4485 Letture

Google, un nuovo Nexus in attesa di Chrome OS

Sono giornate piuttosto intense per Google. Soprattutto ricche di annunci.
Così, dopo aver incassato il no di Groupon, che ha, almeno per il momento, rifiutato l'offerta di acquisto per 6 miliardi di dollari, la società di Mountain View ha aperto nuovamente il portafoglio, per rilevare gli asset di Phonetic Arts, che sviluppa tecnologie per la voce e la sintesi vocale, e Widevine, che ha messo a punto alcune tecnologie che garantiscono che i dispositivi connessi in rete non condividano video il cui uso non sia autorizzato.

Non è tutto, naturalmente.
Ieri è stato il giorno del varo di Google eBookstore, mentre per oggi è atteso un importante annuncio che dovrebbe riguardare Chrome.

E in questo tourbillon di iniziative e novità, la società ha pensato bene di collocare anche un rilancio: quello della sua proposta nell'area della telefonia mobile con l'annuncio del nuovo Nexus S.


Niente fanfare né conferenze stampa: il nuovo Nexus è stato annunciato con un semplice post sul blog di Google e con un link pubblicato sulla home page in inglese.
Il nuovo telefono di Google è uno smartphone con cuore Gingerbread, progettato per garantire all'utente una vera ”Google Experience”, o per lo meno questo è quanto promette Google.

Al di là delle caratteristiche tecniche, ciò che cambia con il nuovo Nexus è il modello di go-to-market.
Al momento del lancio del suo primo telefono, il Nexus One, Google annunciò che avrebbe voluto cambiare le regole del gioco e lo rilasciò in versione unlocked, senza accordi con alcun carrier, e soprattutto venduto esclusivamente online.
L'esperienza deve essere servita, visto che questa volta Nexus S arriva commercializzato da Best Buy, nelle due versioni unlocked, da 529 dollari e con un contratto biennale con T-Mobile a 199 dollari.


www.01net.it

Google, un nuovo Nexus in attesa di Chrome OS - IlSoftware.it