50144 Letture
Google Foto, app per gestire i propri archivi e crearne il backup

Google Foto, app per gestire i propri archivi e crearne il backup

Come usare Google Foto da dispositivo mobile e da web: una guida dettagliata di quattro pagine alle funzionalità per gestire le proprie foto e crearne una copia di backup.

A cosa serve la cartella Archivio di Google Foto

La funzionalità Archivio di Google Foto per dispositivi mobili, accessibile sempre dal menu principale dell'applicazione, consente di escludere la visualizzazione di alcune immagini: Google Foto propone la funzione archivio: tutte le caratteristiche dell'app.

La cartella Archivio è utile ad esempio per "stivare" foto di documenti, libretti di istruzioni, manifesti, volantini, note che non si desidera compaiano nella galleria principale dell'applicazione.

Scaricare le immagini da Google Foto in versione web

Da Google Foto per il web, applicazione già presentata in precedenza, facendo clic sul segno di spunta in corrispondenza di più foto o di più giorni del calendario quindi premendo il tasto in alto a destra raffigurante tre puntini in colonna e infine Scarica (o, semplicemente, usando la combinazione di tasti MAIUSC+D), si potranno scaricare in locale tutte le immagini selezionate.

In alternativa per scaricare in locale tutta la galleria fotografica di Google Foto, basta portarsi su Google Takeout, attendere qualche secondo, cliccare su Deseleziona tutto quindi spuntare unicamente la voce Google Foto e, infine, fare clic su Avanti.


Google Foto, app per gestire i propri archivi e crearne il backup

Backup su Google Foto da PC

Il client Google Foto per sistemi desktop e notebook è ormai andato in pensione, sostituito dal nuovo Backup and Sync.

Scaricabile da questa pagina, Backup and Sync consente di creare una copia di backup di qualunque file salvato sui propri PC, quindi non soltanto di foto.

Google Backup and Sync è capace di riconoscere automaticamente le foto conservate su PC e ne propone l'upload sui server Google, nell'ambito del proprio account utente.
Una volta completata la procedura di backup, le foto risulteranno sincronizzate e accessibili anche dai device mobili ove è configurato il medesimo account utente.

Tutti i dettagli sul funzionamento di Backup and Sync nel nostro articolo Backup online con il nuovo software di Google.

Come usare Google Foto per creare contenuti nuovi

Nell'articolo Foto Google: funzionalità per migliorare le immagini e creare contenuti nuovi abbiamo presentato le caratteristiche di Google Foto che aiutano a migliorare le immagini scattate con lo smartphone e creare contenuti del tutto nuovi.

Avviare presentazioni o slideshow con Google Foto

Se si volessero mostrare le foto memorizzate nel servizio di Google come presentazione sul singolo dispositivo mobile, su PC o sul televisore collegato (ad esempio tramite Chromecast o Miracast: Come collegare il telefono alla TV), è sufficiente seguire alcuni semplici passaggi.

Sul dispositivo mobile, mediante app Google Foto, oppure da desktop collegandosi con questa pagina, si deve semplicemente selezionare un Album precedentemente creato (cliccare sull'icona Album).
A questo punto, selezionando una foto nell'album (per esempio la prima), si deve toccare il pulsante in alto a destra (tre puntini in colonna) quindi scegliere Presentazione o Slideshow (a seconda che si usi l'app Google Foto o la versione web della stessa applicazione).

Google Foto, app per gestire i propri archivi e crearne il backup

La stessa operazione può essere effettuata anche dalla normale galleria fotografica di Google Foto tenendo però presente che in questo caso le immagini mostrate nella presentazione saranno mostrate in ordine cronologico inverso (ovvero a partire da quella scattata più di recente).

Nell'articolo Chromecast app da utilizzare per sfruttare al meglio la chiavetta Google abbiamo visto come trasmettere le immagini sul televisore con Google Foto o con altre soluzioni.


Rimuovere le informazioni sulla geolocalizzazione

Ogni volta che si scatta una foto, Google Foto aggiunge un metadato che indica la posizione geografica dell'utente al momento dello scatto.

Si provi ad aprire una qualunque foto in Google Foto, toccare il pulsante in alto a destra raffigurante tre puntini in colonna quindi scegliere Informazioni.
Scorrendo la schermata delle informazioni, si troverà la voce Posizione con una mappa e le indicazioni sulla geolocalizzazione.

Se si volessero eliminare le informazioni (accessibili con qualunque programma) relative alla geolocalizzazione (vedere Scoprire dove è stata scattata la foto e proteggere la privacy ed EXIF, come eliminare i metadati dalle foto) basta toccare sul pulsante in basso a destra e scegliere Rimuovi posizione.
Per non perdere tale informazione, si può eventualmente lavorare su una copia dell'immagine.

Gestire e personalizzare le foto anche offline, senza connessione Internet, con Google Gallery Go

Google ha recentemente rilasciato una nuova app gratuita: chiamata Gallery Go essa permette di gestire e archiviare facilmente foto e video senza appoggiarsi alla connessione dati e, quindi, senza consumare "giga" mentre si è in mobilità.


Ottimizzata per l'uso offline, Gallery Go utilizza tecniche di machine learning per organizzare le foto in maniera efficace e migliorarne la resa.
Appena avviata l'app mostra tutte le foto, i video e gli screenshot memorizzati sul dispositivo mobile, in un'unica schermata. Toccando l'icona Cartelle si può risalire alla cartella in cui ciascun gruppo di foto e video è conservato.
Dall'interfaccia di Gallery Go è possibile creare nuove cartelle per organizzare le foto ed è possibile interagire facilmente con il contenuto delle schede SD.


Selezionando un'immagine, Gallery Go presenta una serie di strumenti di editing, per applicare filtri e ottimizzazioni.

Google Foto, app per gestire i propri archivi e crearne il backup - IlSoftware.it - pag. 3