5208 Letture
Google Maps permette di visitare i pianeti del nostro sistema solare

Google Maps permette di visitare i pianeti del nostro sistema solare

Google celebra i tanti successi della missione Cassini riutilizzando il vastissimo archivio fotografico composto in vent'anni di attività dalla sonda per consentire a tutti la visita virtuale di pianeti, satelliti e asteroidi del nostro sistema solare.

La missione spaziale Cassini-Huygens ha preso il via ormai 20 anni fa, il 15 ottobre 1997.
Nel corso di tutto questo tempo, l'obiter Cassini ha inviato sulla Terra circa mezzo milione di foto che hanno permesso agli esperti di ricostruire la superficie degli altri pianeti e satelliti con un'accuratezza senza precedenti.

Google Maps permette di visitare i pianeti del nostro sistema solare

La missione di Cassini sarebbe dovuta terminare molto tempo fa. In realtà, le "performance" dell'orbiter hanno più volte indotto gli astronomi di NASA/ESA/ASI a procastinare il suo "fine vita". Così, Cassini ha compiuto il suo "ultimo viaggio" il 15 settembre scorso quando la sonda è stata fatta rientrare nell'atmosfera di Saturno e così disintegrata.


Google ha raccolto le foto scattate da Cassini, le ha organizzate e unite permettendo da quest'oggi su Maps una visita virtuale della superficie dei principali corpi che compongono il nostro sistema solare.

La visita nello spazio può partire dalla Luna cliccando qui per poi spostarsi sugli altri pianeti, satelliti e asteroidi: basta fare clic sugli elementi indicati nella colonna di sinistra.

Google Maps permette di visitare i pianeti del nostro sistema solare - IlSoftware.it