cancellare le copie locali delle stesse foto e degli stessi video recuperando un buon quantitativo di spazio.

Google Foto, app per gestire i propri archivi e crearne il backup

Attivare il riconoscimento facciale in Google Foto

Nella casella di ricerca di Google Foto è possibile indicare non soltanto i nomi di luoghi e di oggetti ma anche quelli di persone. L'app integra anche un sistema per il riconoscimento facciale attivabile seguendo le indicazioni riportate nell'articolo Riconoscimento facciale in Google Foto, come si attiva.

Google Foto, app per gestire i propri archivi e crearne il backup - IlSoftware.it - pag. 2