50142 Letture
Google Foto, app per gestire i propri archivi e crearne il backup

Google Foto, app per gestire i propri archivi e crearne il backup

Come usare Google Foto da dispositivo mobile e da web: una guida dettagliata di quattro pagine alle funzionalità per gestire le proprie foto e crearne una copia di backup.

Condividere alcune immagini o interi album con persone specifiche usando Google Foto

Google Foto integra tutte le funzionalità per creare album fotografici da condividere con alcuni contatti.
Per procedere basta toccare il pulsante Condivisi in basso a destra, scegliere Avvia una nuova condivisione e stabilire quali foto mettere a fattor comune. Si può scegliere se condividere foto selezionate oppure le immagini che ritraggono persone specifiche.

Ancora più comodo è condividere album Google Foto dall'applicazione web: per procedere basta avviare il browser da un sistema desktop/notebook, effettuare il login quindi seguire le indicazioni riportate nell'articolo Come condividere album Google Foto.

Molti utenti sono convinti (complice anche il collegamento a doppio filo tra Google Foto e Google Drive spezzato qualche tempo fa: Google Foto e Drive saranno separati a partire dal 10 luglio) che la condivisione base di immagini e video effettuata mediante l'app Foto funzioni come quella di Google Drive.
In Drive, cliccando su Ottieni link condivisibile si ha un link "pubblico", accessibile da chiunque possegga l'URL. Selezionando però Avanzate, si può attivare un accesso mediante autenticazione, solo da parte di chi dispone di un account Google. È possibile ottenere lo stesso risultato condividendo il materiale sugli altrui account Google Foto ma la maggior parte degli utenti condivide usando l'approccio tradizionale.


Selezionando una o più immagini nella galleria di Google Foto quindi toccando la prima icona (Condividi) e scegliendo l'icona Crea link verrà generato un URL pubblico: chiunque sia in possesso di tale indirizzo potrà accedere alle foto condivise, anche sotto forma di album. L'URL viene copiato negli appunti e può essere subito incollato, ad esempio, in un'app di messaggistica.
Attivando l'apposito "interruttore" si può consentire a terzi di aggiungere le proprie foto all'album condiviso.

Google Foto, app per gestire i propri archivi e crearne il backup

Ogni utente che fosse a conoscenza dell'URL pubblico generato da Google Foto potrà accedere alle immagini e ai video condivisi senza alcuna restrizione.

Per evitare che utenti non autorizzati possano accedere alle foto condivise, suggeriamo di condividere foto e album con altri account Google Foto: basta selezionare gli utenti destinatari della condivisione dall'elenco Invia a Google Foto.

Eliminare la condivisione con Google Foto

Per eliminare la condivisione creata con Google Foto è necessario accedere all'URL delle immagini condivise in precedenza previo login con il proprio account utente Google, fare clic sui tre puntini in alto quindi scegliere Elimina album oppure selezionare Opzioni quindi disattivare Condividi.
In entrambi i modi, l'URL e le foto precedentemente condivise non appariranno più accessibili (verrà restituito errore 404) ma resteranno memorizzate nella libreria di Google Foto.

Google Foto, app per gestire i propri archivi e crearne il backup

Se si fossero condivise delle foto tramite link e non si ricordasse più tale link, per risalirvi basterà accedere alla versione web di Google Foto, fare clic sull'icona Condivisione nella colonna di sinistra, fare clic su Espandi in fondo all'elenco, cliccare sull'album d'interesse quindi usare la procedura precedentemente indicata (clic sui tre puntini, Elimina album oppure Opzioni e disattivare l'"interruttore" Condivisione tramite link).

Google Foto, app per gestire i propri archivi e crearne il backup

Condividere con Google Foto usando le Raccolte condivise

Le Raccolte condivise permettono invece di condividere certe foto o interi album fotografici con familiari, amici o persone fidate. Questa funzionalità, accessibile attraverso il menu principale di Google Foto (voce Impostazioni), non permette di creare album condivisi tradizionali bensì consente di condividere istantaneamente tutta la propria galleria fotografica con altri utenti o solamente le foto che ritraggono persone specifiche. Si può scegliere di condividere eventualmente solo le immagini scattate in tempi successivi.
La condivisione può essere ovviamente interrotta in qualunque momento ed è bene tenere presente che, in alcuni rari casi, il riconoscimento facciale di Google potrebbe comunque fallire.


Sempre in Impostazioni, Raccolte condivise, si troverà Salva nella tua raccolta.

Google Foto, app per gestire i propri archivi e crearne il backup

È importante l'opzione che si sceglie perché lasciando abilitata Tutte le foto, la totalità delle foto e dei video acquisiti dall'altra persona comparirà immediatamente nella propria galleria. Si può scegliere Nessuna in modo che le proprie foto non vengano mescolate con quelle altrui nella galleria oppure indicare Foto di persone specifiche. In quest'ultimo caso la propria galleria verrà arricchita con quelle sole immagini che ritraggono persone ben precise.

Google Foto, app per gestire i propri archivi e crearne il backup - IlSoftware.it - pag. 4