56031 Letture

Guida a Azure Site Recovery e OMS (video)

Presentiamo i vari scenari in cui è possibile utilizzare Azure Site Recovery, funzionalità della piattaforma cloud di Microsoft che permette di impostare un efficace sistema di disaster recovery.

Site Recovery offre la possibilità di creare copie delle macchine virtuali che si usano nell'infrastruttura a fini di test e sviluppo, di effettuare operazioni di analisi sui dati sfruttando la potenza di calcolo della piattaforma Microsoft (analytics) e velocizzare il passaggio al cloud.

Grazie a Site Recovery un'impresa può così gestire eventuali situazioni di emergenza riducendo al minimo o, addirittura, azzerano i downtime dei servizi.

Azure diventa un datacenter accessorio che garantisce la continuità del servizio anche se il sito principale dovesse risultare, per un qualunque motivo, compromesso o comunque non funzionante a dovere.




Nel nostro video illustriamo "i rudimenti" di Azure Site Recovery e presentiamo anche Operations Management Suite (OMS), strumento per la gestione operativa dei workload caricati su Azure, su altre piattaforme cloud concorrenti (leggasi AWS), on-premises (ad esempio gestiti con soluzioni VMware) così come su qualunque altro "hosting provider" o "cloud provider".

Per approfondire, suggeriamo la lettura dei seguenti articoli:

1) Creazione di macchine virtuali con Azure. Backup e disaster recovery con Site Recovery
2) Come gestire il cloud ibrido con OMS (Operations Management Suite)

Per provare le funzionalità di Azure Site Recovery e OMS, suggeriamo di attivare una trial gratuita di Azure a questo indirizzo.


Speciale Microsoft Azure

Speciale Azure su IlSoftware.it

 Newsletter e Social