3412 Letture

Google "si ispira" a Yahoo e scommette sulle news brevi

Se l'acquisizione di Summly da parte di Yahoo aveva fatto scalpore per la giovane età dell'ideatore del progetto (vedere l'articolo Yahoo: milioni per acquistare il lavoro del 17enne D'Aloisio), l'operazione condotta da Google su Wavii, società con sede a Seattle, fa notizia perché nella sostanza ricalca perfettamente la mossa di Yahoo: anche Wavii, infatti, ha sviluppato una applicazione che consente di creare automaticamente riassunti di notizie ed articoli pubblicati sul web.

Il valore dell'operazione si aggirerebbe sui 30 milioni di dollari in contanti; un'acquisizione che solletica parecchio l'immaginazione degli analisti se si prendono per vere le voci secondo le quali anche Apple aveva espresso il suo interesse per Wavii, probabilmente per integrarne la tecnologia di linguaggio naturale nell'assistente digitale Siri.


Restando alla sola realtà dei fatti, ovvero alle due acquisizioni - l'una messa a segno da Yahoo, l'altra da Google -, le analogie sono davvero molte: le due startup si dichiarano apertamente concorrenti ed entrambe indirizzano il tema della user experience nell’ambito della lettura e consultazione delle news anche e soprattutto su dispositivi a piccolo schermo.
Il fondatore di Summly, Nick D’Aloisio, vanta una migliore interfaccia per la sua applicazione, mentre Adrian Aoun di Wavii sostiene di aver sviluppato una tecnologia migliore, grazie a un algoritmo che consente di restringere articoli anche molto complessi in frasi di poche parole.

www.01net.it

Google